Jump to content

Sarebbe giusto un letargo così ?


Derek

Recommended Posts

Ciao...scusate...questo è il primo letrgo che faccio fare alle 2 Horsfieldi...

 

Hanno 10 Anni e sono all'aperto da questa primavera. Ho allestito un riparo a prova di intemperie, isolato e impermeabile. (vedi Foto)

 

Loro lo disdegnano perchè preferiscono incastrarsi sotto una tegola o sotto un cespuglio ... però per il letargo ho pensato che potesse essere il riparo migliore.Magari con un po' di paglia e foglie secche...

 

DOMANDA :

 

Se io quando vedo che sono quasi per andare in letargo le mettessi in un'area circoscritta intorno alla casa così che quello diventi il loro unico rifugio...e che quindi vadano li a fare il letrgo ? Sarebbe giusto oppure un animale deve sceglierselo lui il posto "ideale" ?

 

Essendo il loro 1° letargo e non avendo dato segni di grande intelligenza nello scegliersi i ripari (erano sempre all'acqua..."riparate" sotto una foglia di tarassaco o in un angolo qualsiasi :shocked3: ) mi chiedevo quale fosse la cosa + giusta da fare...

 

 

CONSIGLI ? da voi che siete moolto + esperti ? Grazie 1000!:wink3:

 

Foto della Casa Isolata e impermeabilizzata :

 

http://img257.imageshack.us/img257/3043/dscn6585ag5.jpg

Link to comment
Share on other sites


bellisssimo rifugio :)

io posso dirti che le mie l'estate preferiscono la casetta in legno ai cespugli, ma l'inverno ognuna ha il suo posto fisso dove interrarsi e nessuna sceglie la casa in legno :)

Forse è meglio se lasci fare a loro, poi magari aggiungi paglia o foglie nel punto dv si interrano :)

Link to comment
Share on other sites

bellisssimo rifugio :)

io posso dirti che le mie l'estate preferiscono la casetta in legno ai cespugli, ma l'inverno ognuna ha il suo posto fisso dove interrarsi e nessuna sceglie la casa in legno :)

Forse è meglio se lasci fare a loro, poi magari aggiungi paglia o foglie nel punto dv si interrano :)

 

 

è una cosa che interessa pure me.....ma come fate ad aggiungere foglie o fieno nel punto in cui loro si interrano se sono interrate...??!! riuscite a capire dove sono anche se non le vedete...???!!! ... può sembrare una domanda ironica ma in realtà non lo è....!! anch'io se dovessi spostarle una volta che si sono interrate come faccio a trovarle.....???!!!

 

:hissyfit: :tongue3:

Link to comment
Share on other sites

è una cosa che interessa pure me.....ma come fate ad aggiungere foglie o fieno nel punto in cui loro si interrano se sono interrate...??!! riuscite a capire dove sono anche se non le vedete...???!!! ... può sembrare una domanda ironica ma in realtà non lo è....!! anch'io se dovessi spostarle una volta che si sono interrate come faccio a trovarle.....???!!!

 

:hissyfit: :tongue3:

quando le mie vanno in letargo, di solito, non lo fanno di botto!! Intanto fanno letargo sempre negli stessi punti, poi le vedi interrarsi appena le temperature si abbassano, per poi riemergere per brevi bagni di sole non appena il tempo migliora, ma rimangono per lo piu nella buchetta tirando fuori solo il carapace e verso l'imbrunire si risotterrano....finchè nn smettono del tutto di risalire. Alemno le mie si comportano cosi...e quindi so sempre dove sono.

Link to comment
Share on other sites

di solito è meglio che lo scelgono loro il posto per il letargo, pero' dato che è il primo letargo forse sono un po inesperte.

La casetta va benissimo, se è impermeabile è perfetta, poi ci metti delle foglie secche o paglia, cosi' stanno meglio.

Se invece a loro non piace la casetta e si interrano in un altro posto, dipende dalla temperatura invernale, se l'inverno è rigido con temperature molto basse è meglio la casetta, se l'inverno è mite allora ok non ne corri grossi rischi.

Secondo me dato che è il primo letargo meglio la casetta, mettigli la tegola dentro o trova un modo per farle svernare li.

Link to comment
Share on other sites

quando si piazzano nel posto sbagliato si prendono e si spostano. Se sono abbastanza addormentate non si spostano piu. E se si spostano noi le rispostiamo.

 

comunque l'idea di aggiungere una tegola in tana potrebbe avere successo

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille ! :wink3:

 

Allora provvedo oggi stesso..anche se in anticipo, magari si abituano all'idea della tegola nella casetta.

 

Per quanto riguarda le temperature...ho letto che muoiono sotto i 2°C !

Ma allora che inverno dovrebbe essere per non scendere sotto i 2 °C ????

 

Diciamo che le temp d'inverno scendono sotto lo 0°C ...no? Non sempre però ogni tanto, verso dicembre e gennaio...

 

come è possibile che muoiano ? la mia THB (Uga) sono 8 anni che lo fa in giardino e non le è mai successo niente con temp ben sotto lo 0°C !

