Jump to content

Consiglio: il giusto acquaterrario e le giuste attrezzature


Recommended Posts

Ciao a tutti, le mie tre trachemys scripta scripta sono ospitate in un acquaterrario di 35X20 cm con due bei sassi emersi. Mi hanno consigliato di cambiare l'acqua una volta la settimana se alimento le tartarughe in un "contenitore" a parte in quanto non ho avuto in dotazione un sistema di filtraggio. Inoltre, ho letto e sentito parlare di lampade riscaldanti e a raggi UV ma sono ancora ignorante in materia e vorrei sapere a cosa servono. Non vorrei scrivere una fesseria (correggetemi se sbaglio), ma credo che non siano necessari in questa stagione, in quanto la temperatura è decisamente elevata e le tartarughe sono poste in una stanza ben illuminata.

Grazie a tutti!

Link to comment
Share on other sites


Ciao a tutti, le mie tre trachemys scripta scripta sono ospitate in un acquaterrario di 35X20 cm con due bei sassi emersi. Mi hanno consigliato di cambiare l'acqua una volta la settimana se alimento le tartarughe in un "contenitore" a parte in quanto non ho avuto in dotazione un sistema di filtraggio. Inoltre, ho letto e sentito parlare di lampade riscaldanti e a raggi UV ma sono ancora ignorante in materia e vorrei sapere a cosa servono. Non vorrei scrivere una fesseria (correggetemi se sbaglio), ma credo che non siano necessari in questa stagione, in quanto la temperatura è decisamente elevata e le tartarughe sono poste in una stanza ben illuminata.

Grazie a tutti!

 

Ciao!!

Allora.. Per le tue tarte ti consiglio di attrezzarti subito con la vasca samla ikea da 130l; è un contenitore di plastica che di solito si utilizza per gli abiti.

Le tarte sono abili nuotatrici, quindi hanno bisogno di molta acqua per nuotare.

I sassi non vanno bene come zona emersa; accumulano sporco, rendono difficoltosa la pulizia della vasca e tolgono spazio per il nuoto.

Come zona emersa puoi utilizzare un pezzo di corteccia di sughero, oppure una turtle dock/bank..

Se hai manualità potresti creare anche una zona emersa esterna.

 

Le tartarughe hanno bisogno di prendere la luce del sole diretta, quindi senza vetro o altri materiali interposti; in alternativa al sole, e comunque in inverno, occorre dotare la vasca delle tarte con due luci: una uvb e una spot.

La funzione della lampada uvb è quella di simulare i raggi del sole, la lampada spot invece simula il suo calore. Devono essere puntate entrambe sulla zona emersa, sulla quale deve esserci una temperatura di 30°C.

Quando le temperature inizieranno ad abbassarsi, quindi verso ottobre, dovrai mettere in vasca anche un termoriscaldatore, in modo da garantire alla tarta una temperatura dell'acqua di circa 24/25°C.

 

Posta delle foto della loro attuale sistemazione; carica le immagini qui http://www.imageshack.us e poi incolla qui il link..

Link to comment
Share on other sites

Altra cosa... Meno si interagisce con l'ambiente delle tarte meglio è!!

Per quel che riguarda l'acqua è indispensabile dotare la vasca di filtro esterno per mantenere l'acqua pulita e gatantire un continuo ricorcolo d'acqua.

 

Il filtro si sceglie in base ai litri d'acqua contenuti nella vasca e deve essere sovradimensionato per almeno il doppio dei litri, se si tratta di un solo esemplare, del triplo quando in vasca sono presenti due o più esemplari.

 

Con un buon filtro l'acqua non va mai cambiata totalmente; si effettuano solo cambi parziali del 10/15% e rabbocchi (sempre e solo con acqua declorata).

Cambiando l'acqua frequentemente (una volta a settimana è appunto troppo) sottoponi le tarte a pericolosi sbalzi di temperatura oltre che a stress.

Edited by veronica88
Link to comment
Share on other sites

Grazie per l'immediata risposta.....Fra un po' vi posto le foto dell'acquaterrario! Per esemplary baby andrebbe bene la vasca 35X20 in cui sono ospitate? Quanta acqua va messa?
Link to comment
Share on other sites

Allora, quando si parla delle dimensioni della vasca occorre specificare tutte tre le dimensioni, quindi lunghezza, larghezza e altezza; inoltre, per poter calcolare quanti litri contiene la vasca è opportuno indicare anche la profondità dell'acqua.

 

Parlando di dimensioni e scelta della vasca, occorre tenere in considerazione il numero di esemplari ospitati; se non ricordo male mi sembra di aver letto su un'altra conversazione che hai 3 baby.

Le tarte che adesso vedi piccole, nel giro di non molto tempo, se correttamente alimentate ed esposte a fonti di luce, quindi l'ideale sarebbe attrezzarsi sin da subito con una vasca definiva.

