Jump to content

Occhio Alle Temperature


Recommended Posts

Le temperature ambientali alla quale è esposto il rettile durante il letargo ha un importanza fondamentale per la buona riuscita del letargo stesso, è deve essere di circa 5°C. A questa temperatura la tarta è al sicuro, profondamente addormentata, il consumo delle sue riserve corporee è minimo ed è al sicuro dal pericolo di congelamento.

Temperature inferiori ai 2°C possono essere potenzialmente pericolose, e al di sotto dello zero si possono verificare lesioni oculari o celebrali, con danni irreversibili anche con espozioni per brevi periodi a causa dei congelamenti dei tessuti.

Al disopra degli 11°C tendono a diventare attivi. Non lasciare mai le tarte a temperature intermedie, tra quella ottimale (18° 25°C) e quella del letargo (5°C), il metabolismo continua anche se lentamente, l animale nn si alimenta consumando riserve energetiche a ritimo elevato cosumando da prima le riserve di grasso poi i muscoli e gli organi interni e le tarte muore per d'inedia oppure si sveglia in grave esaurimento delle riserve corpore.

 

Per cio ragazzi munitevi di termometri e contollate la temperatura

 

 

inedia prolungata astensione da cibo; stato di deperimento che ne deriva

Link to comment
Share on other sites


Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.