Jump to content

Laniccia Sul Dorso Delle Tarte


glorybox

Recommended Posts

ciao a tutti,

mi serve il vostro aiuto!

da una settimana ho 2 piccole tartarughine acquatiche (hanno 2 mesi) e oggi ho notato che una presenta come dei piccoli filamenti bianchi che le pendono ai lati del guscio e tra la testa e le zampe (una specie di sottile laniccia)..qualcuno sa di cosa si tratta e in caso come posso intervenire?

lnoltre ho l'impressione che l'altra tarta tenga spesso la bocca aperta quando e' emersa..magari questa e'solo una paranoia ma sono ancora alle prima armi!

Vale

Link to comment
Share on other sites


ti do anch io il benvenuto

aspetta il parere degli esperti ma sarebbe utile sapere la specie delle tartarughe

ci sono alcune che hanno anche il "muschio" addosso e come è l acquaterraio

i valori dell acqua

Link to comment
Share on other sites

dunque..non sono certa della razza delle tarte ma dalle foto che ho visto su internet mi sembrano delle trachemys scripta scripta..l'acquaterrario e' fresco di giornata (con filtro, termoregolatore e lampada) e per quanto riguarda l'acqua e' quella volgare del rubinetto (del resto non mi e' stato specificato diversamente)!

grazie ancora

Link to comment
Share on other sites

Ciao

Non è che sta facendo la muta? Da come la descrivi sembrerebbe la pelle delle zampe e del collo che si stacca, un po' come la nostra dopo l'abbronzatura. Nel caso è assolutamente normale, soprattutto se sono piccole e crescono. Ricorda che in queste fasi hanno bisogno più del solito di calcio e proteine e dei raggi UVB.

 

Se puoi posta una foto.

 

 

Per l'altra, che tiene la bocca aperta, a seconda delle specie è normale che sbadiglino, anche abbastanza a lungo tipo 5, 6 secondi. Se però rimane nella parte emersa senza entrare in acqua e con la bocca aperta sempre allora potrebbe essere grave, specialmente se c'è del muco o fa bolle o strani gorgoglii.

 

Intanto alza la temperatura a 28, 29°.

Se metti dentro nella vasca una bustina di te usata fa qualche cosa come antibatterico ed è meno tossico dello iodio o del betadine, che tra l'altro non è detto tu abbia a portata di mano e sono di difficile dosaggio.

 

Guarda quando nuota se resta dritta o se pende da una parte, perche in quel caso è quasi sicuramente una polmonite (il polmone malato è sgonfio e quindi non da spinta di galleggiamento, quindi quando respira stando ferma rolla secondo il ritmo del respiro)

 

Se è così separala subito dall'altra che c'è rischio che la infetti e portala subito dal veterinario.

 

Facci sapere

 

 

P.S. se ci fosse in linea qualche veterinario o qualche studente di veterinaria o di medicina sarebbe forse una bella idea se si facesse una piccola tabella sui farmaci di uso comune e sul dosaggio.

Link to comment
Share on other sites

non vorrei dire una cavolata ma non puo essere semplicemente il cloro dell acqua che non decantata ha irritato la pelle e il guscio? che se ho capito bene anche ai bordi del guscio ha la lanettina
Link to comment
Share on other sites

Potrebbe essere, però di solito alle tare non fa male, è più un problema per i batteri del filtro biologico o per le branchie dei pesci.

Comunque l'ideale sarebbe lasciare riposare l'acqua un paio di giorni in modo da fare evaporare il cloro, oppure scaldarla(basta quella dello scaldabagno) così il cloro evapora e i sali disciolti precipitano (reminiscenze di chimica).

Anche aggiungere uno di quei prodotti tipo acquasafe aiuta. Oppure se non è tanto grande l'acquario mettici dentro un 50% di acqua minerale naturale, che va benissimo

 

Anche farla riposare però ha i suoi problemi.