Considera che gli esemplari maschi raggiungono in media i 15-18cm, mentre le femmine 25-28cm.. Il sesso sarà distinguibile solo attorno ai 10cm di piastrone..

Gli acquaterrari in vetro costano un po'.. Se vuoi potresti acquistare adesso la vasca da 130l ikea, per uno o due anni dovrebbe andarti bene (dipende comunque dai tempi di crescita delle tue tarta).. ti attrezzi con tutto l'occorrente necessario (lampade, riscaldatore, filtro, area emersa, ecc) e nel frattempo puoi mettere da parte un po' di soldi per l'acquisto della loro casa definitiva..

Così da evitare continue spese per l'adeguamento della vasca alle dimensioni delle tarte man mano che crescono...

 

Per quanto riguarda invece la quantità d'acqua: più ce n'è meglio è!!!! le tartarughe amano nuotare!!!!

Edited by veronica88
Link to comment
Share on other sites

Allora.. come ti ho scritto nell'altra discussione rimuovi al più presto i sassolini che oltre a rendere difficoltosa la pulizia possono venire ingeriti dalle tartarughe, con conseguente occlusione intestinale.

Al posto dei sassi grandi (che occupano spazio utile per il nuoto e accumulano sporzicia) come aera emersa puoi utilizzare della corteccia di sughero o una turtle dock/bank, come ti ho scritto prima..

Il livello dell'acqua va decisamente alzato, così com'è nella foto non è sufficiente per nuotare.

 

Procurati al più presto luci uvb, spot e filtro!

 

La vasca cmq è molto piccola e, sicuramente, non definitiva!!

Link to comment
Share on other sites

Allora, considerando che non ho la possibilità economica per acquistare tutto in un paio di giorni, vorrei sapere quale dev'essere il livello dell'acqua considerando l'attuale acquaterrario. Fortunamente ho un amico appassionato che si costruisce gli acquari in vetro, quindi dovrò solo acquistare il vetro ed al resto ci penserà lui!

Poi vorrei sapere cosa è il turtle dock/bank e se è immediatamente necessario dotarmi di una lampada spot in questa stagione considerando che in Puglia le temperature superano i 30 gradi. Inoltre, ho letto che senza termoriscaldatore le tarte andrebbero in letargo, cosa comporta questa condizione? Con quale frequenza dovrei alimentarle? Infine, vorrei sapere cosa utilizzare sul fondo al posto della ghiaia.

Grazie mille, sei davvero gentile!

Link to comment
Share on other sites

Allora.. le turtle bank/dock sono delle aree emerse sintetiche che vengono fissate alle pareti della vasca tramite calamite o ventose; le trovi nei negozi di animali oppure su internet (dove puoi sicuramente risparmiare qualcosina) e il loro costo medio si aggira attorno ai 20€. Esistono turtle bank/dock di diverse dimensioni, per tre tarte meglio puntare subito su una media..

La soluzione più economica per creare una zona emersa è la famosa corteccia di sughero, la puoi trovare in falegnameria o nei negozi dove vendono presepi.. in alternativa dai un'occhiata qui http://www.presepi.it

 

Le lampade (al plurale perchè sono due) a meno che tu non esponga le tartarughe al sole diretto (come ti ho già scritto prima) sono indispensabili per la corretta crescita delle tarte.

La lampada uvb serve per simulare i raggi solari, emana raggi uva e uvb; qui sul forum consigliamo la reptiglo 5.0 da 26 watt della exoterra.. nei negozi per animali la trovi a 30€ circa, su internet puoi cavartela con la metà circa.. prova a dare un'occhiata su zooplus..

La lampada uvb in ogni caso va sostituita ogni 6 mesi circa perchè perde efficacia.

 

La lampada spot è una normale lampadina alogena, il suo scopo è far sì che la temperatura dell'area emersa sia di 30°C.. il suo costo si aggira intoano ai 2€..

 

La spesa più importante è quella del filtro, di norma intorno ai 100€.. poi dipende dalla marca che scegli..

Link to comment
Share on other sites

Potrebbe andare bene se ha la superficie opaca (altrimenti danneggia gli occhi delle tarte); ricorda che deve essere posta a una distanza tale che ci siano 30°C sulla zona emersa, ma abbastanza distante in modo che non possa essere toccata dalle tarte (che si brucerebbero).

Quindi occorre anche un termometro (costo intorno ai 3€).

 

Adesso che è estate il termoriscaldatore non serve; la sua funzione è quella di scaldare l'acqua in modo tale che la sua temperatura sia sempre costante (24-25°C).

Anche il termoriscaldatore si sceglie in base ai litri d'acqua contenuti in vasca: 1litro=1watt

Link to comment
Share on other sites

La lampada è opaca ed è distante circa 30 cm dalla zona emersa... Comunque non la punto mai direttamente in quanto la temperatura mi sembra superiore a 30 gradi.

Ma il tronco di sughero non è difficilmente raggiungibile per tartarughe baby? Considera che hanno difficolta anche a raggiungere la zona emersa.

