Jump to content

sta nascendo aiuto!


debby

Recommended Posts

ciao a tutti oggi sono super felice, vi ricordate l'uovo che avevo bucato qualche giorno fa, oggi sono andata a controllare l'incubatrice e ho visto che la tartarughina ha forato l'uovo di lato e adesso sta con il musetto di fuori e gli occhi chiusi, mi devo preoccupare? cosa devo fare adesso la lascio dentro l'incubatrice ancora un pò, aiutatemi perchè non so che fare. devo allestire un piccolo terraio in casa cosa devo comprare? ho letto che ci vuole una lampada ma non so di che tipo, oggi ho fatto un giro mi volevano dare una lampada infrarossi da 250 w secondo voi va bene? adesso cerco qualcosa nella sezione allevamento, però voi mandatemi più consigli possibili, vi ringrazio tanto e scusate se vi assillo, ciao
Link to comment
Share on other sites


ciaonon toccare assolutissimamente l'uovo non cercare di forsare la schiusa essa uscirà se tutto và per il meglio entro 24 ore circa dopo di che ha bisogno di un terrario con una lampara a raggi uva apposita per rettili (chiedi ad un negozio di animali)i watt vanno adattati alla grandezza del terrario. ha bisogno anche di un pò d'acqua essendo molto piccola può andare bene un coperchio del vasetto di vetro della maionese o anche più piccolo darle da mangiare lattuga e frutta come mele pere pomodori in piccole porsioni stando attenta che con affoghi.

non sò quando inizierà a mangiare sò che non devi togliere assolutamente il sacco vitellino e il dente che serve per la schiusa cascheranno da soli

se vuoi puoi portarla da un veterinario esperto in rettili per vedere se tutto ok comunque

spero di essetri stato di aiuto

 

ciao e in bocca al lupo :p

Link to comment
Share on other sites

ciao a tutti, anna ho visitato l'indirizzo che mi hai dato, ti vorrei chiedere alcune cose, la mia incubatrice è artigianale fatta da me del tipo bagnomaria, in pratica ho fatto questo, ho preso un vecchio frigo da campeggio ho messo un pò d'acqua un termoriscaldatore e sopra un contenitore con della torba umida dove ho poggiato le uova e vicino il termometro per la temperatura che si aggira intorno ai 30 gradi, adesso ho preso l'uova e lo messo in un altro contenitote con della carta assorbente però non l'ho bagnato (lo posso fare adesso?) e l'ho lasciato sempre nell'incubatrice secondo te può andar bene? più o meno somiglia all'incubatrice di schiusa che ho visto ciao.
Link to comment
Share on other sites

L’incubatrice di schiusa separata ha, fra le altre cose, due grossi vantaggi: di tenere lontano il tartino in nascita dalle altre uova (potrebbe romperle prematuramente) e di rendere impossibile che il tartino caschi in acqua ed affoghi (cosa alla quale si puo’ ovviare con un sacchetto ben chiuso su tutti i lati fatto con una zanzariera). (nota: tutte le uova devono comunque essere protette dal sacchetto/zanzariera a partire da circa un 10-15 giorni prima della presunta schiusa)

Una volta che ci si organizza in modo da ovviare a questi due principali problemi, qualunque soluzione e’ valida. Non e’ indispensabile avere un “locale” separato, anche se e’ indubbiamente molto piu’ comodo. L’importante e’ che la piccola, dopo il primo forellino, abbia caldo, molto umido, buio. E bisogna lasciarla in pace in modo che possa schiudere completamente solo quando LEI lo ritiene opportuno. Per noi e’ un brutto aspettare, pero’ in questo modo nascono con molti meno problemi.

La carta la puoi bagnare anche dopo, la fai diventare un po’ bella umida.

Link to comment
Share on other sites

oggi ancora niente, se ne sta li con il musetto da fuori e gli occhi aperti, avvolte tira fuori una zampina e poi la rientra è tutto normale? allora oggi bagno la carta assorbente, perchè si fa questa cosa a che serve per l'umidità? non basta quella dell'incubatrice? un'altro consiglio mi serve, va bene per fare un terraio un piccolo acquario? respira la tartaruga dentro visto che è tutto chiuso? oggi ho comprato per il fondo la lettiera naturale di granulato di faggio formato grande, l'etichetta riporta questo: senza addittivi, per terrai, igienico, asciutto, privo di polvere può andar bene per fare il fondo del terraio, fatemi sapere grazie.
Link to comment
Share on other sites

no mettere quella lettiera x favore leggi qui

http://www.tartaportal.it/index.php?showtopic=559

per i fondi tranquilla quando sara pronta uscira dal suo ovetto

per l acquario come terrario anchio ho un ex acquario modificato a terrario xò il mio era senza coperchio completamente chiuso non va bene xke non ce passaggio d aria

