Jump to content

Baby in arrivo


ely88k

Recommended Posts

La storia in questione è un po' particolare. La nonna di questo mio amico ha deciso di regalare a lui e al suo fratellino due tartarughine Scripta Scripta che nessuno in famiglia ha mai voluto non avendo mai avuto a che fare con qualsiasi animale se non un pesciolino rosso. Hanno vissuto in una vaschetta con la palma senza lampade da settembre dello scorso anno, una di loro è morta ieri. Io non riesco più a sopportare questa situazione quindi ho deciso di adottare la piccola sopravvissuta. Ma ho bisogno di qualche aiuto da parte vostra. Come la trasporto (la distanza in auto è di una decina di km)? Come comportarmi quando arriva? Devo mettere il termoriscaldatore (le mie già non lo hanno più in vista dell'estate, fanno 24 gradi)? La vasca a parte dalle mie è già allestita, se deciderò di tenerla la metterò insieme alle altre solo quando raggiungerà la stessa dimensione. Vorrei che questa storia avesse un lieto fine finalmente! Grazie a tutti in anticipo!
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 28
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

La storia in questione è un po' particolare. La nonna di questo mio amico ha deciso di regalare a lui e al suo fratellino due tartarughine Scripta Scripta che nessuno in famiglia ha mai voluto non avendo mai avuto a che fare con qualsiasi animale se non un pesciolino rosso. Hanno vissuto in una vaschetta con la palma senza lampade da settembre dello scorso anno, una di loro è morta ieri. Io non riesco più a sopportare questa situazione quindi ho deciso di adottare la piccola sopravvissuta. Ma ho bisogno di qualche aiuto da parte vostra. Come la trasporto (la distanza in auto è di una decina di km)? Come comportarmi quando arriva? Devo mettere il termoriscaldatore (le mie già non lo hanno più in vista dell'estate, fanno 24 gradi)? La vasca a parte dalle mie è già allestita, se deciderò di tenerla la metterò insieme alle altre solo quando raggiungerà la stessa dimensione. Vorrei che questa storia avesse un lieto fine finalmente! Grazie a tutti in anticipo!

 

Mi dispiace per la piccolina che se ne è andata. Potrai sicuramente far qualcosa e cambiare il destino dell'altra. Innanzi tutto rispondo alle tue domande:

 

- Per effettuare il trasporto puoi metterla in una vaschetta di dimensioni adeguate con poca acqua e un panno umido dentro in modo da tenerla bagnata facilmente e senza fare disastri in auto con l'acqua. Chiaramente si stresserà un poco quindi dopo che l'avrai sistemata lasciala sola più tempo che puoi.

 

- Quello che puoi fare è come ho detto prima di lasciarla sola in modo che possa scaricare lo stress e ambientarsi nella sua nuova casa. Quest'ultima sarà un laghetto o un acquaterrariorio? Credo che tu sappia che le tartarughe o le tieni in casa in un acquaterrario o meglio all'esterno in laghetto. Se le tieni in casa tutto l'anno potresti anche sistermarle durante l'estate in una vasca di quelle grandi e abbastanza alte e quindi capienti per rendere l'abitat adeguato alle loro esigenze.

 

- Il termoriscaldatore lo eviterei. Dalle mie parti già fa caldo ma credo che anche dalle tue le temperature siano buone.

 

Ora ti posto una risposta che ho dato ad un altro utente, qui descrivo alcune cose fondamentali che c'è da sapere per l'allevamento di una baby. Forse alcune o molte cose le saprai però credo così di colmare tutte le tue lacune. :)

 

Ti raccomando: cura bene l'alimentazione e l'abitat. In questa fase ha bosogno:

