Jump to content

idee per il fondale


Lerciba

Recommended Posts

ormai e' da qualche settimana che sto lavorando al nuovo acquaterrario ed i problemi che i ciottoli ed i sassi danno con lasporcizia mi e' parso da non poco conto.:eek4wd:

cmq avevo letto un po' di tempo fa non ricordo dove che si poteva inserire la terra dei bonsai l'akadama che essendo a granuli non dovrebbe diventare una fanghiglia unica e l'idea non mi dispiacerebbe .

volevo sapere cosa ne pensavate al riguardo grazie. :laugh8kb:

Link to comment
Share on other sites


lerciba... ricordati che hai delle trachemys... ergo devastazione!!!!!

cerca di realizzare un acquaterrario piacevo ma allo stesso tempo piu' spartano possibile.

Le soluzioni sono varie.. se usi ciottoli o sassolini come substrato puoi fissare una rete metallica di quelle piu' robuste che trovi a maglie medie sotto al substrato a un cm dal fondo dell'acquario... in modo che lo zozzo finisce sotto e li rimane per quei 3 - 4 mesi tra una pulizia dell'acquario e l'altra...

altrimenti puoi comprare una pompetta a campana aspirante elettrica ( costo circa 30 euro ) da passare sul substrato... lo sporco viene aspirato e buttato fuori, i ciottoli rimangono sotto.

Cmq ricorda che con un buon filtro biologico e meccanico ( meglio se il litraggio e' superiore di almeno un centinaio di litri al tuo acquario ) il problema della sporcizia in gran parte si affievolisce... Poi dipende come ti trovi meglio... Io ad esempio ho una tarta che sporca molto meno ma in acquario molto piccolo. Ogni 3 giorni cambio 2\3 dell'acqua e pulisco le cacchette dal fonto con un piccolo retino, poi una volta ogni 15 giorni smonto l'acquario e filtro il substrato dentro lo scola pasta... quando avro' l'acquario piu' grande conto di passare alla pompetta elettrica anche io cmq.

Link to comment
Share on other sites

lo so che sono devastanti... sono impazzito quando ho inserito delle piccole piantine vere... ormai ho capito chese le inserisco e' solo perfargliele mangiare.

il fatto della akadama oltre alla sporcizia che magari non si infilava ladove non batte il sole era anche una idea di estetica , sai per renderlo piu' naturale ma allo stesso tempo non una fanfhiglia. a proposito ho visto il tuo fondale molto bello nell'altra discussione. molto bello.

Link to comment
Share on other sites

la pompetta non e' una cattiva idea anzi.

mi sa che mi attrezzero' perche a pulire tutto e' un po' complicato perche' l'acquario e' grosso e non riesco a svoutarllo completamente con la teoria dei vasi comunicanti. :)

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo temo che l'unica soluzione per il fondo sia la ghiaia con un bel filtro da fondo separato dal biologico.

 

Si.

 

Purtroppo 2 filtri.

 

Il guaoio è che il biologico si intasa se aspira i sedimenti del fondo.

 

 

Se no sifone o pompa aspirante.

Link to comment
Share on other sites

scusa per filtro da fondo cosa intendi ?sono nuovo in questo ambiente sepuoi fare esempi mi fai un piacere enorme. grazie
Link to comment
Share on other sites

Il filtro da fondo è uno dei primi filtri usati in acquaristica.

 

E' praticamente una griglia sotto la sabbia del fondo, con una pompa o un air sump (banalmente un tubo con un aeratore ficcato dentro che alza l'acqua).

 

Le schifezze vengono aspirate dalla depressione generata dall'acqua che sale dal tubo.

 

Il difetto principale, negli acquari con i pesci, è che si intasa, vuoi per le radici delle piante, vuoi per la sabbia tirata dentro che si conglomera.

 

Il guaio è che per pulirlo devi smontare tutto l'acquario perchè il filtro da fondo è sotto tutto il resto.

 

Ci sono anche quelli a circolazione inversa, dove l'acqua è buttata dentro.

 

Si intasano meno ma fanno casino con le piante.

 

Però con le Trachemys non abbiamo questi problemi.

 

Intanto usiamo ghiaia da 2,5 - 3 cm, non sabbia, quindi gli interstizi sono fissi e di grandi dimensioni.

 

In più le nostre simpatiche bestiacce provvedono a dare una "smossa" al tutto molto di frequente.

 

Qui basta una pompa o l'air sump, dato che ci interessa solo tritare la fanghiglia del fondo.

 

Oddio, uno schiumatore sarebbe meglio.

 

Nel frattempo, il filtro esterno biologico, messo a pescare dalla superfice con una bella bottiglia tagliata che fa da sifone, trasforma l'ammoniaca in nitrati senza interferenze.

