Jump to content

Creduta estinta da 150 anni, scoperta tartaruga delle Galapagos


zippo90

Recommended Posts

10 GEN 2012 - 03:08

 

Creduta estinta da 150 anni, scoperta tartaruga delle Galapagos

 

Una delle sottospecie di tartarughe giganti creduta estinta da 150 anni ritrovata sull’isola di Isabela grazie a studi del DNA.

28.jpgUno si chiede, ma come è possibile che una tartaruga gigante riesca a sfuggire all’osservazione, ma se si andasse sul posto ci si renderebbe conto che sì, è possibile. La testuggine si trova sull’isola maggiore di Isabela, più stretta ma più lunga del canton Vallese, circa 150 km, una collana di sei vulcani spenti tra cui il più alto è Wolf con 1700 metri, tagliato in due dalla linea dell’Equatore. E’ proprio intorno e dentro il calderone del vulcano che si trova una grande colonia di Geochelone nigra che possono arrivare a pesare 300 kg, 1,8 m di lunghezza e vivere fino a 150-200 anni. In mezzo a tale colonia vive ciò che resta della sottospecie elephantopus, originaria dell’isola di Floreana, probabilmente lasciate lì da balenieri quasi 200 anni fa.

 

La scoperta è stata pubblicata su Current Biology sul primo numero dell’anno in uscita il 10 gennaio a firma di Ryan C. Garrick del Dipartimento di ecologia e biologia evolutiva della Yale University. In origine la sottospecie Geochelone nigra elephantopus (o nigra nigra secondo altre fonti) viveva su un’altra isola e, come tutte le sottospecie delle Galapagos, era endemica di quell’isola e aveva un carapace distinto a forma di sella. Nel 2008, alcuni studiosi hanno scoperto degli ibridi che non avevano il caratteristico carapace a cupola della sottospecie becki del vulcano Wolf. Dopo avere fatto diversi prelievi su esemplari giovani, si è sospettato che forse si aggirava ancora qualche esemplare puro della sottospecie estinta. Ora, grazie allo studio appena pubblicato se ne ha la certezza, anche grazie a prelievi effettuati su 1600 individui che, nonostante la stazza, non sono così facili da trovare nel sottobosco fitto e impenetrabile della macchia. Un numero di individui che però non è che una frazione della popolazione totale intorno al vulcano.

 

Si pensa che, grazie alla mappatura del DNA, gli esemplari della sottospecie creduta estinta siano almeno 38, di cui anche alcune femmine. Ora, il gruppo di scienziati di Yale intende proporre alle autorità dell’arcipelago delle Galapagos di organizzare una vera e propria “caccia” per trovare tutti gli individui possibili di G. elephantopus e procedere alla riproduzione in cattività della sottospecie e così salvarla dall’estinzione. Si suppone che circa 150-200 anni fa alcuni marinai delle baleniere abbiano abbandonato le tartarughe provenienti da Floreana su quest’isola. Le tartarughe si sono poi estinte a Floreana a causa del continuo prelievo per essere mangiate in alto mare dai marinai. Infatti, una tartaruga può rimanere in vita per diversi mesi senza mangiare e bere e pertanto costituivano una fonte di carne fresca per i marinai imbarcati sulle baleniere che a quel tempo cacciavano balene per distillarne l’olio.

Edited by zippo90
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 29
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ke belle, ma da quello ke sapevo le tarte delle galapagos o geochelone nigra nn erano istinte ma in pericolo critico... comunque buono a sapersi ke se ne è trovata una nuova colonia :D
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.