1) di recuperare le forze perchè credo sia stata allevata male fino ad ora quindi le darei un pò di vitamina A :) falle mangiare delle carote (ma le mangerà difficilmente essendo una baby) o meglio un pezzo di fegato pari alle dimenzioni della sua testa che darai una volta al mese lo specificherò anche più avanti. Integra anche con molto calcio, vedi di abituarla a mangiare l'osso di seppia. Molti consigliano di lasciarlo a mollo nella vasca ma io non mi sono trovato bene così, prova a farlo a fettine sottili sottili di circa 1-2 mm utilizzando un coltello in modo che riesce a mangialo senza problemi, chiaramente prima di tagliarlo elimina la parte più dura che sta sui margini dell'osso di seppia. Se non lo mangia insisti sempre perchè è importante. Il calcio male non fa perchè il di più lo eliminano con le feci. Poi vai avanti con la dieta che ti descriverò di seguito.

2) falla stare in una bella vasca grande con almeno 25-30 cm di acqua in modo da consentirle di nuotare. All'interno mettici un pezzo di sughero dove prenderà il sole se la tieni fuori, oppure si scalderà per mezzo delle lampade (spot e uvb 5%) se la dovrai tenere in casa. Le trachemys sono ottime nuotatrici però se vuoi puoi anche inserire delle radici per acquario che trovi nei negozi appositi, e poi se vuoi un consiglio non seguire quello che ti dicono i negozianti perchè di solito ti fanno spendere soldini e magari ti fanno morire anche la tarta. Se hai dubbi ci siamo noi del forum! ;)

 

Ora armati di carta e penna e appuntati ciò che ritieni più opportuno scriverti:

 

 

Allora la spot emana calore e creando la differenza di temperatura tra acqua e zona emersa fa uscire la tarta vbglossarlink.gif dall'acqua. La spot deve essere 40 W e va posizionata ad un altezza tale dalla zona emersa in moda da garantire su questa 30°C. Va bene una normale spot opaca da 40W. Ovviamente da sola non serve a nulla, devono per forza essere due. L'altra e la UVB vbglossarlink.gif al 5%.

 

Allora questa è la spot da 40W: Zoomed Repti Basking Spot lampada diurna 40w rettili | eBay va installata a distanza tale per avere 30°C sulla superficie della zona emersa che sarà una corteccia di sughero come questa:http://img364.imageshack.us/img364/9081/sugheroud1.jpg e la puoi trovare nei negozi di acquari. La puoi fissare con delle ventose. Ovviamente deve essere proporzionata alla tarta. Più grande è la zona emersa meglio è! ;) serve al rettile per riscaldarsi, termoregolarsi e capire che è giorno!

 

Questo è il riflettore per lo spot: GLOW LIGHT SMALL 14 CM - PLAFONIERA CON RIFLETTORE PER | eBay

 

Lampada UVB 5% che va installata a 25-30cm dalla zona emersa e dovrà essere montata su una plafoniera con riflettore. Ovviamente sotto il neon non devono esserci vetri, o ostacoli in plastica o plexiglass che bloccano i raggi UV. In relazione alla misura dell'acquario e quindi della plafoniera dovrai prendere uno di questi neon: sylvania reptistar | eBay . Il neon UVB 5% serve per fissare la vitamina D3 e di conseguenza il calcio di cui hanno bisogno tutte le tarta.

Se sulla stessa plafoniera riesci a montare anche un normale neon a scarica (quelli normalissimi che si vedono in casa o nei negozi) è meglio così da aumentare la luce nell'acquaterrario ma quest'ultimo non è obbligatorio.

 

 

Comunque se sei alle prime armi leggiti questo:

 

LEGGILO TUTTO E PER BENE. :)

 

Le tartarughe devono avere un ampio acquario o vasca dove nuotare, sono delle ottime nuotatrici e possono stare anche a 80 cm d'acqua in un laghetto.

 

Se vuoi spendere poco, in alternativa al laghetto (scelta migliore in assoluto) o all'acquario (dimensioni 120*60*60) compra una vasca ikea che costa 15 euro circa, la più grande la 130 litri. Se vuoi evitare di cambiare l'acqua una volta a settimana puoi prendere un filtro esterno "pratiko 400" che va bene anche per l'acquario da 120*60*60 che ti ho citato prima.

