Jump to content

Letargo In Casa,come?


elgringo

Recommended Posts

ciao ragazzi,sto da un pò di giorni a notare i comportamenti delle mie 2 tarte appena arrivate a casa...età 4-5 anni,razza greche,visto che da quando son in casa non mangiano niente,le ho nello scatolo con la lampada per rettili accesa da mezzogiorno sino alle 20,poi spengo,noto che si addormentano e stanno nella stessa posizione fino a CHE NON ACCENDO LA LUCE E RICOMINCIANO A MUOVERSI,MA DI MANGIARE NON VOGLIONO SAPERNE...a questo punto forse ho capito che vogliono andare in letargo ed è forse la cosa migliore e più naturale anche perchè una delle due l'ho salvata da un kamadò di ribaltamento almeno 5 o 6 volte :angry: ...mi dite come e quando devo farcele andare e poi cominciando da oggi in che periodo poi farle ritorenare in attività con la speranza che mangino qualcosa?
Link to comment
Share on other sites


normale che vogliono andare in letargo (per quello non mangiano), cambiando loro la temperatura lo stai di fatto impedendo senza volere, cmq dove le tieni in casa o fuori?

 

 

ora devi solo abituarle al letargo diminuendo la temperatura gradualmente, è sufficiente poi una temperatura tra lo zero e i 10 gradi per il letargo... in primavera non devi svegliarle... ci pensano loro :D

 

in ogni caso leggi tutti i post sull'argomento e se hai ancora qualche dubbio... siamo tutti qui :)

Link to comment
Share on other sites

ciao giorgio e grazie per avermi risposto...le tarte sono in casa,le ho in camera mia ,la temperatura non è mai inferiore ai 15 gradi e le ho anche acceso la lampada per rettili,metterle fuori non ne ho proprio idea,penso che cmq mi morirebbero ,soprattutto col freddo di questi giorni,cmq se continuo a tenerle così come stanno in semiveglia va bene o stanno male?a mangiare non mangiano nemmeno se le forzo ma ho paura che tenendole così esauriscono le forze..sbaglio?poi ho notato che se le tolgo la lampada rimangono ferme e non si spostano poi tanto,cmq adesso ad esempio le ho controllate e sono entrambe sotto la lampada ma con la testa dentro solo a riscaldarsi,cmq dici che gliela devo togliere e tenerle così magari con un coperchio sullo scatolo in modo che non le arrivi la luce diretta o posso farle svernare anche così?se si in questo caso che accorgimenti dovrei adottare?ho provato alegger un pò in giro ma se mi aiutate nel caso concreto forse è meglio....GRAZIE A TUTTI :rolleyes:
Link to comment
Share on other sites

Elgringo, anch'io ho di recente messo una tartina in casa, dato che si era svegliata dal letargo, non mangia e i suoi movimenti sono rari.

Onestamente sembra stia bene, ma credo che anche se la temperatura è abbondantemente al di sopra dei 10°, le piccine invece di fare letargo, si limitano ad un dormiveglia, che a mio modo di vedere le cose è ancora più rischioso dello stesso letargo.

 

Infatti, Si muovono (anche se pochissimo), ma non mangiano e non bevono!!!

 

Mi domando come cavolo possono fare a sopravvivere.

 

Cassiopea, la mia piccina, non tocca cibo e si muove davvero pochino.

In questa fase, il loro metabolismo è rallentato al pari di un animale in letargo oppure ha già ripreso i ritmi normali? <_>

 

Ho notato inoltre, che se le metti al sole, anche se dietro un vetro, il caldo le spinge fuori dal carapace e riprendono le loro attività........

 

Avete suggerimenti anche per me, oltre che per elgringo?

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

>

 

Niko, la teoria la sai. La pratica la stai sperimentando. Hai, per conto tuo, fatto delle scelte valutando i varii apporti in base alla tua situazione ambientale e tartarughesca.

Puoi dare tu le impostazioni base per avviare il letargo delle tarte di elgringo.

E poi si lavora di gruppo come al solito, integrando con le varie esperienze o, eventualmente, puntualizzando o correggendo qualche cosa.

 

Dai, lanciati ;)

Link to comment
Share on other sites

Prima cosa misura e pesa le tarte.

Info su pesi e misure alla pagina:

http://digilander.libero.it/ediflip/tartar...sure/misure.htm

Secondo:

non modificare per il momento le temp. I 15-20 gradi sono quella via di mezzo che non e' ne' carne ne' pesce, NON va assolutamente bene come temp., MA e' una temp. che facilita lo slittamento sia verso il letargo sia verso il risveglio vero se fosse il caso.