Link to comment
Share on other sites

Ho provato due volte, ma in questo momento no.

 

L'ho avuto anni fa, ho l'età dei datteri, e adesso ne ho ordinato uno via internet in Polonia.

 

In compenso uso il sifone e normalmente metto uno dei piccoli filtri interni (duetto)giù in basso senza filtro biologico ma con il perlon infilato dentro e lo tolgo dopo un paio di giorni.

 

Per il resto l'Askoll 400 e il Rena XT 3 fanno il loro dovere e le analisi dell'acqua sono a posto.

 

L'XT 1 un po' meno.

Link to comment
Share on other sites

scusa ma questa bottiglia tagliata come andrebbemessa? non ne ho mai sentito parlare io ho un pratiko 400 e l'areatore ne ho uno devo sol comprare il tubo che porta l'acqua .dovrei quindi solamente fissare una griglia .. ma come? non mi viene in mnte niente.. poimetterci sopra i ciotoli e sotto il tubo ed il gioco e' fatto giusto? quindi mi manca da capire la bottiglia e come mettere la griglia.

mi dispiace disturbarti a quest'ora della notte :)

Link to comment
Share on other sites

io mi sto organizzando x il nuovo acquario. mettero' sicuramente dentro filtro meccanico e biologico, comprero' il sifone a campana e poi a questo punto mettero' anche il secondo filtro che uso attualmente per l'acquario ( un interno da 50 litri ).

 

Una considerazione a parte...

Mi sono accorto che effettivamente la mia tarta scava solo quando ha un motivo per scavare...da quando le ho costruito una bella tana scava molto di meno e sono gia 10 giorni che vado avanti solo con i cambi d'acqua senza dover svuotare l'acquario ogni volta.

 

P.S. a settembre ( magari a tartarughe beach ) arriva la seconda sternotherus ^^

Link to comment
Share on other sites

Ecco qui il sifone

 

112.jpg

 

Niente di complicato, solo una bottiglia di plastica tagliata e dentro infilato il tubo di aspirazione.

 

I tagli laterali fanno entrare l'acqua a qualsiasi livello e la accelerano.

 

Così non aspira il fondo e "ciuccia" il grasso dei latterini e quella dannata patina di proteine.

 

In origine la ghiaia faceva da filtro da fondo di circostanza, era ammonticchiata intorno alla presa d'acqua che pescava attraverso la ghiaia.

 

Ho scartato la soluzione perchè il filtro biologico funziona meglio se non "mangia pesante".

 

Comunque l'acquario funziona da novembre e non ho mai cambiato acqua che analizzo una volta alla settimana.

Link to comment
Share on other sites

quindi se ho capito prendo questa bottiglia naturalmente gli taglio il becco gli faccio quattro o 5 tagli laterali larghi mezzo centimetro (o meno o piu?) e gli infilo dentro l'aspiratore. questo poi fa il suo dovere giusto?

o sbaglio qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

quindi se ho capito prendo questa bottiglia naturalmente gli taglio il becco gli faccio quattro o 5 tagli laterali larghi mezzo centimetro (o meno o piu?) e gli infilo dentro l'aspiratore. questo poi fa il suo dovere giusto?

o sbaglio qualcosa?

 

Giusto, solo di tagli fanne tre che l'acqua entra più veloce (importante per i detriti solidi) e metti l'aspiratore appoggiato sul fondo, così tiene giù tutto.

Link to comment
Share on other sites

Per adesso sui tre acquari il problema c'è solo per le Trachemys.

 

Li metto dentro un piccolo filtro interno duetto 150 che aspira i sedimenti una volta alla settimana.

 

Se ci fosse il filtro da fondo il problema non ci sarebbe.

 

Se no si usa il sifone.

 

In quello delle Ocadie c'è la sabbia, le schifezze restano sopra e le lumache puliscono.

 

Nel terzo con le Graptemys ha della ghiaia piccola come fondo e per adesso ho solo sifonato.

 

Dato che è molto alto il biologico pesca molto in alto e le Graptemys sporcano e mangiano poco.

Link to comment
Share on other sites

con l'arrivo dell'acquario nuovo metto in conto anche un sifone a campana elettrico... mi sembra l'idea migliore e non richiede particolari accorgimenti tecnici ne spazio...

 

speriamo che le due sternotherus facciano amicizia... d'altronde l'acquario e' grande e ho gia progettato le tane per entrambe...

( oh ma quant'e' felice da quando le ho preso i vermi? adesso quando mi avvicino per darle il mangiare fa un casino della miseria, ed e' il primo giorno! )

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.