Jump to content

cuccia x letargo x hermannino


KirkStarT

Recommended Posts

Ho un piccolo hermanni di cui non so quantificare l'età ma pesa 113 gr ed il carapace misura 68x78.

Ho pensato di realizzare questa cuccetta per il letargo da riporre all'esterno del mio giardino in una specie di sgabuzzino senza porta per cui aria dovrebbe circolare:

 

1 - prendo una cassetta tipo quelle della frutta in legno o cartone, sul fondo adagio un foglio di carta e cospargo con almeno 6 cm di terriccio. Nella prima meta' metto sul terreno qualche foglia secca e un po' di paglia; in questo modo l'animaletto deciderà quando rintanarsi! Che ne pensate ?

2 - Come capisco quando effettuare il trasloco ? Quando inizia a far freddo?

3 - Nella cassettina devo lasciare qualche cosa da mangiare ? So che prima del lungo sonno devono digiunare almeno 3 sett. ma se non ritenessero opportuno il periodo da me programmato morirebbero di fame.

4- Mi consigliate di mettere una rete mettallica per protezione contro i ratti?

 

Kirk

Link to comment
Share on other sites


Con quel peso la tartaruga dovrebbe avere circa due anni; per la "cuccia" potrebbe andare bene la cassetta della frutta nel modo che tu hai indicato, sempre che nello sgabuzzino la temperatura non superi i 10° durante il letargo; ma abitualmente la tieni in giardino o in terrario? Se la hai in giardino puoi lasciarla tranquillamente lì visto che nella tua zona è raro che faccia un gran freddo, invece se la hai nel terrario conviene che abbassi gradualmente la temperatura in modo che inizi a digiunare autonomamente per poi "traslocarla" quando vedi che inizia ad interrarsi.

Che muoia nel periodo di pre-letargo mi sembra impossibile visto che il loro "metabolismo" è molto rallentato, io lascierei solo una ciotolina con dell'acqua, specie per il risveglio.

 

Infine se sai che girano dei topi lì intorno conviene proteggerla, altrimenti non ce n'è bisogno visto che dovrebbe essere una tarta di 8/9cm!

CIAO

Link to comment
Share on other sites

Con quel peso la tartaruga dovrebbe avere circa due anni; per la "cuccia" potrebbe andare bene la cassetta della frutta nel modo che tu hai indicato, sempre che nello sgabuzzino la temperatura non superi i 10° durante il letargo; ma abitualmente la tieni in giardino o in terrario? Se la hai in giardino puoi lasciarla tranquillamente lì visto che nella tua zona è raro che faccia un gran freddo, invece se la hai nel terrario conviene che abbassi gradualmente la temperatura in modo che inizi a digiunare autonomamente per poi "traslocarla" quando vedi che inizia ad interrarsi.

Che muoia nel periodo di pre-letargo mi sembra impossibile visto che il loro "metabolismo" è molto rallentato, io lascierei solo una ciotolina con dell'acqua, specie per il risveglio.

 

Infine se sai che girano dei topi lì intorno conviene proteggerla, altrimenti non ce n'è bisogno visto che dovrebbe essere una tarta di 8/9cm!

CIAO

 

1- Dalle mie parti la temperatura e' abbastanza mite e non ci sono inverni particolarmente freddi, anzi... mi conviene monitorare la temperatura dello sgabuzzino ?

La tengo in giardino (mi e' stata regalata a Maggio).

2-Quale oggetto mi consigli di utilizzare per metterci l'acqua ? Se prendo un tappo di un barattolo di vetro abbia i bordi troppo bassi.

3-Conviene mettere il recipiente dell'acqua appena traslocata e riempirlo di volta in volta ?

 

grazie di nuovo.

Link to comment
Share on other sites

1- Dalle mie parti la temperatura e' abbastanza mite e non ci sono inverni particolarmente freddi, anzi... mi conviene monitorare la temperatura dello sgabuzzino ?

 

piu' semplicemente puoi lasciarle fuori, quando si interra la sposti (se vuoi, altrim la lasci fuori). Lasciandola fuori inoltre lei vede la temp e decide quando smettere di mangiare.

 

 

2-Quale oggetto mi consigli di utilizzare per metterci l'acqua ? Se prendo un tappo di un barattolo di vetro abbia i bordi troppo bassi.

 

Puoi usare un sottovaso (di plastica o ceramica) riempiendolo al max x 2 cm, oppure metti delle pietre "piatte" sul fondo.

 

3-Conviene mettere il recipiente dell'acqua appena traslocata e riempirlo di volta in volta ?

 

?? non ho capito che intendi..... quando l'acqua sta finendo aggiungi..

Link to comment
Share on other sites

1- Dalle mie parti la temperatura e' abbastanza mite e non ci sono inverni particolarmente freddi, anzi... mi conviene monitorare la temperatura dello sgabuzzino ?