 

Questa è una guida veloce che ho fatto personalmente per allevare le baby vbglossarlink.gif di Trachemys, tieni conto che da adulte crescono tanto, se sono femmine arrivano intorno i 28 cm i maschi 15 cm.

 

Ricorda che sono da evitare li sbalzi di temperatura (in casa sono da evitare zone con correnti d'aria fredda) altrimenti potrebbero prendere una polmonite vbglossarlink.gif e morire se non curate da un veterinario. Poca acqua in vasca significa cambio repentino dei paramentri. Considera che o esponi l'alloggio al sole (luce solare naturale) oppure ti compri le lampade (luce solare artificiale).

 

La crescita è strettamente legata alla loro alimentazione, da piccole sono prevalentemente carnivore, ma con carnivore non intendo dire che mangiano solo carne, anzi, va somministrata tipo una volta al mese voglio dire che mangiano di più il pesce. Sono una specie onnivora. Da adulta preferirà la verdura.

 

Sono ASSOLUTAMENTE VIETATI i gamberetti secchi che vi consiglia il negoziante inquanto poveri di sostanze nutritive, al contrario di quello che potremmo pensare, BUTTALI. :D Qui di seguito, una dieta tipo per una baby vbglossarlink.gif .

 

 

Ti consiglio:

 

- lunedì: digiuno,

 

- martedì: pellet vbglossarlink.gif per tartarughe con calcio e vitamina D3 (è un prodotto che si trova nei negozi specializzati, ti consiglio questo Tetra ReptoMin Baby 100 ml - MisterPoint On Line Store ),

 

- mercoledì: pesce (con due euro di pesciolini comprati dalla pescheria o surgelati ti durano 6 mesi) (puoi dare latterini, gamberi freschi o decongelati, molluschi... e come vivo (se puoi) gambusie, guppy ecc... ti consiglio di dare con prevalenza pesce compreso di lisca e interiora, praticamente intero proporzionato alle dimensioni della tarta ovvimente, se troppo grande il pesce lo tagli in due. e dai un occhiata qui Cibo da dare o evitare per le tartarughe d'acqua ),

 

- giovedì: pesce,

 

- venerdì: insetti se li trovi o invertebrati come i lombrichi o anche chiocciole con tutto il guscio che danno una percentuale in più di calcio, altrimenti pesce.

 

- sabato: verdura se riesci (guarda sempre la guida, ma da piccole fanno storie), petali di rosa o piante acquatiche, carote ricche di vitamina A, ma anche tarassaco, radicchio, invidia o insalata belga... se proprio non riesci a convincerle passa al pesce,

 

- domenica: pesce e una volta al mese di domenica dai o carne bianca (possibilmente lessata in acqua bollente per evitare la malattie infettive come la salmonella) o fegatini di pollo crudi.

 

 

Le tarta vanno alimentate la mattina presto (se possibile) così hanno tutto il tempo per digerire.

 

Ricorda che la quantità di cibo è pari alle dimensioni della testa della tarta perchè il loro stomaco è approssimativamente grande come la stessa.

L'alimentazione più è varia, meglio è.

 

Sollecito a leggere il post che ti ho indicato prima e NON DARE ne latticini, ne frutta, ne lieviti, farinacei o grassi (sia animali che vegetali), solo quello che ti ho indicato.

 

Per ogni dubbio chiedi o cerca qui nel forum.

 

Molti consigliano di lasciare a disposizione sempre in vasca un osso di seppia che potranno mangiare quando vogliono, io però consiglio di spezzettarlo o meglio tagliare delle strisce (come se doveste sbucciare un frutto) altrimenti sarà difficile che riescano a mangiarlo visto che sono piccole e l'osso di seppia è duro e darlo ogni 3-4 giorni.

