Jump to content

Uga Ricoverata...


Cory

Recommended Posts

Dopo averla osservata per un pò, oggi, ho deciso di chiamare il tartavet.

Sempre più apatica e senza aprire bocca da un paio di giorni: così non poteva andare.

Le zampette posteriori divaricate, le continue contrazioni della codina e l'inusuale numero delle uova deposte lunedì (1, espulso per giunta fuori dalla fossetta che aveva scavato con tanto impegno) mi hanno fatto pensare a un problema di ritenzione. Il tartologo ha confermato.

Gliel'ho portata nel pomeriggio, l'ha ricoverata per iniziare a somministrargli la terapia.

Speriamo si riprenda presto, sono tanto in pena per la mia piccola... :(

Incrociamo le dita!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 171
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Facciamo gli auguri ad Uga!!

 

Ma per la ritenzione che fanno i vet??

Dovrebbero incidere e toglierle manualmente, credo,

una sorta di parto cesareo, no??

Link to comment
Share on other sites

Facciamo gli auguri ad Uga!!

 

Ma per la ritenzione che fanno i vet??

Dovrebbero incidere e toglierle manualmente, credo,

una sorta di parto cesareo, no??

 

in genere somministrano dei farmaci se non c'e' un corpo ostruente eccessivamente grosso.

 

Il "cesaseo" richiederebbe l'asportazione del piastrone

Link to comment
Share on other sites

Grazie dell'appoggio ragazzi, è confortante sentirvi partecipi della mia situazione!

E crepi il lupo! :)

Al momento si sta procedendo con delle iniezioni, mi ha spiegato tutto nel dettaglio ma non ricordando bene il nome dei farmaci e non essendo io una grandissima esperta in materia non ve li saprei riportare correttamente credo. Dovrebbero comunque avere l'effetto di stimolare la dilatazione del condotto che dall'utero porta le uova ad uscire verso l'esterno (spiegazione mia, molto poco scientifica, per farvi capire). E poi sta somministrando anche un pò di calcio. Mi ha detto che a volte la terapia porta alla risoluzione del problema entro 48 h.

La radiografia la farà domani (qualora la cosa non si dovesse sbloccare entro oggi, come spero!). Ieri stesso non è stato possibile per diversi motivi.

Dopo la visita e dopo ciò che gli ho descritto io mi ha comunque detto che il problema è con ogni probabilità questo.

Di intervento per adesso non mi ha parlato, spero tanto di evitarlo! :(

Vi aggiorno!

Link to comment
Share on other sites

Di intervento per adesso non mi ha parlato, spero tanto di evitarlo! :(

Vi aggiorno!

 

l'intervento e' molto complesso e richiede anestesia, che e' anch'essa non facile, a meno di avere competenza specifica di anestesia di tartarughe.

In genere non si fa, quindi.

Link to comment
Share on other sites

Già...

Infatti al momento non me ne ha nemmeno accenato.

Gli ho telefonato un'oretta fa.

La terapia è stata somministrata anche questa mattina, c'è stato un piccolo aumento delle dosi, sempre per favorire la mobilità.

Al momento comunque lei rimane moscia come quando gliel'ho portata ieri, e non ci sono nemmeno delle contrazioni della coda.

La situazione è stazionaria insomma.

Speriamo in un miglioramento nel pomeriggio....lo spero davvero.

Link to comment
Share on other sites

Speriamo, grazie!

Credo non ci siano novità, altrimenti il tartavet si sarebbe fatto sentire.

Domani vorrei andarla a trovare...

Intanto mi auguro di non aver aspettato troppo tempo ad agire.

Forse nel volerle evitare il trauma di abbandonare il suo habitat nella speranza che proprio la familiarità del suo ambiente l' aiutasse a deporre, ho aspettato più del dovuto...

E mi chiedo: ma una tarta in ricovero, anche se supportata da adeguata terapia, riesce ad espellere le uova....che in genere invece tende a tenere dentro proprio in mancanza delle condizioni ottimali per deporre?

 

Avete mai sentito di tarta che riescono a farcela a uscire da questa situazione?

Sono un pò giù... :(

Link to comment
Share on other sites

Speriamo, grazie!

Credo non ci siano novità, altrimenti il tartavet si sarebbe fatto sentire.

Domani vorrei andarla a trovare...

Intanto mi auguro di non aver aspettato troppo tempo ad agire.

Forse nel volerle evitare il trauma di abbandonare il suo habitat nella speranza che proprio la familiarità del suo ambiente l' aiutasse a deporre, ho aspettato più del dovuto...

E mi chiedo: ma una tarta in ricovero, anche se supportata da adeguata terapia, riesce ad espellere le uova....che in genere invece tende a tenere dentro proprio in mancanza delle condizioni ottimali per deporre?

 

Avete mai sentito di tarta che riescono a farcela a uscire da questa situazione?

Sono un pò giù... :(

 

 

 

:hug: :hug: :hug:

 

 

 

la ritenzione e' un fenomeno piuttosto comune nelle tarte che passano molto tempo in terrario -----> quelle che vivono ad es. nell'europa del nord, che possono uscire solo per pochissimi mesi.

Essendo non insolito, anche i medicinali sono stati sperimentati. Esiste molta casistica. (buono!!!!)

Sono medicinali che stimolano le contrazioni (n.b. a volte basta la sola somministrazione del calcio per stimolare le contrazioni)

La complicazione seria potrebbe essere un uovo enormissimo che fa da tappo.... e speriamo che non sia questo il caso! La radiografia comunque lo fa vedere.

 

Intanto mi auguro di non aver aspettato troppo tempo ad agire.