Ho messo un bidone da 50 litri sul balcone, ma per fare le sostituzioni parziali ora che siamo a -5° non vi dico.

Link to comment
Share on other sites

ops..veramente della muta non mi era stato detto nulla!

 

pero' in realta' guardandola i filamenti (sottilissimi e bianchi) non sono solo sul collo e sulle zampe ma anche lungo il perimetro del guscio.

 

Detto così sembrerebbe una cosa terrificante, in realta'te ne accorgi solo guardandola bene in acqua; sono comunque sicura che nei giorni scorsi non ce l'aveva..in ogni caso mi potete dire quale specie di tarta presenta il "muschio "sopra il guscio?

 

per quanto riguarda l'altra tarta grazie per le informazioni, mi sono tranquillizzata perche' in effetti sembrano dei piccoli sbadigli (fa una vitaccia!)

 

p.s. non credevo di avere subito una risposta..siete proprio un ottimo prontointervento!

 

Vale

Link to comment
Share on other sites

sono le sternoterus odoratus sono tartarughe che amano stare molto tempo sott acqua cio fa si che gli crescanno delle alghe sul guscio.prova a vedere le schede c' è scritto tutto e molto dettagliatamente
Link to comment
Share on other sites

Originally posted by glorybox@28 gennaio 2006, 22:26

.in ogni caso mi potete dire quale specie di tarta presenta il "muschio "sopra il guscio?

 

Eccola!

 

Clicca sull'immagine per Ingrandirla

a_141.jpg

 

Sembra un giocattolo.

 

Molto bene per l'altra.

 

Se è la pelle prova con un cotton fioc girato delicatamente a toglierne un po' e guardalo con la lente d'ingrandimento. se è pelle lo vedi subito.

 

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

mamma mia che buffe!

 

stasera stessa faccio la prova con i cotton fioc e magari domani vi faccio sapere..mi dispiace vederla nuotare con quella lanugine appesa al guscio!

 

ora comunque faro' altre ricerche su internet per avere info sulla muta (quanto dura etc)

 

ciao e buona serata!

Link to comment
Share on other sites

bè gli schizzi poi... mai sentito fa un odore un po fastidioso ma solo per difesa poi e poi se non la torturi non fa niente,non è una specie molto socievole con molte altre speci ma non SCHIZZA chi si avvicina
Link to comment
Share on other sites

Un'ultima cosa.

Se hai appena preparato l'acquario, ricordati di fare maturare il filtro biologico, servono da 15 a 30 giorni senza tartarughe ma con il fondo e le piante già in sede e con l'acqua rigorosamente senza cloro.

 

Si, lo so, lo scopriamo tutti dopo e ci chiediamo dove mettere le tartarughe nel frattempo.

 

Non ti spiego come funziona ma basta che cerchi con il motore di ricerca "filtro biologico" e trovi decine di spiegazioni con schemi e tutto, fatte di solito per acquari marini o tropicali con problemi enormi di qualità dell'acqua.

 

La cosa più semplice è tenere duro per 15 giorni senza filtro nell'acquario tenendolo in funzione dentro un catino con il materiale per il fondo e le eventuali piante. Alle tartarughe lascia il riscaldatore.

 

Se non fai così l'acqua si sporca di ammoniaca in 5 o 6 giorni, non c'è niente da fare!

 

Finito il periodo di maturazione trasferisci tutto, acqua inclusa, nell'acquario. a quel punto te la cavi con sostituzioni parziali dell'acqua declorata (30% alla settimana anche per compensare l'evaporazione)

 

Conviene prendere un sifone con un tubo lungo e tenere le vasche su qualche mobile ad almeno 1 mt da terra.

 

Con un innaffiatoio poi fai i travasi al volo senza annegare e senza spaccarti la schiena.

 

 

Ciao e buon divertimento

 

P.s. Lo so che stai dicendo "oddio, chi me lo ha fatto fare"!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.