 

Per la vasca le tieni dentro casa o fuori? Se vuoi risparmiare (costo 15 euro circa) ti consiglio una vasca ikea (130 litri come questa http://www.ikea.com/it/it/catalog/pr...972#/90102971/ ) ( qui di seguito invece una guida sulle vasche ikea [Guida] Alla scoperta della Vasca Ikea ) quindi più acqua hanno meglio è così sono libere di muoversi ed eviti li sbalzi di temperatura che possono provocare polmoniti. Se le tieni in casa montaci su spot da 40W (che irradia calore sulla zona emersa) e lampada UVB 5% ( fornisce i raggi ultravioletti e va installata a 20/25cm dall'area emersa) che potrai comprare nei negozi di acquari, se le tieni fuori non c'è bisogno di lampade in quanto c'è il sole che è la sorgente naturale di raggi UVB e calore indispensabili per le tarta. Togli tutto, all'interno della vasca non deve esserci nulla, ne sassi aguzzi (al max pietre di fiume), ne piante finte (possono ingerire). Io consiglio vuota che tra l'altro è anche più facile da pulire. Ovviamente è indispensabile una zona emersa come questa corteccia di sughero che galleggia sull'acqua, la puoi fermare con delle ventose o lasciarla libera guarda questa foto: http://img151.imageshack.us/img151/7691/sam0654.jpg (non guardare le pietre appuntite che sono da togliere). Devi anche mettere degli appigli se l'acqua è molto profonda come ad esempio queste radici per acquario http://www.acquariodiscount.it/Arred...desktop%5D.JPG . Metti sempre un termometro per monitorare la temperatura che durante il letargo (se lo fai fare) non deve scendere sotto i 4°. la temperatura quando sono in letargo deve essere compresa tra i 4°C e i 10°C. Durante la stagione estiva invece o comunque se le fai svernare al caldo (quindi non fai fare il letargo) deve essere compresa tra 23°C e 24°C in acqua mentre sulla zona emersa 30°C sono sufficienti. Se vuoi che l'acqua sia più pulita compra un filtro esterno che deve essere il doppio dei litri della vasca, ma in considerazione che le tarta crescono puoi prendere direttamente un pratiko 400 che in teoria va bene per un acquario di 400 litri ma per le tarte considera 200 :D . La sistemazione preferibile ovviamente è un laghetto con profondità 80 cm minimo. Per quanto riguarda il sesso inizia a distinguersi quando raggiungono i 10 cm circa (se alimentate correttamente li raggiungono in un anno circa), i maschi unghia lunghe e coda grossa e dimensioni ridotte, circa 15 cm massimo (questo è un maschio Risultato della ricerca immagini di Google per http://www.alex-alex.it/scripta%20maschio_1.JPG ), la femmina invece coda stretta, unghia corte e dimensioni maggiori e raggiungono circa i 28 cm. Se hai dubbi chiedi siamo tutti qui ad aiutare voi e aiutarci tra noi! Non fare mai cose ad occhio, meglio sempre chiedere e piano piano impari come ho da imparare anche io. :)

 

PS: se le tieni fuori copri la vasca con una griglia per tenere lontano predatori come uccelli, gatti, cani ecc... Se stanno al sole assicurati che prendano quelle almeno 4-6 ore di sole di fila (perchè faranno basking, serve loro a termoregolarsi e fissare la vitamina D3, se vuoi saperne di più puoi fare una ricerca sul forum o comunque sul web) senza che l'acqua si scaldi troppo, per cui garantisci una zona d'ombra al contempo e dai una profondità adeguata in modo che anche se esposta al sole l'acqua della vasca rimane ad una temperatura accettabile. ;)

 

Non mettere pesci vivi come ornamento altrimenti se li pappano, non ti durano molto e poi anche se non lo fanno (perchè ancora piccole) ti conviene avere la vasca solo per le tarta.

 

Compra spot 40W e UVB vbglossarlink.gif 5% con apposito riflettore. Entrambi in direzione della zona emersa. Per lo spot usa un portalampade in ceramica altrimenti fondi la plastica! Comunque ora ti posto qualche guida, anche per le luci.

