Jump to content

Aiuto allevamento tarchemys???


Ermi

Recommended Posts

Ciao a tutti, mi chiamo Ermelinda e vengo da Scafati, un paese vicino Pompei.. mi sono appena iscritta dopo aver passato l'ultima settimana a leggere costantemente questo forum, utilissimo!!!

Circa un mesetto fa mio zio mi ha regalato una tartaruga ed, a quanto ho capito leggendo in internet, è una trachemys scripta scripta.. ora.. la povera bestiola era stata comprata come regalo al mio fratellino che ha 6 anni:bah: ma ho ovviamente deciso di prendermene cura io, e cercando varie informazioni ho realizzato che in realtà prendersi cura di una tartaruga è più complicato del previsto.. ora vive ancora in una piccola tartarughiera di vetro senza luce, riscaldatore o altro.. e le sto dando i gamberetti portati da mio zio, solo perchè sono in vacanza, ma quando torno provvederò a cambiarle le abitudini alimentari (mi sono gia informata in questo campo, ma ogni consiglio è ben accetto!!!!) e a comprarle una dimora decente.. proprio su questo volevo chiedervi un consiglio.. potete dirmi quale tartarughiera, luce, filtro ecc comprare? Intendo proprio le marche e dove posso acquistarle possibilmente (va benissimo anche in internet).

Grazie a tutti in anticipo, questo forum è la mia salvezza! (e quella della tartarughina:snicker:)

Link to comment
Share on other sites


Innanzitutto complimenti per esserti informata, molti aprono thread di aiuto senza nemmeno provare a leggere quelli esistenti. :)

 

Come vasca sicuramente ti conviene iniziare con una in plastica, intorno ai 100 litri di volume. Quella più consigliata è la Samla di Ikea (130 litri, 14€) o un contenitore dal volume simile (io ne ho acquistato una alla Grancasa, per esempio), ne trovi in molti negozi di articoli per la casa.

Questa andrà bene anche per 3 anni, considerando che hai un solo esemplare. :)

In futuro dovrai sostituirla con una vasca di ALMENO 250 litri (1x0,5x0,5 m).

In ogni caso NON comprare "tartarughiere" col vetro davanti più basso: sono del tutto inadatte, nonostante il nome. E costano pure una fucilata.

 

Per il filtro ti lascio a Leonida, ne ha molti e ti saprà consigliare meglio di me. Comunque ci sono consigli "standard" in molti thread. :)

Un solo consiglio: non risparmiare 10 o 20 € per prendere una ciofeca: innanzitutto un filtro adatto e di qualità dura di più negli anni, e soprattutto ha una manutenzione molto più agevole.

 

La lampada più consigliata è questa. Ci vuole quella da 26W, quella da 13W è insufficiente; controlla che sia al 5% di UVB (o UVB 5.0): valori diversi vanno bene per altri rettili, ma non per le tarte.

 

Quando inizierà a fare più freddo servirà anche una seconda lampada per riscaldare l'aria sulla zona emersa, è sufficiente una comune spot alogena opaca, la trovi a 2-3 € dal ferramenta/negozio di articoli elettrici.

 

Serve una zona emersa, cioé una superficie che resti sempre asciutta e che sia accessibile alla tarta quando vuole. qui vanno puntate le lampade

 

Nella brutta stagione serve anche un termoriscaldatore che tenga la temperatura dell'acqua intorno ai 23 °C; in genere si consiglia una potenza in watt pari ai litri d'acua presenti in vasca (ad esempio se hai circa 100 litri d'acqua prendi un riscaldatore da 100W).

 

Alimentazione: avrai letto che i gamberetti essiccati NON vanno bene nel modo più assoluto, quando rientri a casa buttali pure perché sono inutili e dannosi.

La tarta va alimentata con pesce fresco o decongelato, intero (non pulito, con testa, pelle e lisca) e crudo. In genere la soluzione più comoda è il latterino, un pesce molto piccolo che si può somministrare intero, anzi col tempo ce ne vorranno anche 2, 3, 4... La porzione dev'essere pari al volume di testa più collo.

Oltre al pesce, a giorni alterni, va somministrata verdura: c'è una guida completa all'alimentazione, adesso non mi ricordo tutte le verdure adatte perché nel mio laghetto la "verdura" è fatta da piante acquatiche e Tarti fa "self service". :D

Tra le altre mi vengono in mente tarassaco, radicchio rosso, malva, petali di rosa...

La dieta può essere integrata, una volta a settimana, con mangime specifico, e/o, una volta al mese, con fegatini di pollo o di coniglio, ricchi in vitamine. Possono/devono anche essere somministrati insetti (ad esempio grilli) e lombrichi.

 

Di norma si lascia in vasca un osso di seppia, che la tarta "sgranocchierà" ogni tanto: serve a levigare il becco corneo e come integrazione di calcio.

 

Ci sono ancora da sapere due cose sulla qualità dell'acqua, ma ne riparliamo quando avrai trovato il filtro adatto a te. :)

Per ora, quando cambi l'acqua fallo con acqua decantata 24 ore ( la metti in un secchio e la lasci lì per 24 ore), perché il cloro irrita gli occhi alla tarta ( e danneggia pesantemente la flora microbica del filtro, ma non è ancora il tuo caso).

Link to comment
Share on other sites

Se hai un posto per metterla fuori, hai ancora un mese pieno da sfruttare.

E così puoi rimandare l'acquisto della lampada UVB.

Se intendi tenerla in casa (cosa che sconsiglio, almeno nella bella stagione) allora da subito serve una lampada UVB.

 

Se prendi una Samla Ikea da 130 litri, io ti consiglio 2 filtri principalmente:

- Eheim EccoPro 200

- Askoll Pratiko 200 New generation

 

Pronti all'uso, basta montarli e avviarli. nessun cambiamento richiesto, potenza più che degna per una vasca del genere.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.