Jump to content

escrescenze pelodiscus sinensis


supermoli

Recommended Posts

ciao ragazzi, ho una pelodiscus sinensis di circa 10 cm, da un paio di giorni le sono comparse sul collo delle escrescenze tipo porri di cui uno abbastanza grande. cosa puo' essere?? non so davvero cosa fare...
Link to comment
Share on other sites


grazie! ma nel caso fossero verruche cosa potrei fare? la tarta mangia e nuota tranquillamente come prima. non ho notato nessun cambiamento comportamentale. posso essere dannose per la tarta O SONO INNOQUE?? grazie!
Link to comment
Share on other sites

Spesso le tartarughe d'allevamento presentano delle verruche (ingrossamenti del tessuto epiteliale causto dall'insediamento di un virus o di batterio).

 

Sono state curate con l'applicazione di betadine e mercuriocromo, che portano all'essicazione della protuberanza e al successivo distacco.

 

Esiti negativi si sono avuti con l'asportazione chirurgica o con la cauterizzazione.

 

A me è capitato 3 volte con le Ocadie.

 

La "gobbetta" è localizzata al centro della nuca.

 

In breve tempo raggiunge dimensioni tali da impedire la ritrazione della testa.

 

Si sono viste spesso sulle Graptemys e sono state trattate con successo con betadine soluzione con le solite modalità (applicazione all'asciutto e sosta all'asciutto per 30')

 

Da evitare l'applicazione del betadine pomata che, a causa del supporto di glicerina, ammorbidisce la parte ed impedisce il distacco del corpo estraneo.

 

Gli episodi negativi hanno interessato invece delle baby trachemys.

 

E' da notare come la pustola fosse più avanzata e posta tra i due accumuli di grasso superiori del collo.

 

Sia l'intervento chirurgico sia la cauterizzazione hanno portato alla morte immediata degli esemplari durante il trattamento.

Link to comment
Share on other sites

Ma che significa? Un virus (e se si quale) o batterio ( e se si quale)? Chi le ha operate? Una volta morte è stata fatta una diagnosi o sono state archivate come "boh"?
Link to comment
Share on other sites

Ma che significa? Un virus (e se si quale) o batterio ( e se si quale)? Chi le ha operate? Una volta morte è stata fatta una diagnosi o sono state archivate come "boh"?

 

Sfortunatamente, visto che in breve tempo si erano ridotte per poi staccarsi, non ho fatto l'antibiogramma.

 

Purtroppo ho cercato i relativi post, ma senza successo.

Link to comment
Share on other sites

Ma le tarta sono tutte morte? o qualcuna se ne è salvata? ti dico questo perchè il mese scorso ho trovato la tubercolosi in una testudo graeca e stò scrivendo un articolo scientifico, quindi documentandomi sono venuti fuori diversi casi in tarta acquatiche con noduli o ulcere cutanee... una proprio in pelodiscus sinensis... pensi si possariuscire ad avere un campione di quelle "verruche"?
Link to comment
Share on other sites

Ma le tarta sono tutte morte? o qualcuna se ne è salvata? ti dico questo perchè il mese scorso ho trovato la tubercolosi in una testudo graeca e stò scrivendo un articolo scientifico, quindi documentandomi sono venuti fuori diversi casi in tarta acquatiche con noduli o ulcere cutanee... una proprio in pelodiscus sinensis... pensi si possariuscire ad avere un campione di quelle "verruche"?

 

No, solo le Trachemys e solo quando si sono fatti interventi diretti per rimuovere a forza la "bolla". Potrebbero essere stati benissimo infarti, data la nota delicatezza delle Trachemys da quel punto di vista.

 

Le Ocadie stanno benone.

Arrivavano sempre con dei piccoli parassiti marroni che si staccavano con bagni di sale e diverse avevano la bolla sulla nuca, praticamente dove si piega la pelle in fase di ritrazione.

 

Credo che, essendo di importazione cinese, l'origine sia di quegli allevamenti di Hainan da dove provengono anche le Pelodiscus.

 

Probabilmente bisognerebbe cercare qualche testo cinese, dato che la le allevano per motivi alimentari.

 

Le Graptemys, di allevamento italiano, erano state comprate da commercianti che trattavano le Ocadie, ed erano piuttosto deboli e poco resistenti, difatti una è morta successivamente. (Alfredinik).

Link to comment
Share on other sites

Se puoi dirlo chi ha fatto gli interventi di rimozione? il nodulo nella zona nucale mi interessa poco perchè molto probabilmente è un'infezione batterica da fregamento contro lo scuto nucale, ma se ci sono noduli e/o ulcere in altre aree cutanee e/o noduli/ulcere carapaciali o gonfiori degli arti o articolari mi interessa particolarmente... fammi sapere che sono scientificamente curioso...
Link to comment
Share on other sites

Credo che i due tentativi sfortunati siano stati fatti da veterinari generici. Sono sicuro per la rimozione chirurgica ma ho un dubbio per la cauterizzazione, ma è proprio il post che non trovo.

 

Come conseguenza sulle Ocadie noto che quella che è rimasta in mio possesso è rimasta un 30% più piccola della "sorella".

 

Sono almeno 3 anni che non se ne vedevano più. In effetti Ocadie e Graptemys sono pressochè scomparse dai mercatini rionali e si vedono solo in fiera.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.