 

Se hai qualche dubbio o vuoi sapere qualcosa nel dettaglio chiedi, siamo qui anche per te!

 

 

 

 

 

Ecco a te le guide:

 

[sCHEDA ALLEVAMENTO] Trachemys scripta scripta

[Guida] Come scegliere un'acquaterrario

Se vuoi spendere di meno visto che l'acquaterrario ti costerebbe di più (comunque è sempre provvisoria) [Guida] Alla scoperta della Vasca Ikea

 

In ogni caso sappi che la sistemazione in laghetto è la preferita però se non puoi o scegli lacquaterrario o la vasca ikea! :)

 

Se non hanno a disposizione durante l'estate il sole ecco la guida alle lampade. Ricorda che le tue piccole salteranno il letargo questo inverno o meglio le farai saltare il letargo te, (il letargo è sconsigliato alle baby con un anno di età perchè troppo deboli per affrontarlo visto che solitamente non vengono alimentate bene in negozio e vengono tenute in condizioni pessime) portandole in casa se le tenevi fuori e utilizzando un riscaldatore (che non si usa in estate visto che l'acqua raggiunge naturalmente la temperatura ottimale) e portando la temperatura dell'acqua a 24-25°C. Vanno in letargo quando le temperature scendono tra i 10°C e i 4°C. Le farai passare quindi l'inverno al calduccio in casa. Non dovranno essere esposte a correnti d'aria, sopratutto se fredda e faranno basking sulla zona emersa scambiando le lampade per il sole. (spot 40W emana calore, mentre la UVB 5% emana raggi ultravioletti e INSIEME simlano il sole). Le lampade puoi usarle anche in estate se non le tieni esposte alla luce solare naturale.

Aggiungo che se l'estate le tieni al sole per 3-4 ore ricorda che devono avere una zona d'ombra garantita (con le lampade non c'è nè bisogno visto che la spot che genera calore punta solo sulla zona emersa) per non cucinarle :D. Inoltre devi monitorare la temperatura lasciando in vasca un termometro per assicurarti che al sole l'acqua non superi i 25°C. Ovviamente la temperatura dell'acqua cresce anche in funzione del livello di acqua appunto contenuto nella vasca. Più acqua hai più tempo ci vuole per farla riscaldare e quindi passerà più tempo per far arrivare la temperatura al limite massimo sopportabile per le tarta per questo più acqua hai meglio è!

 

Ecco la guida alle lampade: Guida all'utilizzo di luci uv e spot

 

Per quanto riguarda l'alimentazione prediligi pescilini da dare interi (testa, carne, interiora e lisca) e non solo la "carne" del pesce perchè serve anche il calcio contenuto nella lisca che venendo a mancare crea lo squilibrio fosforo/calcio che porta all'insorgenza di malattie come la MOM. Per il resto prendi come riferimento la dieta che ti ho dato prima. Questa è una guida per conoscere quello che puoi dare o meno alle tarta! Cibo da dare o evitare per le tartarughe d'acqua Non dimenticare di dare l'osso di seppia a pezzetti ogni tanto per fornire il calcio.

 

Guida alle patologie delle tartarughe, tra questa anche la MOM di cui ti ho parlato prima. Patologie delle Tartarughe

 

Per il letargo tieni solo in conto che quest'inverno lo farai saltare. Per il prossimo inverno se vuoi glielo fai fare altrimenti no e le terrai in casa con riscaldatore e lampade spot e UVB. In ogni caso informati anche sul letargo perchè se decidessi di farlo fare è un procedimento delicato che di solito si sconsiglia di fare se non si ha a disposizione un laghetto.

