Jump to content

Temperature rigide......quale tarta adotto???


osv75

Recommended Posts

Ciao a tutti. Sono nuovo del forum ma ho avuto modo di apprezzare il vostro forum per competenza e per tutte le minuzie trattate riguardo la cura delle tartarughe. Avrei bisogno di un consiglio.....vivo in provincia di L'Aquila ed ho un giardino nel quale vorrei far scorazzare un paio di tartarughe ma purtroppo da queste parti la temperatura è sempre piuttosto fresca :).......in inverno siamo costantemente sotto zero durante la notte ed in estate comunque l'escursione termica è notevole. Il mio desiderio di avere le tartarughe deve infrangersi o pensate che possa risolvere in qualche modo? Esiste un tipo di tartaruga che resiste ai freddi aquilani? Come potrei risolvere? Una residenza alternativa in inverno? Aspetto notizie...grazie
Link to comment
Share on other sites


Le tartarughe che più si adattano al clima dell'aquilano sono le Horsfieldii, anche se devi tenerle in letargo in un luogo poco umido

poi le Graeca ibera dell'est della Turchia, sono specie nel cui habitat la temperatura va sotto i 20°, ma le Ibera sono resistenti anche all'umidità, poi ci sono le Hermanni Boettgeri.

A Rosciolo, vicino Tagliacozzo per anni delle tartarughe in un giardino di un castello, erano molto vecchie, svernavano sotto una catasta di legname, poi un bel dì la catasta prese fuoco...

Link to comment
Share on other sites

Quoto tartagnan.

 

Le Testudo horsfieldii sono delle tartarughe che ben si adattano ai climi rigidi (nei loro areali, gli inverni sono caratterizzati da temperature che possono arrivare anche a -35°C), ma necessitano dell'accortezza di dover vivere in climi poco umidi. Quindi la scelta può ricadere anche su questa specie, che però non è semplicissimo da far riprodurre alle nostre latitudini.

Link to comment
Share on other sites

io di persona ( o tramite web ) non conosco nessuno che sia stato capace di riprodurle da noi! senza contare che hanno un periodo di attività brevissimo ( circa 4 mesi all'anno ) forse sarà questo uno dei motivi per i quale non si riproducono ... il clima e il letargo troppo diverso che affrontano da noi! senza parlare che la maggior parte degli esemplari venduti in Italia ( anche se con regolare documentazione ) sono di cattura! secondo me se si riuscisse a riprodurle da noi quelle nate in cattività si adatterebbero meglio al nostro clima ! con + speranze di riprodursi con successo ( questa resta una mia ipotesi ) poi può essere che rimarrà sempre la stessa cosa!
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.