Jump to content

Nuovo acquario... bisogno di consigli


andrew.

Recommended Posts

Ho comprato un nuovo acquario lungo 80 cm dalla capienza di 100 litri per la mia tartaruga (ma conto di prenderne una seconda ora che c'è più spazio).

 

Ho alcuni problemi e spero mi aiuterete.

 

1- Devo creare una zona emersa.

La cosa più semplice sarebbe mettere dei massi, però ho a disposizione dei massi presi in campagna, li usavo già nella vasca precedente e notavo che si riempivano sempre di alghe, per cui volevo usare massi di fiume levigati, ma non saprei dove trovarli (dalle mie parti non ci sono fiumi).

Allora ho pensato di creare una zona con delle lastre di sughero che vendono in un negozio vicino a me, sono dei fogli sottili di sughero (magari ne metto due uno sopra l'altro). Il problema, banale, è: come lo attacco alla parete di vetro? Ventose? Silicone? Il silicone vorrei evitarlo perchè ho paura che quando il sughero si espande con l'acqua, il vetro si rompa. Le ventose dove le compro? E soprattutto, come le attacco ai fogli di sugher? Parlo proprio praticamente...

 

2- L'acquario è dotato di un grosso coperchio, con annessa lampada a neon. Il coperchio non si può scollare del tutto, ma si può ovviamente tenere alzato. Ho letto in giro che sarebbe meglio tenerlo aperto, ma perchè? Questione di ossigeno? E se l'ossigeno ci arriva comunque, dato che ha due aperture, posso tenerlo chiuso?

 

Avrei altre domande, ma per il momento vediamo di risolvere queste cose :)

Link to comment
Share on other sites


Ho comprato un nuovo acquario lungo 80 cm dalla capienza di 100 litri per la mia tartaruga (ma conto di prenderne una seconda ora che c'è più spazio).

 

un acquario è un parallelepipedo... 80 cm è la lunghezza..la larghezza quant'è? 1 cm? 10 cm? 20 cm? 30 cm? E l'altezza?

 

Prima di prendere un'altra tartaruga informati sullo spazio che devono avere a disposizione...altrimenti ti tocca comprare in futuro un'altra vasca per evitare che stiano strette.

 

Ho alcuni problemi e spero mi aiuterete.

 

1- Devo creare una zona emersa.

La cosa più semplice sarebbe mettere dei massi, però ho a disposizione dei massi presi in campagna, li usavo già nella vasca precedente e notavo che si riempivano sempre di alghe, per cui volevo usare massi di fiume levigati, ma non saprei dove trovarli (dalle mie parti non ci sono fiumi).

Si riempiono di alghe perchè sull'acquario batte il sole...devi mettere qualcosa che copra. Ma sia massi di fiume che di campagna trattengono lo sporco e può crescere sopra l'alga.. quindi evita.

 

Allora ho pensato di creare una zona con delle lastre di sughero che vendono in un negozio vicino a me, sono dei fogli sottili di sughero (magari ne metto due uno sopra l'altro). Il problema, banale, è: come lo attacco alla parete di vetro? Ventose? Silicone? Il silicone vorrei evitarlo perchè ho paura che quando il sughero si espande con l'acqua, il vetro si rompa. Le ventose dove le compro? E soprattutto, come le attacco ai fogli di sugher? Parlo proprio praticamente...

Le ventose si comprano nei negozi di ferramenta...le puoi attaccare con silicone o con dei ganci.

 

Ti consiglio invece un pezzo di corteggia di sughero...è molto naturale, galleggia...e se viene ingerita non è dannosa per la tarta. Devi solo farla bollire un po' di ore perchè rilascia tannino, una sostanza che ingiallisce l'acqua. Non è nociva per la tarta ma magari è antiestetica per te.

 

2- L'acquario è dotato di un grosso coperchio, con annessa lampada a neon. Il coperchio non si può scollare del tutto, ma si può ovviamente tenere alzato. Ho letto in giro che sarebbe meglio tenerlo aperto, ma perchè? Questione di ossigeno? E se l'ossigeno ci arriva comunque, dato che ha due aperture, posso tenerlo chiuso?

 

Le tartarughe respirano fuori dall'acqua...quindi maggiore è il ricircolo d'aria meglio respirano... un po' come noi... Ogni acquario dovrebbe potersi smontare del tutto, basta osservarlo bene. Quindi se non riesci a togliere il coperchio tienilo inclinato. Qualche foto comunque aiuta meglio la comprensione :)

 

Avrei altre domande, ma per il momento vediamo di risolvere queste cose :)

 

:)

Link to comment
Share on other sites

Alla fine ho deciso di creare delle zone rigide con delle canne di bambù essiccate e unite insieme da fili (è la cosa più pratica che posso usare).

Vi posto una foto dell'acquario così capite:

 

30.jpg

 

Al momento c'è una zona emersa fatta da un sughero-cartone che devo cambiare perchè presto mi sa che marcirà.

Dove c'è la linea gialla voglio mettere la zona emersa.

Dove c'è la linea rossa voglio mettere un'altra pedana rigida sempre in bambù, in modo tale da creare una zona non troppo profonda dove la tartaruga può stare.

 

Infatti la mia tartaruga non sta mai all'asciutto, ma sempre in acqua.

