Jump to content

La carne come alimentazione.


AlphaM

Recommended Posts

Salve a tutti,

 

Apro questo post per chiarire qualche dubbio sull'uso della carne come alimentazione saltuaria per le tartarughe.

Come ben tutti sappiamo, (e per chi non lo sapesse, sarebbe bene che cominciasse a seguire le dritte di tartaportal) una dieta varia è uno degli aspetti fondamentali per far vivere al meglio le nostre tartarughe.

Dunque in merito a questo, quanto è positivo somministrare loro delle quantità di carne cruda (sia bianca che rossa magari) ed ogni quanto farlo? Cosa potrebbe succedere in caso di eccesso?

 

Ringrazio gli esperti

Link to comment
Share on other sites


Facciamo subito la prima grande distinzione tra carni: rossa e bianca.

La rossa ha un contenuto di grassi saturi troppo elevato, meglio evitare.

La bianca ovviamente invece è povera di grassi e potrebbe sembrare ideale... Ma il problema è l'equilibrio dei vari componenti.

Se si somministrasse l'intero animale sarebbe ottimo, avremmo dalle ossa ai muscoli, dalle frattaglie alla pelle, quindi un vero pasto bilanciato.

Somministrando un boccone di filetto invece forniamo una fonte di proteine principalmente, grassi e poco altro... Manca tutto il resto.

Nessuna tartaruga morirà mai per aver mangiato un pezzo di pollo, anzi, però un abuso di carne per "pigrizia" nel cercare il pesce può costare caro in termini di salute dell'animale, i reni sopratutto ne risentono sul lungo periodo ( e ricordiamoci che vivono anche più di trent'anni).

Alcune specie, prettamente carnivore (non quindi il caso delle Trachemys) possono essere saltuariamente alimentate coi pinkie, topini neonati: in quel caso si da tutto, senza togliere alcunché e va bene.

 

Specifichiamo anche che pure il pesce deve essere somministrato intero, altrimenti può essere considerato alla stregua della carne.

Link to comment
Share on other sites

Facciamo subito la prima grande distinzione tra carni: rossa e bianca.

La rossa ha un contenuto di grassi saturi troppo elevato, meglio evitare.

La bianca ovviamente invece è povera di grassi e potrebbe sembrare ideale... Ma il problema è l'equilibrio dei vari componenti.

Se si somministrasse l'intero animale sarebbe ottimo, avremmo dalle ossa ai muscoli, dalle frattaglie alla pelle, quindi un vero pasto bilanciato.

Somministrando un boccone di filetto invece forniamo una fonte di proteine principalmente, grassi e poco altro... Manca tutto il resto.

Nessuna tartaruga morirà mai per aver mangiato un pezzo di pollo, anzi, però un abuso di carne per "pigrizia" nel cercare il pesce può costare caro in termini di salute dell'animale, i reni sopratutto ne risentono sul lungo periodo ( e ricordiamoci che vivono anche più di trent'anni).

Alcune specie, prettamente carnivore (non quindi il caso delle Trachemys) possono essere saltuariamente alimentate coi pinkie, topini neonati: in quel caso si da tutto, senza togliere alcunché e va bene.

 

Specifichiamo anche che pure il pesce deve essere somministrato intero, altrimenti può essere considerato alla stregua della carne.

 

Grazie Leonida, grande come sempre.

 

Capisco il discorso, però è praticamente impossibile somministrare animali interi se le tartarughe sono tenute in casa (escludendo il caso di piccoli pesci e insetti).

Infatti nella loro dieta le somministro molto spesso pesce vivo e grilli vivi (e latterini difficili da reperire) oltre alle solite verdure.

 

Il mio post nasceva solo dalla curiosità di sapere se magari una volta al mese un pezzetto di carne bianca poteva essere consigliabile.

 

Grazie ancora!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.