Jump to content

Il primo letargo


Ariadne

Recommended Posts

Ciao a tutti!, scusate se sono un po' ripetitiva ma ho scritto nella sezione laghetti ecc... e non ho ancora avuto risposta, quindi rigiro la domanda qui, che forse è la sezione più appropriata.

 

Allora, ho intenzione di trasferire le mie due tss di un anno e mezzo circa (misurano meno di 10 cm) in un laghetto artificiale, per capirci quello preformato (è ancora tutto da progettare, se ne parlerà probabilmente in primavera inoltrata) perché tra qualche tempo anche la nuova postazione non sarà più grande abbastanza da contenerle.

 

Vi spiego un po' la situazione: vivo appena fuori Roma, molto vicino al mare. Le temperature in primavera ed estate sono calde, proprio per la vicinanza al mare c'è un buon livello di umidità. Questa si sente pure in inverno, dove le temperature comunque non scendono mai sotto lo zero ed è raro che raggiungano 1 o 2 gradi, probabilmente giusto la notte.

 

Allora il dubbio è questo: Riusciranno le mie bestiacce ad abituarsi, anzitutto ad un cambio d'ambiente così drastico, ma soprattutto al primo letargo?

Come dovrei comportarmi?

 

Grazie mille anticipatamente! :good:

Link to comment
Share on other sites


Ciao, il problema delle vasche preformate è che generalmente soono piccole e poco profonde, anche se abiti a Roma ti consiglio una profondità di almeno 60cm per un più tranquillo letargo. Altre cose da considerare: più un laghetto è grande minore sarà la sua manutenzione, per le tarta poi più spazio c'è meglio è, tieni inoltre presente che per evitare sbalzi di temperatura si consiglia di creare laghetti di almeno 1000 litri (difficilmente raggiungibili con un preformato, a meno di prendere quelli proprio grandi che costano un botto, meglio forse se lo realizzi con i classici teli per laghetto che sono garantiti dai 10 ai 15 anni).

Altre cose, meglio creare un fondo di sabbia o terra per il letargo (non indispensabile), per evitare problemi di annegamento (quando la temperatura scende sotto i 10 gradi le tarta si muovono lentissime e possono avere difficoltà nel nuotare) crea degli appigli per agevolare la salita nei periodi di pre e post letargo, infine ricordati di smettere di alimentarle almeno 20 giorni prima del letargo (qundi a novembre).

Il letargo non è indispensabile però se proprio hai deciso (per motivi di spazio) segui tutte le indicazioni (leggiti anche altri post sul forum). Ciao! :smilea:

Link to comment
Share on other sites

Grazie per i suggerimenti! Ora mi leggo bene tutti i post! in ogni caso la cosa che mi premeva di più era sapere appunto se per le tartarughe un cambio del genere non fosse un problema.. insomma non ne risentiranno piu di tanto spero!
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.