 

Quello che ti ho scritto è l'ABC però se vuoi approfondire inizia a comprare qualche libro sulle tartarughe acquatiche. Ti consiglio questo per iniziare: Guida alle tartarughe acquatiche - Millefanti Massimo - De Vecchi - Libro - Libreria Universitaria - 9788841276211

 

 

Se hai domande sono e saremo felici di risponderti. :)

Edited by Turro
Link to comment
Share on other sites

PS: il calcio come dicevo dallo ogni 3-4 giorni a tuo piacimento. Darne di più male non fa perchè tanto lo espelle con le feci in ogni caso ti consiglio però di scegliere tra quei giorni in cui dai pesce o peggio carne perchè sono alimenti ricchi di fosforo e quindi per bilanciare l'alimento devi somministrare il calcio altrimenti la tarta potrebbe contrarre la M.O.M. malattia osseo metablica, se cerchi su internet trovi di sicuro qualcosa.

 

Se hai dubbi siamo qui! ;)

Link to comment
Share on other sites

Grazie infinite per la super-risposta!

Non sono del tutto inesperta ma devo ripassarmi un po' di cose sulle baby perchè le mie due hanno ormai 2 anni e sembrano giganti al confronto! Dicevo del termoriscaldatore perchè sapevo che le baby vanno tenute a temperatura più alta delle adulte ma mi fido dei tuoi consigli. La vasca è già pronta e attrezzatissima con tutte le lampade proprio accanto all'acquarione grande. Pensavo inizialmente di metterle poca acqua perchè non so se sa nuotare avendo passato quasi un anno nella vaschetta con un dito d'acqua. Che dici? Poi sono certa che la natura farà il suo corso e che si riprenderà subito. Vivendo in appartamento sono costretta a tenerle in acquaterrario per ora ma ti posso assicurare che le mie due stanno benone e credo di poter fare qualcosa per la piccola che arriverà stasera. Grazie anche per i consigli sul trasporto, è già parecchio stressata dalle condizioni in cui è vissuta, speriamo vada tutto bene!

Link to comment
Share on other sites

Tranquilla magari, se vuoi aggiungila piano piano l'acqua, giorno per giorno, ma non credo sia un problema :) secondo me puoi metterla direttamente, magari mettile a disposizione la radice che ti dicevo così potrà aggrapparsi. Le trachemys sono delle brave nuotatrici ;) Poi magari se puoi posta delle foto, così vediamo come sta uscendo la sua nuova casetta! Sono curioso ahahah :D
Link to comment
Share on other sites

- Il termoriscaldatore lo eviterei. Dalle mie parti già fa caldo ma credo che anche dalle tue le temperature siano buone.

 

Il riscaldatore va evitato solo se tenendolo spento l'acqua raggiunge normalmente 22-23° misurando con un termometro....altrimenti è ancora necessario tenerlo acceso, mal che vada lavorerà poco..

Link to comment
Share on other sites

Magari lo accenderò giusto per farla riprendere da questo freddo inverno in vaschetta! È appena arrivata a casa ma dal telefono non mi fa aggiungere la foto. Appena messa in vasca ha divorato i 5 pellet delle "tartarugone" messi per farla ambientare, sembrava non mangiasse da una vita! È debilitata ma col calduccio della mia stanza si sta riprendendo. Ha il carapace che pare incrostato, è piccola poco più di una moneta da 2 euro ma non ha schiacciature o stranezze. Pensate avrà una crescita normale?
Link to comment
Share on other sites

Mi sono auto inviata la foto via mail ed eccola qua. Vi presento la/il piccolina/o. Questa è la situazione carapace che descrivevo nel post prima. Però è vispa, ha buon appetito. Tra poco le darò il suo primo latterino. Speriamo si riprenda alla grande!

 

104.jpg

Link to comment
Share on other sites

Il riscaldatore va evitato solo se tenendolo spento l'acqua raggiunge normalmente 22-23° misurando con un termometro....altrimenti è ancora necessario tenerlo acceso, mal che vada lavorerà poco..

