Jump to content

il mio nuovo acqua terrario


Acquariolandia

Recommended Posts


scusami, ho visto le foto. volevo chiederti il nome della tarta nella foto n. 9 inserita da titano 72. volevo inoltre sapere delle caratteristiche di questa tartaruga, se e' "lunga "piu o meno 12 cm puo' andare in letargo???
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Complimenti per le tartarughe ma anche io volevo chiederti se ti posso accorciare il nome in quanto "sballa" tutta la grafica del portale! :)

 

Mi puoi dire con cosa te lo posso sostituire?

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

quelle possono andare in letargo come tutti i rettili !!!

 

Letargo

 

Le Trachemys scripta elegans possono essere fatte andare in letargo, ma ciò non è assolutamente necessario per la loro salute. Il letargo invece è indispensabile se si vuole farle riprodurre, per stimolare l’attività riproduttiva.

 

Se si trovano in un terrario all’interno, la temperatura va gradualmente abbassata nel corso di alcune settimane fino a 4°C. Durante questo periodo di preparazione non devono essere alimentate, per dare modo al loro apparato digerente di svuotarsi. Il terrario va posto in una stanza fredda; la temperatura deve essere accuratamente monitorata utilizzando un termometro che registri la temperatura massima e minima. Il periodo di letargo può essere di 6-12 settimane, secondo la taglia e delle condizioni fisiche; per le tartarughe giovani deve essere più breve. E’ molto importante ricordare che se la temperatura non scende sotto i 10°C le riserve corporee vengono consumate troppo in fretta, perché il metabolismo non è sufficientemente rallentato. Se invece la temperatura scende sotto i 4°C si possono creare danni da congelamento, e se la temperatura scende sotto zero la morte può avvenire in poche ore.

 

Per l’ibernazione all’aperto occorre seguire alcune regole. Il laghetto o la vasca devono avere un’ampia superficie ed essere profondi almeno 1 metro, e deve esserci sul fondo un sufficiente strato di fango per immergersi. Secondo alcuni autori la superficie non deve essere lasciata congelare per più di due settimane.

 

Non si devono mandare in letargo le tartarughe malate o in condizioni fisiche non ottimali, o quelle molto piccole. Vanno tenute tutto l’inverno in un terrario riscaldato a 24-26°C, con 12-14 ore di luce, con una lampada ad ultravioletti, e vanno alimentate regolarmente.

 

questa e la fonte

 

http://www.lamiaiguana.altervista.org/sche..._acquatiche.htm

 

 

 

ecco delle foto 2 d mia sorella e una mia

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
Originally posted by laghettoeterra@17 marzo 2006, 19:39

Scusate di nuovo ma ho perso la mia password e mi sono registrato di nuovo come laghettoeterra

 

 

ciaoooo a tutti

E con il Bancomat come fai? :lol:

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

adesso ho visto le tue tartarughe

 

quella più grande assomiglia molto alla mia

 

mi potresti dire di quale specie si tratta

 

il commesso mi ha detto che sono americane e con il piastrone rosso

Link to comment
Share on other sites

Direi che non é una Chrysemys Picta Belli

 

http://www.chelonia.org/CpictabelliBP2.jpg' border='0' alt='Immagine non Disponibile' title='*' />

 

http://www.chelonia.org/CpictabelliBP1.jpg' border='0' alt='Immagine non Disponibile' title='*' />

 

per il colore del piastrone

 

Mi pare più una Pseudemys Texana

 

http://www.chelonia.org/PseudemystexanaSL1.jpg' border='0' alt='Immagine non Disponibile' title='*' />

 

O potrebbe essere un incrocio. Il pasticcio è che spesso negli allevamenti fanno schiudere uova raccolte in natura e deposte chissà da cosa, quindi non sanno più neanche loro cos'hanno venduto.

 

Il guaio è che tra Trachemys, Pseudemys e Chrysemys le differenze sono minime.

 

Sicuramente se supera i 30 cm è una Pseudemys, mentre la differenza tra le Trachemys e le Chrysemys dovrebbe essere la larghezza della mandibola, la presenza di fasce ossee all'interno della stessa e la simmetria tra le piastre vertebrali e quelle caudali.

 

Per Marilena, ieri sera ho toppato, le Chrysemys sono grandi come le Trachemys. Confermo il resto

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

ho visto le tue foto

 

e da quello che posso vedere non è una nelsoni secondo mè, perchè il carapace è diverso come dicevi tu

 

forse ho una nelsoni anche ma non è quella lì

i colori della testa e il carapace sono uguali alla nelsoni che hai messo tu in foto

 

mentre l'altra ha il piastrone rosso ed anche il carapace

ma non così rossi come quella in fotografia

 

un amico mio ha due elegans e si è stancato di tenerle adesso me le vuole dare a mè con anche l'acquario

 

hanno circa 7 anni

 

appena posso vi faccio vedere tutte le fotografie delle mie tartarughe

ed anche dello stagno che sto costruendo

piccolo ma molto carino e la cosa piu importante è che l'ho fatto tutto io

Link to comment
Share on other sites

se fosse una Chrysemys Picta Belli come è questa specie

e sopratutto quanto crescono

 

appropostito mi sà che ho inserito la fotografia nella sezione terrestri invece che acuqatiche

Link to comment
Share on other sites

Le Chrysemys diventano grandi come le Trachemys, quindi al massimo 20 cm i maschi e 25 le femmine, e direi che le puoi tenere tranquillamente insieme perchè sono praticamente identiche come esigenze ed alimentazione.

In linea di massima resistono un po' meglio al freddo, visto che arrivano fino ai Grandi laghi e al Canada.

 

In effetti è un po' pallida ma sembra proprio una Picta.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.