Forse direte che al momento non ci sono lampadine riscaldanti, ma anche nella vasca vecchia dove c'era la lampadina, non ci andava mai.

Credo che ne abbia paura, è molto schiva e ogni volta che qualcuno si avvicina va a nascondersi in fondo, quindi immagino che sia per questo, forse all'aperto si sente troppo in pericolo.

 

Una domanda: il bambù in acqua può stare a lungo? Leggevo su internet che consigliano di verniciare le canne con una vernice atossica in modo che durino di più e non marciscano. voi che dite?

Link to comment
Share on other sites

Le trachemys hanno bisogno di nuotare tanto...quindi ogni oggetto in vasca è inutile..e toglie spazio al loro nuoto.

 

La zona emersa non troppo profonda è inutile...

 

Le 2 lampade devono simulare il sole...quindi devono restare accese anche se la tarta ci sale poco. Fa basking anche soltanto tenendo la testa fuori dall'acqua..ma a prescindere SERVONO.... sicuramente tu non sei li a vederla 24 ore su 24 quindi sicuramente quando è da sola salirà...deve sentirsi sicura.. Loro al minimo segno di pericolo si rituffano in acqua, dove appunto si sentono al sicuro.

 

 

Sul bambù non so dirti..aspetta qualcuno che abbia provato ed ha esperienza in merito.

 

Riguardo la zona emersa: metti dei pannelli sui lati altrimenti la tartaruga si arrampica, cade e si fa male.

Link to comment
Share on other sites

Le trachemys hanno bisogno di nuotare tanto...quindi ogni oggetto in vasca è inutile..e toglie spazio al loro nuoto.

Ok, vedrò di levare le cose più ingombranti.

 

La zona emersa non troppo profonda è inutile...

Il motivo per cui volevo farla è perchè avevo paura che la tartaruga, passando la maggior parte del tempo in acqua, ed essendo l'acqua troppo profonda, faticasse ad andare ogni volta dal fondo alla superficie, così una zona solida intermedia magari sarebbe stata per lei gradita...

 

Riguardo la zona emersa: metti dei pannelli sui lati altrimenti la tartaruga si arrampica, cade e si fa male.

 

Intendi dei pannelli che superino in altezza il vetro dell'acquario? Sinceramente mi sembra difficile che riesca a salire, non ci sono appigli e non riuscirebbe a scalare il vetro... :question:

Link to comment
Share on other sites

Ok per l'appiglio...ma solo se vedi che ha difficoltà a risalire...altrimenti toglilo pure.

 

Quando crescerà sicuramente riuscirà ad arrampicarsi ed uscire...sono molto curiose le tartarughe, nonchè abili scalatrici.

 

Per fare una prova ora puoi sventolarle davanti un latterino e farglielo seguire fin sopra la zona emersa fino al bordo dove "rischia" di evadere... se non riesce ad arrampicarsi allora stai tranquillo per un po'.

Link to comment
Share on other sites

Alla fine ho costruito la zona con i bambù, vediamo se resisteranno :)

Al momento la tarta non ci sale bemmeno per seguire il cibo, quindi non ho ancora potuto fare la prova se riesce a scavalcare o meno.

 

31.jpg

 

Adesso mi occuperò dell'illuminazione, magari prendo qualche lampada che si attaccano a pinza sul vetro. Certo che il coperchio che non si può togliere sarà scomodo... l'ideale sarebbe mettere la lampada proprio attaccata al coperchio, ma non so come.

Link to comment
Share on other sites

Ho messo una lampadina, trovando il modo.

 

49.jpg

 

Domanda (magari stupida): ho usato una lampadina normale a consumo ridotto. C'è qualche differenza con le lampadine Spot di cui sento parlare?

Link to comment
Share on other sites

Se è a consumo ridotto non riscalda abbastanza ... si dovrebbero raggiungere circa 30° per invogliare una tarta a fare basking quindi sostituiscila con una qualsiasi lampada alogena o a filamento da 40W minimo ...
Link to comment
Share on other sites

Consumo ridotto = consumo ridotto di watt, quindi di calore... è inutile..

 

Serve anche la lampada uvb..consigliatissima la EXOTERRA REPTIGLO 5.0 UVB da 26 WATT

Link to comment
Share on other sites

Effettivamente la zona emersa raggiunge solo i 24-25 gradi. Riscalda, ma poco.

Oggi per la prima volta, comunque, l'ho vista salire... miracolo!

 

Comunque ripeto la domanda: che differenza c'è tra una lampadina normale e una spot?

Link to comment
Share on other sites

Consumo ridotto = consumo ridotto di watt, quindi di calore... è inutile..

 

Ti avevo gia risposto.. :)

 

 

 

Le lampade spot sono lampade ad incandescenza, quindi non a risparmio energetico...sono "le vecchie lampadine"...ma a faretto... fanno luce e scaldano.

Link to comment
Share on other sites

Quella di cui paoloruga ha postato il link è ottima, io cel'ho della philips da 40watt e mi trovo molto bene perchè sembra creata proprio per questo utilizzo ... ancora si trova in molti negozi, io l'ho presa al brico ...

ricordati anche di comprare la lampada uvb che ti ha consigliato dj

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.