 

Ma scusa... in condizioni normali la temperatura dell'acqua in laghetto secondo te ora a fine marzo è a 24°C? :) non credo no? Ce ne saranno 17-19°C massimo. In acquaterrario è la stessa cosa al massimo controlla per mezzo del termometro la temperatura in vasca... se la temperatura è sopra i 15°C non c'è nulla da temere. Il termoriscaldatore serve ad evitare che le tartarughe vadano in letargo o facciano un falso letargo quest'ultimo mortale. Ma in questo periodo se nella sua zona la temperatura si è stabilizzata si può spegnere tranquillamente fino a tutta l'estate. Poi andrà riacceso durante l'inverno. Magari per la piccola potrebbe anche tenerlo acceso ma in condizioni normali si potrebbe spegnere. ;) La cosa importante sono le lampade che in casa non devono mai mancare.

Edited by Turro
Link to comment
Share on other sites

bellissima, speriamo si riprenda. cmq da settembre a oggi è cresciuta pochissimo, secondo me a stento ha mangiato per tutto l'inverno. il fatto che lei l'abbia superato e l'altra no dovrebbe far ben sperare: tra le due questa è la più forte sicuramente. in bocca al lupo e un pensiero all'altra piccolina che non ce l'ha fatta.
Link to comment
Share on other sites

Spostata nell'acquarietto "definitivo" l'acqua vedo che rimane stabile sui 25 con lampade accese e 22-23 spente. Direi per ora di non mettere il riscaldatore e vediamo! Il primo strato della patina sul carapace è andato via non appena il filtro ha fatto corrente alzandolo ma rimane ancora il calcare, vedremo la muta come andrà. Si è parecchio piccola per avere 7 mesi ma è forte e so che ce la farà! Stasera vi posto altre foto, grazie ancora a tutti quanti per l'aiuto ma soprattutto per il supporto morale!
Link to comment
Share on other sites

Qui vi mostro l'acquarietto nuovo proprio accanto a quello vecchio, si vede anche sulla destra la Trachemys "più piccola" delle mie altre due incuriosita dalla nuova arrivata.

 

105.jpg

 

Ieri per la prima volta ha fatto basking. Non aveva mai visto le lampade e ci è stata praticamente tutto il pomeriggio tanto che quando ho spento la lampada non voleva scendere dall'isola! E stamattina ha snobbato il latterino per tornare a prendere il sole.

 

106.jpg

 

107.jpg

 

Ieri quella parte di carapace più scura mi preoccupava ma ora non più. L'unica cosa come faccio a stimolarle un po' l'appetito? Il latterino non l'ha ancora mangiato. In due giorni che è qui ha smozzicato solo 5 pellet. Forse si deve ambientare ancora?

Link to comment
Share on other sites

Sicuramente si deve ancora ambientare... è normale. Può anche essere che non essendo mai stata abituata a quel tipo di cibo ha purtroppo preferenze solo per gamberetti e pellet, ma le faremo cambiare idea. Magari usa il termoriscaldatore e impostalo fisso a 24°C così vediamo se si attiva di più e poi se insiste a non mangiare credo che dopo un pò di giorni di digiuno si convincerà e capirà che deve mangiare i latterini e non i gamberetti. :)
Link to comment
Share on other sites

Ma scusa... in condizioni normali la temperatura dell'acqua in laghetto secondo te ora a fine marzo è a 24°C? :) non credo no? Ce ne saranno 17-19°C massimo. In acquaterrario è la stessa cosa al massimo controlla per mezzo del termometro la temperatura in vasca... se la temperatura è sopra i 15°C non c'è nulla da temere. Il termoriscaldatore serve ad evitare che le tartarughe vadano in letargo o facciano un falso letargo quest'ultimo mortale. Ma in questo periodo se nella sua zona la temperatura si è stabilizzata si può spegnere tranquillamente fino a tutta l'estate. Poi andrà riacceso durante l'inverno. Magari per la piccola potrebbe anche tenerlo acceso ma in condizioni normali si potrebbe spegnere. ;) La cosa importante sono le lampade che in casa non devono mai mancare.