 

piu' semplicemente puoi lasciarle fuori, quando si interra la sposti (se vuoi, altrim la lasci fuori). Lasciandola fuori inoltre lei vede la temp e decide quando smettere di mangiare.

 

 

2-Quale oggetto mi consigli di utilizzare per metterci l'acqua ? Se prendo un tappo di un barattolo di vetro abbia i bordi troppo bassi.

 

Puoi usare un sottovaso (di plastica o ceramica) riempiendolo al max x 2 cm, oppure metti delle pietre "piatte" sul fondo.

 

3-Conviene mettere il recipiente dell'acqua appena traslocata e riempirlo di volta in volta ?

 

?? non ho capito che intendi..... quando l'acqua sta finendo aggiungi..

 

Per il punto 3 intendo che una volta messe a "dimora" le tarte nella cassetta devo mettere subito l'acqua (verso Novembre) o solo alla fine del letargo verso Febbraio-Marzo assicurandomi che rimanga sempre colma. sempre?

 

Non ho capito perche' nel recipiente devono esserci delle pietre piatte.

Link to comment
Share on other sites

le pietre piatte penso servano per il livello dell'acqua, cosi nn affoga!!

l'acqua evapora e quindi per nn lasciarla a secco ogni tanto aggiungi acqua(meglio se la cambi ed è fresca tutti i igorni!)

Durante il letargo nn credo serva acqua cmq...o meglio io nn metto ne acqua ne cibo una volta interrate definitivamente per il letargo..

Link to comment
Share on other sites

le pietre piatte penso servano per il livello dell'acqua, cosi nn affoga!!

 

esatto! Soprattutto se si ribalta dentro. E poi puo' usarle come appigli. L'acqua anche durante il letargo così se c'e' qualche giorno un po' + caldo e si svegliano possono bere se vogliono

Link to comment
Share on other sites

Ok, ti hanno risposto già gli altri...

 

L'unico consiglio appunto è di lasciarle all'aperto in giardino; è inutile col tuo clima mite metterle in sgabuzzino...io sono di Torino e tra Gennaio e Febbraio l'80% delle notti vado sotto zero e non dovrei avere problemi, figuriamoci a Livorno...

CIAO!

Link to comment
Share on other sites

Ok, ti hanno risposto già gli altri...

 

L'unico consiglio appunto è di lasciarle all'aperto in giardino; è inutile col tuo clima mite metterle in sgabuzzino...io sono di Torino e tra Gennaio e Febbraio l'80% delle notti vado sotto zero e non dovrei avere problemi, figuriamoci a Livorno...

CIAO!

 

il problema e' che se viene un acquazzone come ne sono venuti l'anno scorso il giardino si allaga e per un paio di ore rimane coperto dall'acqua. Puo' essere pericoloso ?

Link to comment
Share on other sites

il problema e' che se viene un acquazzone come ne sono venuti l'anno scorso il giardino si allaga e per un paio di ore rimane coperto dall'acqua. Puo' essere pericoloso ?

si puo' esserlo. se fai una zona piu' alta? sposti un po' di terra.....

Link to comment
Share on other sites

il problema e' che se viene un acquazzone come ne sono venuti l'anno scorso il giardino si allaga e per un paio di ore rimane coperto dall'acqua. Puo' essere pericoloso ?

 

A beh, questo è un altro discorso, le tarte affogano se si allaga...una soluzione sarebbe rialzare alcune zone con la terra in modo che l'acqua non ristagni lì e magari ripararle con delle "pareti e soffitti di legno" in modo che fungano da riparo. Quando vedrai che la tarta va in letargo, la potrai spostare in quelle zone rialzate ricordandoti sempre di coprire con un po' di foglie secche!

Link to comment
Share on other sites

Ok, ti hanno risposto già gli altri...

 

L'unico consiglio appunto è di lasciarle all'aperto in giardino; è inutile col tuo clima mite metterle in sgabuzzino...io sono di Torino e tra Gennaio e Febbraio l'80% delle notti vado sotto zero e non dovrei avere problemi, figuriamoci a Livorno...

CIAO!

 

Ho notato che la mia piccoletta, nonostante la temp. sia in prima mattina intorno ai 16°-18°, tende a uscire poco, si interra e sta nascosta quasi tutto il giorno. Non mi sembra ora di letargo ! Il giorno ci sono sempre almeno 25° fuori. E' meglio che la metta in una cassetta e inizi a prepararla al letargo ?

Link to comment
Share on other sites

Come dice Anna è presto...se è nuvolo è normale, altrimenti può darsi che sia una tarta un po' pigra! Verifica comunque che non abbia qualche problema! Verifica occhi, bocca e feci se puoi!
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.