Jump to content

Strana bozza


Fiammetta74

Recommended Posts

Ciao a tutti sono nuova del Forum e grazie per avermi accolto!Mi chiamo Fiammetta e da poco nella nostra famiglia sono arrivate 2 piccole Trachemis s.s.Con loro va tutto bene il problema è un'altra piccola Trachemis s.s. che mi è stata affidata 2 settimane fa.Questa tartaruga appartiene alla classe di mia figlia insieme ad un'altra tartarughina.Durante il periodo natalizio ce le hanno affidate per accudirle.Hanno all'incirca 18 mesi e in classe vivono all'interno di una bagnarola con una pietra come rialzo.Mangiano i classici gamberetti secchi,pellet,ogni tanto lattuga e gli cambiano l'acqua tutti i giorni non possedendo un filtro e non hanno lampade.La classica situazione lager!!Appena arrivate a casa nostra le ho messe all'interno di un acquario circa 50x30,con filtro,termostato e lampada e soprattutto gli ho cambiato la dieta seguendo le vostre istruzioni.Lo so che l'acquario è piccolo ma in confronto a dove stavano prima penso che credano di essere venute a fare le terme!!Mi sembra che abbiano anche difficoltà nel nuoto non avendolo mai fatto prima.Ora veniamo a noi.Una delle 2(la + grande come dimensioni all'incirca 6,5x 5 cm del carapace)ha sempre avuto fin dall'inizio un leggero rigonfiamento credo sia sull'orecchio.Nel giro di 2 settimane xò secondo me si è gonfiato tantissimo e al tatto è duro.Ho contattato la veterinaria(esperta in tartarughe) e mi ha detto che si trattava di otite e mi ha fatto somministrare 1 volta die IBAFLIN 3%,l'ho dovuta anche isolare e purtroppo l'ho dovuta rimettere nel suo lager senza termostato e luce xchè non ho altro spazio a disposizione.Spero che si vedano le foto.

http://imageshack.us/photo/my-images/713/cimg8249.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/842/cimg8246.jpg/

http://imageshack.us/photo/my-images/694/cimg8247z.jpg/

Credo che si veda il rigonfiamento.Il problema è che dopo 7 giorni di antibiotico la soluzione non è affatto migliorata.Voi che cosa ne dite?Sapete darmi qualche indicazione?Grazie mille e a presto......

Link to comment
Share on other sites


si è sicuramente ammalata per le cattive condizioni in cui viveva:

-il continuo cambio dell'acqua porta a sbalzi di temperatura cioè a malattie come polmonite, otite;

-i gamberetti secchi portano a scud, setticemia;

-una zona emersa non adeguata porta a ritenzione degli scuti e a lungo andare a micosi e scud;

-se non possono nuotare gli si atrofizzano i muscoli delle gambe e gli vengono vari problemi agli organi interni;

-senza le lampade il carapace non assume il calcio e diventa mollo;

- la lattuga bisogna darla con parsimonia.

 

 

mi sembra di aver capito che queste tarta vivevano in una classe...

senza il termoriscaldatore prendevano sbalzi di temperatura la notte...

 

cerca di convincere la classe di fare una colletta per raccogliere soldi per far vivere meglio le povere tarte....

 

 

le tarte sono lente a guarire... :)

Link to comment
Share on other sites

immagino già le tarta nella vaschetta con la palma... è l'incubo di ogni tarta!!! cmq segui i consigli di indiana jones, alimentazione e mantenimento sono del tutto sbagliati...
Link to comment
Share on other sites

Grazie mille ragazzi.Il loro contenitore non ha neanche l'isola con la palma ma 3 sassi!!!Domani quando rinizierà la scuola andrò a parlare con la maestra.Possiedo un vecchio acquario di 60x 40 circa,lo so che non è molto grande ma penso che sia sempre meglio che farle vivere dove stanno adesso.Poi cercherò di convincerla a comprare luci,riscaldatore e filtro anche se mi è già stato detto che di notte purtroppo il riscaldatore non può rimanere attaccato alla corrente(e neanche il filtro)per problemi di sicurezza(non si sa mai che ci sia un corto circuito e la scuola vada a fuoco!!).La cosa migliore sarebbe portarsele a casa e dargli una degna esistenza!!Adesso quello che mi preoccupa di più è questa tumefazione che non è guarita con l'antibiotico,chissà cosa mai sarà.A presto....
Link to comment
Share on other sites

Meglio tenerle in casa..... visto che si tratta di bambini non bisogna escludere che ci possano giocare, facendole così stressare più di quanto gia lo sono.

 

Così vivranno degnamente e senza pericoli.

Link to comment
Share on other sites

anche io penso che una tarta non debba stare a contatto con bambini perchè l'istinto dei bambini li porta a giocarci e nel non sapere ai pericoli che corre la tarta la faranno stressare e soprattutto ammalarsi...

le tarte sono un animale delicatissimo

Link to comment
Share on other sites

Ciao cambia veterinaria è un ascesso auricolare e va asportato scegli un veterinario esperto in esotici che sia esperto davvero.

 

hai fatto bene a separarla,tienila all'asciutto ,ma al caldo e tienila idratata spruzzandole sopra acqua ogni tanto ee senti un vet esperto .

Edited by aroval
Link to comment
Share on other sites

Attenzione, dipende l'eta dei bambini, io non ci gioco ;)

Comunque concordo che ha un ascesso auricolare ma una domanda, anche se ora starà meglio nell'acquario quella classe sa che dovrà fare un laghetto? E dove lo fanno in cortile? Scusate ma è ridicolo... Ovviamente non è colpa tua...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.