 

Non si può fare un paragone con il laghetto, dove l'ambiente è naturale e quindi la/le tarta si abituano al calo di temperatura, vanno in letargo..e poi si riabituano al graduale aumento.

 

In acquario si fanno vivere in una condizione di perenne estate...

 

Altrimenti che senso ha aver fatto passare l'inverno a 25° e poi in primavera abbassare la temperatura a 17-18 e poi aspettare che si rialzi in estate?

Edited by DJ Icetorm
Link to comment
Share on other sites

Ma perchè solo un acquario ha la lampada (ne manca una) e l'altro con le 2 tarta è al buio?

Perché ho scattato la foto dopo cena e i timer delle luci dell'acquario grande erano già spente mentre stavo provando la lampada dell'acquario piccolo;D

Link to comment
Share on other sites

Non si può fare un paragone con il laghetto, dove l'ambiente è naturale e quindi la/le tarta si abituano al calo di temperatura, vanno in letargo..e poi si riabituano al graduale aumento.

 

In acquario si fanno vivere in una condizione di perenne estate...

 

Altrimenti che senso ha aver fatto passare l'inverno a 25° e poi in primavera abbassare la temperatura a 17-18 e poi aspettare che si rialzi in estate?

 

Ma è chiaro che in casa fa sempre più caldo! Non credo che avrebbe in acqua temperature di 17°C solitamente in casa ce ne sono 20-21°C in acquario con le lampade accese dici che non arrivi a 22-23°C almeno? Poi è chiaro che se la temperaturaè troppo bassa si deve accendere il termoriscaldatore ma secondo me in questo periodo non serve, almeno dalle mie parti no. Poi è chiaro che ci si deve regolare in base al clima della zona in cui si vive per questo in ogni acquario deve esserci un termometro sempre a disposizione.

Link to comment
Share on other sites

Finalmente mangia, anzi "smangiucchia" (ok che ero abituata con quei due dinosauri!). L'altroieri l'ho conquistata con un gambero, ieri ha mozzicato un po' l'alice, oggi pensavo ad un pezzettino di carne bianca tanto per farla riprendere dal digiuno forzato degli ultimi 7 mesi.... Pensavo di farla digiunare domani per provare a mettere del radicchio lunedì (che finora ha snobbato). Vi lascio intanto con altre due foto. Se questa storia ha avuto un lieto fine è anche per merito vostro.

 

220.jpg

 

221.jpg

 

Ha un disegno sulla testa molto carino e particolare che le altre mie due Trachemys non avevano. Comunque il suo nome è ufficialmente TAMPA!

Link to comment
Share on other sites

BravA ;) Grazie, Spleen! Migliora di giorno in giorno e mangia con appetito. Spero un giorno di poterla inserire con le altre due in laghetto ma dovrà recuperare un bel po' di centimetri (più di 10 di differenza ora). Pensate che crescerà "normalmente"?
Link to comment
Share on other sites

penso di sì, è ancora piccola. io ne ho una adulta adottata già adulta e penso che essendo stata accudita da piccola da chi non ne capiva niente e l'ha malnutrita, lei sì che ha avuto problemi di crescita (avrà su per giù dai 6 ai 9 anni ed è di appena appena 10 cm).
Link to comment
Share on other sites

Ho letto la storia, e che storia! In bocca al lupo per la piccola anche se quello che ha passato è per fortuna per lei ormai solo un lontano ricordo.
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Volevo aggiornarvi sulle condizioni della mia terzogenita!

L'infezione polmonare sembra averla superata senza problemi dopo il ciclo di antibiotico. Ora mangia come un drago (fino ad un latterino intero) ed è cresciuta molto. E' il doppio di quando arrivò a fine Marzo/ inizio Aprile. Ecco una foto dove le due in alto la ritraggono appena arrivata e le due in basso ora:

 

139.jpg

Edited by ely88k
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.