Edited by Charlie Brown
Link to comment
Share on other sites

E' meglio non affidarsi al proprio istinto quando si tratta di misurare le temperature.. esistono i termometri, usiamoli :D

Le lampade devono essere puntate DIRETTAMENTE sulla zona emersa non altrove!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Sulla scrivania ho una lampada ikea da 40 Watt. Può andar bene come spot? L'assenza di termoriscaldatore cosa comporta?

Va bene, a patto che non sia a risparmio energetico e sarebbe meglio se la lampadina fosse opaca per non rischiare di accecare le tartine. Però penso che in questo periodo la spot tu possa non metterla. La temperatura esterna per le tarte si aggira sui 30°. Se la temperatura esterna da te arriva ai 30 o anche poco meno o poco più dovrebbe essere ok ;) La lampada di cui hai bisogno con più premura è quella con la lampadina uvb (repti glo 5.0 26w) che è indispensabile per la buona crescita delle tue piccole. Tieni la lampada a 15-20 cm dalla zona emersa così da renderla efficace. Inoltre quella lampadina scalda un pochino e d'estate ti basta quella.

Penso che per il tuo attuale acquaterrario la turtle bank media sia esagerata considerando che misura 30x18x5.5. Puoi optare per un'altra soluzione più economica finchè non avrai l'acquario definitivo, poi magari chissà ti troverai bene con quello che hai già e non dovrai spendere altri soldi.

Link to comment
Share on other sites

Ho aumentato il livello dell'acqua (ora è a 5,5 cm) dopo aver visto in un negozio di animali un acquario ENORME in cui le tarte nuotavano allegramente :go-away: Però ho la sensazione che facciano fatica ad abituarsi, molto spesso cercano la zona emersa e respirano profondamente....è normale?
Link to comment
Share on other sites

Ho aumentato il livello dell'acqua (ora è a 5,5 cm) dopo aver visto in un negozio di animali un acquario ENORME in cui le tarte nuotavano allegramente :go-away: Però ho la sensazione che facciano fatica ad abituarsi, molto spesso cercano la zona emersa e respirano profondamente....è normale?

nn ho letto tutta la discussione, ma se hai tenuto le tarta per lungo tempo in un cm d'acqua è normale che faticano ad abituarsi hanno le zampette atrofizzate, ma 5 cm è cmq poco, la mia sguazza in 30 cm si fa la vasca avanti e indietro senza il minimo sforzo, ed è una baby

Link to comment
Share on other sites

5,5cm sono pochini.. Le trachemys sono abili nuotatrici; come ti è stato detto da sabbiolina, se tenute per molto tempo in acqua troppo bassa, è possibile che abbiano i muscoli delle zampe un po' atrofizzati..
Link to comment
Share on other sites

Oggi ho cambiato l'acqua ed ho notato che le tarte cominciavano a mordere le pietroline.... Le ho immediatamente tolte ed ho chiamato il rivenditore per chiedergli spiegazioni.... Si è ostinato a dirmi che è impossibile che possano ingoiarle, al massimo le prendono e poi le sputano.... Comunque domani andrò in un altro negozio e prenderò quelle da 1 cm per puro senso estetico.
Link to comment
Share on other sites

Ma perchè?? -.-"

Per il loro bene è meglio non comprarle.. Adesso che sono piccole magari fanno fatica a mangiare pietre del diametro di 1cm.. Ma quando cresceranno no!!

Perchè rischiare di compromettere la loro salute per il solo piacere dei nostri occhi??

Link to comment
Share on other sites

Ma perchè essere così testardi? -.-

 

Non venire poi a lamentarti se la tartaruga non mangia o ha altri problemi intestinali eh...o cose ben peggiori!

Link to comment
Share on other sites

Ma perchè essere così testardi? -.-

 

Non venire poi a lamentarti se la tartaruga non mangia o ha altri problemi intestinali eh...o cose ben peggiori!

 

Ma perchè utilizzare questi toni scortesi con persone che non si conoscono? E' stato un piacere far parte della comunità, tolgo il disturbo.

Link to comment
Share on other sites

Se ti diciamo che le tartarughe possono morire se ingeriscono sassi e tu dici che le vuoi mettere lo stesso SOLO per un tuo piacere estetico io cosa dovrei rispondere?

 

Anche questo è maltrattamento degli animali... non esiste solo su cani e gatti.

Link to comment
Share on other sites

Bè se ti viene spiegato e ripetuto che c'è il rischio che le tartarughe muoiano a causa dell'ingestione di pietre.. e nonostante tutto tu insisti solamente per un tuo senso estetico, di certo non ti verranno fatti dei complimenti!!

Sei stato solo invitato a ragionare: preferisci avere un acquaterrario bello da vedere ma potenzialmente mortale per la tua tarta oppure uno "spoglio" ma adeguato alla sua sopravvivenza?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.