 

Il troppo tempo di permanenza delle uova aumenta il volume delle uova. Possono continuare ad accumulare strati di calcio sul guscio, diventando sempre piu' grandi e sempre piu' difficili da far passare.

Con il tempo che e' passato la cosa e' altamente improbabile (di impossibile non c'e' mai nulla con le tarte)

 

da me una ritenzione e' stata causata da un numero eccessivo di uova.

http://digilander.libero.it/ediflip/pato3/lastre.htm

Abbiamo aspettato un bel po' (io ero ormai in fibrillazione ma la mia vet NON moriva dalla voglia di procedere). alla fine si e' decisa, abbiamo fissato l'appuntamento,.... e la tarta l'ha preceduta di poche ore :)

... contente in 3....

Link to comment
Share on other sites

Capisco... ti ringrazio per l'incoraggiamento e per le tue spiegazioni sempre preziosissime.

In realtà quello che so io è che la tarta non ha deposto a maggio, nemmeno scavava, ma come ho scritto in numerosi post, notavo già i primi segni di leggera apatia.

Poi ,lunedì scorso, la fuoriuscita del primo uovo. Mi ero tranquillizzata.

Non ho esperienza al riguardo, era la prima deposizione per lei ma anche per me!

La cosa che mi ha un pò sorpresa, però, è stata la dimensione dell'uovo che rispetto alle foto e ai video visti su internet (grazie soprattutto al vostro sito) mi è sembrato abbastanza più grosso e più spesso di come lo immaginassi.

Il che, associato alle tue parole, mi lascia proprio pensare che si fosse ingrandito a causa della ritenzione, che evidentemente andava avanti già da un pò.

Spero tanto che la radiografia, domani, escluda il pericolo di una problematica formazione-tappo...e che la terapia nel giro di un paio di giorni dia il risultato sperato anche se lei è scombussolata dal cambiamento di luogo... :(

Sono così triste....quando gliel'ho lasciata era così apatica... quasi non si muoveva.

Non vedo l'ora che sia domani, ho bisogno di sapere qualcosa tramite le lastre...

 

Grazie ancora del supporto!

Link to comment
Share on other sites

che bruto trovarsi in una situazione di "impotenza" però la tuia tarta è in buone mani e in un modo o nell'altro si risolverà tutto! speriamo si risolva nel modo meno invasivo, ma cmq vedrai che tra un po gironzolerà di nuovo :-)
Link to comment
Share on other sites

Lo spero.

Intanto resta stazionaria. :(

Domani vado a trovarla...

Vi faccio sapere. Grazie a tutti :)

Link to comment
Share on other sites

Coraggio dai! Continua a pregare per la tua tarta. Piccola nota: io ho una tarta maschio e una femmina, ma per fortuna non si accoppiano.. anche perchè non voglio altre tarte, non ho molto spazio... avrei paura di vedere la mia tarta incinta.. se poi succedono tutti sti casini..

Comunque, come mai non si accoppiano? Sono 8 anni che le tengo assieme. Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Ciao ragazzi!

Sono appena rientrata, ho fatto visita ad Ughetta. :)

Il tartavet le ha fatto la radiografia.

Le sono rimaste dentro 2 uova: una più interna, un'altra già incanalata nel condotto uterino, pronto per essere espulso.

Questo secondo ovviamente fa da tappo.

La terapia procede, le iniezioni le hanno stimolato le contrazioni.

Questa mattina le è stata somministrata anche ossitocina (spero di ricordare il nome giusto della sostanza) e un pò di vasellina all'interno della cloaca per favorire la lubrificazione. Spero che oggi o nei prossimi giorni possa liberarsi!

In ogni caso mi è sembrata reattiva alle cure, meno apatica di come gliel'ho lasciata io...

Prego e incrocio le dita sperando che vada tutto bene, voglio essere ottimista!

 

Soulcalibur, accertati che le tarta siano dello stesso sesso, magari non si accoppiano per questo.

In ogni caso i problemi correlati alle uova sorgono a prescindere dall'accoppiamento. Le tarta producono e depongono uova anche se non si sono mai accoppiate, pertanto un problema di ritenzione è comunque possibile anche in quei casi. :(

Link to comment
Share on other sites

Sto iniziando a perdere l'ottimismo.

Oggi sono 10 giorni dalla deposizione dell'ultimo uovo, 6 giorni dal momento del ricovero ( e dall'inizio della terapia), tre dalla somministrazione dell'ossitocina.

Oltre le contrazioni (indotte dai farmaci) non và.

E ovviamente non mangia.

Eppure l'uovo è già a ridosso dell'uscita... :(

Sono di un triste.....incredibile.

 

E' messa male la situazione, vero?? :( :(

Link to comment
Share on other sites

forza!:)

stai facendo tutto il possibile,no?

nn hai nulla da rimproverarti!

vedrai ke andrà tutto bene :):):)

tienici aggiornati:)

Link to comment
Share on other sites

Beh, si, ma quello che posso fare io è poco o nulla.

Semmai lei stessa e il veterinario possono smuovere questa situazione...

E' bruttissimo sapere che la tua tarta sta così male e sei impotente.

 

Che voi sappiate, rispetto a casi simili, con un quantitativo di giorni di ritenzione paragonabile al mio, la terapia ha fatto effetto? :(

Link to comment
Share on other sites

Prima di tutto ti faccio tanti auguri che possa stare bene prestissimo, poi faccio una domanda stupidissima: se rompessero il guscio dell'uovo intervenendo dalla cloaca non faciliterebbero il transito? O forse si avrebbero altri tipi di problemi?

Tutto questo mi ricorda quando la mia gatta non voleva saperne di partorire e si è beccata l'ossitocina pure lei...Tutto è finito bene, vedrai che anche per Uga sarà così!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.