 

Cosa mi dite a proposito ? è vero o falso ? :eek3:

Link to comment
Share on other sites

forse le statistiche anna le sa bene, ma anche le mie derek fanno letargo da piu di 10 anni in giardino e anche se Roma ha inverni miti, ci sono periodi (gennaio/febbraio) in cui scendono sotto lo zero!!Eppure nn sono morte..ne mai ammalate, ne altro...poi bo
Link to comment
Share on other sites

Ma poi...ora che ci penso...dicono che il letargo cmq deve andare da 0 a 10 gradi!!! quindi scendere sotto i 2° nn puo essere certo pericoloso!! forse troppo sotto lo zero si..
Link to comment
Share on other sites

sopra i 2 gradi.

 

Facendo delle protezioni adeguate al clima non arrivano mai a temp. di congelamento.

 

Ma per questo occorre seguire le indicazioni pratiche degli esperti delle zone fredde ;)

In linea di massima con un bel po' di foglie, con tane di legno ed eventualmente non tessuto non tessuto, vedo che le tarte se la cavano bene.

 

Le tarte vecchie sopravvissute senza nessuna attenzione sono il risultato di una selezione. Quelle deboli sono morte da piccole

Link to comment
Share on other sites

quindi se le mie sono vive lo devo a mamma natura? io prima nn le coprivo mai, solo l'anno scorso ho provveduto...mi preoccupavo piu per le baby in effetti...mmm uff
Link to comment
Share on other sites

le mie sono sono sempre adate in letargo spontaneamente, ciascuna nel proprio angolino/buchetta, ogni anno lo stesso.

in effetti a Roma è difficile che geli, ma dite che con il caldo che ha fatto questa estate (in genere poi si "vendica" d'inverno...), se farà troppo freddo dovrò spostarle?

con la piccola pensavo di attrezzarle il terrario dov'è ora da quando è nata (10 gg), o forse devo farle fare qualche "giro" con le grandi, prima?

Link to comment
Share on other sites

 

...ho letto che muoiono sotto i 2°C !

 

 

ma dove l'hai letto???:eek3:

le mie,che hanno tra 1 e 3 anni ,hanno passato ogni letargo all'aperto. (Vivono in un terrario-recinto esterno) e qui da me (in Lombardia) scendiamo spesso sotto lo zero ma nessuna è morta!!!

Link to comment
Share on other sites

Grazie a Tutti...in effetti ero sorpreso anche io dei due gradi...

Perciò le tarrò all'aperto..magari cercando di convincerle a farlo nella casetta

(che non ha il pavimento...quindi posso scavare finche vogliono...)

 

Grazie per i consigli.

 

Ps. grazie per la dritta,gaia, essendo che siamo +o- alle stesse altitudini mi conforta sapere che non corrono pericolo.

Cmq l'ho letto sulla loro scheda ... guarda qua:

 

In alcune pubblicazioni scientifiche è stato asserito che, per sopravvivere alle avverse condizioni ambientali del loro areale, questa specie possa resistere in letargo a temperature di - 4.8°C, disponendo di fluidi corporei con funzioni di antigelo.

Per altri autori le temperature minime di sopravvivenza sono di soli 2°C.

La temperatura ottimale per il letargo è di 4°/5°C.

Il risveglio dal letargo avviene con temperature corporee di 8°/10°C.

questo è scritto qui :

http://www.tartaportal.it/index.php?ind=schede&op=entry_view&iden=79

 

ma anche :

http://it.wikipedia.org/wiki/Testudo_horsfieldii_horsfieldii

(che è lo stesso articolo...)

 

Cmq sicuramente mi fido di + della vostra esperienza e dei vostri consigli...senza togliere nulla a madre natura !:wink3:

Perciò lascerò che si facciano il loro letargo nella casetta...al max ci metterò della paglia sopra e stop.

GRAZIE A TUTTI !

Link to comment
Share on other sites

ciao derek,

credo anke ke la temperatura sotto terra sia anke + alta di quella dell'aria.

 

poi..

c'è l'erba anke nella casetta?

forse ti conviene toglierla, visto ke porta umidità.

aspettiamo anke altri pareri.

ciao:)

Link to comment
Share on other sites

è importante che lo facciano nella casetta anche perchè il pericolo piu' grande è l'acqua. Se ad esempio si mettono in un posto dove, quando piove l'acqua ristagna e il terreno non l'assorbe rischiano l'annegamento.

E il pericolo dell'acqua vale anche per le gelate. Le gelate ci sono anche a 1 o 2 gradi.

Quando si interrano, basta ricoprire di foglie ed il gioco è fatto.

Per esperienza personale, protezione contro la pioggia e foglie sono la soluzione ideale, ne il ghiaccio ne la neve le ha scalfite.

Poi le tarte hano una grande resistenza, sono forti!!!

Link to comment
Share on other sites

si..ma bastano foglie secche sul riparo....

per esempio se io le mie le sposto...loro si rispostano!!! dovrei aspettare proprio che siano addormentatissime...ma cosi mi sembra di interagire troppo...insomma lo sapranno loro il posto migliore no?? al massimo possiamo ricoprire con fogliame la tana scelta...

diverso se si tratta i baby al primo letargo....mi preoccuperei di piu....

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.