 

Ulteriore info. Da te c'e' un ambiente/luogo ove sia possibile avere temp. stabili sui 5-8 gradi? Se no, quale e' la situazione disponibile che piu' si avvicinerebbe (n.b. non esposta al sole)?

Link to comment
Share on other sites

Messaggio ricevuto!!!

 

Allora, el gringo, ti racconto cosa faccio io con la mia piccina.

Dato che, come giustamente sottolineava Anna, la temperatura di casa è una giusta via di mezzo tra il letargo e la piena attività, Provvederò a spostare il terrario (dove c'è Calliphora, l'altra piccina), prima in garage, dove la temperatura si mantiene costante tra i 0° e i 5° (non metto mai la macchina in garage, quindi non corro rischi di asfissiamento dovuto ai gas di scarico), e poi eventualmente, lo sposterò fuori, magari verso la fine di febbraio, quando la temperatura è un po' più altina e non corro il rischio di gelate notturne.

Considerando che sei di Napoli, credo tu possa lavorare un pelino in anticipo rispetto ai miei tempi, dato che la temperatura è di gran lunga più alta (vero?)

 

Da, lì, poi aspetterò che il risveglio arrivi da solo......preoccupandomi solo se supera la metà di Aprile.

 

Alla primavera, potrei anche inumidire un pelino le foglie che ho utilizzato per ricoprire le bestioline, in maniera tale da simulare la pioggerella primaverile e indurle a svegliarsi.

 

Dopo, tutta la procedura del bagnetto e del cibo......... :rolleyes:

 

Quindi, traendo le conclusioni, reputo errato tenerle in casa alla temperatura che hai tu (15° almeno, se non sbaglio), perchè come hai giustamente intuito, non si nutrono ma non stanno nemmeno ferme!!!

Non hai un sottotetto?, un sottoscala? un garage?........ ;)

 

Per Anna Se incoraggiassi in questo modo la nazionale Italiana, saremmo già campioni del mondo........ ;) :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

perfetto!!!

 

ora penso sia chiaro il fatto che una temperatura media non serve a niente per cui dovete decidere voi come agire

 

se le tenete in casa e sveglie vanno assolutamente arredate con lampade etc. alla temperatura ESTIVA altrimenti elgringo devi fare come morfeus e metterle in un posto dove la temperatura NON superi i 10°

Link to comment
Share on other sites

grazie a tutti per la gentilezza e le dritte che mi state dando,penso che a questo punto le metterò in una stanza dove i termosifoni non li accendiamo mai,ecco lì dovrebbero andare in letargo perchè le temperature non credo che vadano sopra i 10 gradi..poi se verso i primi di marzo non dovessero svegliarsi,credo proprio che le sveglierò io,incrociamo le dita,per ora sono ancora belle attive ma credo che con l'imbrunire si rintaneranno :lol:
Link to comment
Share on other sites

Elgringo, non ti fidare delle "impressioni" e usa dei termometri per la verifica delle temperature.

I piu' economici e tutto sommato abbastanza affidabili sono quelli che si usano nei frigo e freezer. Li trovi anche in blister nei reparti casalinghi e/o elettrodomestici.

Sono moooolto migliori di quelli economici per acquari.

Link to comment
Share on other sites

Giusto per dovere di cronaca, Cassiopea ha mangiato e sta mangiando come un bue.......

 

Ho notato che ha le labbra un po' bianche, sarà qualcosa di particolare? <_>

Link to comment
Share on other sites

giusto per la cronaca,le mie tartine(CALOGERO e AGATA),sembra siano andate in letargo :lol: appena ho tolto la luce dallo scatolo,ora le ho coperte e la luce non arriva ma ho deciso di tenerle cmq in camera con me,con questi freddi non si sa mai...ora per monitorarle mi affiderò al vedere ogni settimana se si muovono ..intanto il mangiare non lo sto mettendo,infatti già non mangiavano,per l'acqua devo cmq tenerla?

 

SALUTI a tutti

Link to comment
Share on other sites

L'acqua puoi anche tenerla, ma nella tua stanza che temperatura hai?

 

Anna io non gioco con le tartarughe, l'ho tolta dal gelo, per evitare un suo assideramento.....

Non ha mangiato per i primi due giorni, ma andava in giro a scorrazzare!!!

Il terzo giorno ha cominciato a mangiare e ora divora tutto quanto metto a sua disposizione!!!

Non mi pare di avere giocato, ma mi pare di aver fatto tutto quanto nelle mie passibilità per evitare che soccombesse d'innanzi il freddo.....

 

MA OGNUNO HA LA SUA OPINIONE!!!

:rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.