Jump to content

Nuova coppia Tartarughe di Horsfield


Antonella Tucci

Recommended Posts

Buongiorno! Premetto che ho letto le discussioni che potevano rispondere più o meno alle domande che vi farò ma mi sono accorta che forse ho bisogno di un consiglio un po' più mirato, anche relativo alla zona in cui abito, alle mie possibilità e all'habitat delle mie tartarughe.

Allora, ho una coppia di Horsfield, la femmina misura undici centimetri e il maschio un paio di più, per questo mi è venuto il dubbio che fosse più vecchio rispetto alla data di nascita sul certificato che dovrebbe essere la medesima della femmina. Abituata a quello che fanno con i cani ed altri animali non è che mi aspetti più correttezza per le tartarughe... Ad ogni modo, le piccole sono sane, mangiano, la femmina già dalla mia mano, sono curiose... Insomma stanno bene. Le ho sistemate in una zona del giardino che un tempo adibivo ad orticello, misura tre metri per tre, circondata da un muro su tre quarti e scalini su un lato. Basso marciapiede per tre quarti, sassi e cespugli, fondo drenato (mi ci crescevano i pomodori per cui è drenato di sicuro!)... Muro interrato per un metro sui quattro lati. E piscinetta interrata di trenta centimetri di diametro e profonda uno e mezzo. In verità ci sono anche delle lattughe piantate visto che prima di prendere le tarte l'avevo sfruttata per coltivare la lattuga! Allego foto sperando di aver capito come si fa per essere più precisa:

photo.php?fbid=482604388556413&set=pb.100004205680788.-2207520000.1429975225.&type=3&theater

Ora, fermo restando che abito nella campagna laziale, 300 metri circa di altezza sul livello del mare, la mia domanda è: conviene provare a far loro passare l'inverno fuori o conviene comunque un letargo controllato? A questo scopo ho la taverna o il garage al piano di sotto che non riscaldo salvo quando accendo il camino (cosa che riguarda la taverna e non il garage) e che mantengono la giusta temperatura nei mesi invernali. La mia intenzione è di portarle comunque dal veterinario specializzato a fine agosto e farmi consigliare ma da qui ad agosto vorrei comunque saperne di più. E a tal proprosito vi chiedo anche se avete qualche titolo di libri specifici sulle tartarughe di terra che comprendano le varietà esotiche.

 

La mia domanda alla fin fine è: a me cambia poco metterle in letargo controllato ma mi piacerebbe se potessero vivere lo spazio che ho riservato loro tutto l'anno! Vale la pena rischiare? Chiaramente sono nate in Italia.

 

Grazie a tutti per la eventuale risposta!

 

PS la foto non si vede :(

Edited by Antonella Tucci
Link to comment
Share on other sites


Le horsf sono tute di cattura, la data sui cites è indicativa, per l'inverno, se no hai più di 70% lasciale libere, o se la superi e hai tante piogge, letargo controllato
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.