Jump to content

Curare Ruga...


Adua

Recommended Posts

sabato ho portato la mia ruga dal veterinario (ah.. a napoli non c'è solo quella clinica riportata sul sito... ma anke un centro veterinario specializzato in animali esotici a via Salvator Rosa)... Ritornando a noi...

 

beh.. cmq.. dopo una visita un pokino insolita, il dottore mi ha detto ke la mia ruga è affetta da una malattia che affligge la maggior parte delle tarte.. è provocata dal fatto ke per anni l'ho data solo i gamberetti...

 

cmq.. la cura ke mi ha dato è stata questa:

(premetto non ricordo il nome dei medicinali)

 

- gocce di vitamina D ed E da farle prendere una volta al giorno per un mese

- pomata (credo antibiotica) da spalmare sugli okki 3 volte al giorno per 10 giorni e poi riportarla per un controllo...

 

Ora mi kiedevo... per le gocce, abbè in un modo o un altro gliele faccio ingerire... ma sta pomata sugli okki... COME GLIELO METTO???? :unsure:

 

Aspetto vostri consigli

Link to comment
Share on other sites


Adua, per la pomata, puoi usare un cotton fioc, una volta impregnato con la pomata lo strofini delicatamente sugli occhi della tua tarta,magari più volte al giorno; per quanto riguarda l'alimentazione puoi seguire questi consigli:

 

In cattività l'alimentazione deve essere estremamente varia.

 

Gli individui giovani necessitano di una frequenza di alimentazione giornaliera con un giorno di digiuno, gli adulti possono tranquillamente essere alimentati ogni 3 giorni visto i loro tempi digestivi di gran lunga più lenti dei giovani.

 

Le Trachemys possono seguire una dieta a base di pesce d'acqua dolce (alborelle, acquadelle, trota ecc..) vivi, morti o interi a seconda della taglia della tartaruga.

 

Per gli individui più giovani meglio se morti e senza lische ma mantenendo tutte le interiora, per gli adulti di buone dimensioni anche vivi oppure interi con tutte le interiora che contengono importanti elementi nutritivi.

 

A ciò è opportuno integrare con altri alimenti ben accetti: insetti (grilli, lombrichi, cavallette, camole della farina...), girini, piccoli invertebrati (chiocciole con guscio molto ricco di calcio) e cibi vegetali (tarassaco, cicoria selvatica, rucola, radicchio, lenticchie acquatiche, piante acquatiche di ogni tipo, ecc...).

 

La parte vegetale può costituire un buon 20% della dieta dei giovani superando di gran lunga il 50% negli adulti.

 

Si consiglia di somministrare con parsimonia frutta e carni bianche e rosse.

Ogni tanto possono essere somministrati cibi in pellet di ottima marca ma senza abusarne (massimo 30% dell' alimentazione).

 

E' buona norma lasciare sempre a disposizione un osso di seppia per fornire il calcio necessario o spolverare il cibo con del carbonato di calcio.

 

Si ricorda che ogni alimento ha i suoi pro e i suoi contro per cui è necessario che la dieta sia estremamente varia per non incorrere a carenze di qualsiasi tipo.

 

Eventuali integrazioni vitaminiche sono da fare sotto consiglio e indicazione di un veterinario esperto in rettili, dopo averlo messo al corrente della specie allevata e della dieta.

 

ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

si la pomata basta un cotton fiock purche non rilasci pelucchi o comunque anche il dito va bene secondo me.

che sintomi aveva la tua tarta? vit a, quindi' occhi orecchie?vitamina d quindi piastrone e carapace ?

saluti Alessio

Link to comment
Share on other sites

Okki con una patina biancastra e appena la prendevo in mano emetteva dei suoni (mai sentiti prima se nn con l'altra mia tarta... quella ke morì :( ) ke somigliano a dei lamenti...

 

Ma come faccio a metterle sta pomata? appena la prendo in mano, kiude gli okki e se ne rienta nel carapace ed esce solo il musetto.. :unsure:

Link to comment
Share on other sites

Devi avere pazienza magari fatti aiutare per tenerla ferma e usa il polpastrello del dito così sei sicuro di non procurargli lesioni se muove improvvisamente la testa.

Ad ogni modo per far si che il prodotto agisca devi tenere la tarta all'asciutto e al caldo durante il trattamento, ogni volta che applichi la pomata tienila all'asciotto almeno 2 ore.

Link to comment
Share on other sites

il medico mi diceva ke bastava solo un'ora...

 

Il vero problema è ke, per problemi di lavoro, io nn sono a napoli ed mio fratello a dover fare ciò... :unsure:

mi ha kiamato oggi pomeriggio e mi ha detto ke l'avrebbe portata dal nostro negoziante per vedere di capire come fare... :unsure: Speriamo bene...

Link to comment
Share on other sites

Concordo con Paolo...meglio usare il dito...hai più sensibilita e meno rischi per la tarta!!!Per il fatto che chiude gli occhi...ci vuole pasienza...tu prova(o tuo fratello) a metterla in ogni caso, un po va sempre a finire nell'occhio...l'importante è che dopo ,come ti hanno già detto la metti all'asciutto!
Link to comment
Share on other sites

Centro Medico Veterinario Salvator Rosa

Via Salvator Rosa 17/18

Napoli

 

 

Il numero di telefono non lo ricordo... ce l'ho sul bigliettino a casa... ti farò saxe domani...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.