Link to comment
Share on other sites

l'ovetto si è schiuso ieri, io l'ho visto verso le 13,00 quando sono tornata da lavoro, però oggi grossi progressi non li ha fatti, ho visto che sta con la testolina fuori ieri con gli occhi chiusi mentre oggi li aveva aperti, ieri aveva anche una zampina fuori, oggi no, ma quando può stare così? se eventualmente neanche domani si decide ad uscire completamente che faccio? come posso modificare un acquario per renderlo adatto al terraio? la luce è meglio a neon o a lampada a quanta distanza si mette dalle tartarughe? ho trovato una luce che fa sia da spot che da uva può andare bene? se metto la luce devo riscaldare anche il suolo con una serpentina o può bastare la luce? scusate le tante domande però vorrei fare solo un terraio più adatto possibile senza sbagliare, perchè ho molto a cuore la mia piccola tartaruga ciao a tutti. approposito la lettiera che ho trovato e di faggio, vale lo stesso discorso di quella di cedro e pino? fatemi sapere altrimenti metterò della torba (va bene quella delle piante che si compra nei vivai?)
Link to comment
Share on other sites

allora andiamo per gradi penso che sia il caso di non muovere la tartina magari mettigli un po di insalata a invogliarla ad uscire

per quando riguarda il neon ti conviene il neon per rettili e una lampada spot x riscaldare mettila a una 30 di cm dalla tarta.

sono un po contro le serpentine di calore possono a volte rilevarsi pericolose se metti la lampada spot riscaldante va benissimo anche solo quello.

No mettere la lettiera ascolta per i primi periodi metti solo carta da cucina cosi potrai vedere tutto quello che fa la tarta

Per l adattamento di un acquario a terrario basta un po di fantasia

Link to comment
Share on other sites

va bene, faccio così adesso metto un pò d'insalata vicino all'ovetto però domani sarà sicuramente cotta, per l'acquario la fantasia non mi manca però l'esperienza si, quindi ripeto l'acquario va bene se levo il coperchio, in pratica lo posso lasciare aperto per il resto ci vuole solo la fantasia per renderlo accogliente giusto? allora procedo con i lavori e domani invece della lampada prendo il neon però non so propio come fissarlo ciao.
Link to comment
Share on other sites

Fra il primo forellino e la schiusa definitiva possono passare da due ore a quasi tre giorni circa. Incide anche l'ambiente in cui sono tenute.

Il tempo impiegato in questa ultima fase non indica che la tartina sia piu' o meno in gamba. E personalmente cerco di stimolare la piccina il MENO possibile in modo da NON far anticipare la schiusa definitiva. Quando si sente pronta esce.

La mia NON e' una impostazione etica; ho verificato che in questo modo "nascono" molto molto meglio e con una percentuale minore di problemi.

La piccola in questo tempo soprattutto pisola, qualche volta fa le capriole nel guscio oppure tira dentro e fuori una o piu' zampine.

Vai alla pagina:

http://digilander.libero.it/ediflip/tartar...docnascita1.htm e c'e' una piccina come la tua.

*

Nel terrario avrai bisogno di una luce similsole come aspetto e va bene una lampada argentata sulperimetro e opalina sotto (la trovi nei brico a 1-2 euro), una lampada che emetta una alta percentuale di UVB (B non A)8fatti mostrare la scheda tecnica: i venditori a parole ne raccontano di sciocchezze!). Una serpentiva aggiuntiva ti serve solo se il terrario sara' posizionato in un ambiente con temp.sotto i 18 gradi in notturna. Raramente viene accesa di giorno.

Il terrario dovra' avere una temp. di circa 30 gradi sotto lampada calda/sole e circa 20 gradi nel lato freddo diurno. La notturna sara' intorno ai 18-20 gradi. La massima potrebbe essere un po' di piu', ma diventa eccessivamente pericolosa in caso di cappottamento sottolampada.

La tana va messa nella posizione piu' fresca.

Il terrario e' meglio che sia almeno parzialmente aperto.

Assolutamento no per cedro e pino.

Link to comment
Share on other sites

anna scusami mi puoi spiegare bene, ho capito bene per il terraio mi serve solo una luce uvb e non uva, la spot che posso comprare al brico mi puoi spiegare bene cosa devo chiedere al commesso oppure che cosa ci deve stare scritto sulla confezione. scusami ma di luci, neon termometri e altro mi rimangono molto difficili da capire, una cosa l'ho capita almeno spero, devo mettere due termometri nel terraio per controllare sia la zona calda che quella fresca, poi un'altra cosa di notte spengo tutte le luci nel terraio oppure devo mettere una luce particolare per la notte? a casa mia d'inverno difficilmente la notte scende sotto i 18 gradi, spigami di nuovo la faccenda luci, mi sembra di andare in confusione totale e domani devo cominciare a fare il terraio perchè se va tutto bene al massimo dopodomani dovrò spostare la mia tartarughina che ancora non ha una casa e un nome ciao a presto.
Link to comment
Share on other sites

Benissimo i due termometri: uno va sotto lampada e ti misura la massima. L'altro sta nella parte fredda del terrario e ti misura la minima.

La massima dovra' essere circa 30 gradi, la minima circa dieci gradi in meno (e quindi intorno ai 20 gradi)

Di notte si spegne tutto. Una notturna di 18 gradi va benissimo e se in casa ci sono gia' (anche di notte?) non serve un riscaldamento aggiuntivo.

Le luci che servono sono 2.

Una fornisce i raggi UVB e in genere si prende un neon specifico (ne esistono anche con attacco a vite ma sono piu' costose). Marche non ne ricordo - io non le tengo in terrario se non raramente e per brevissimi periodi - ma se ti serve scrivimi in MP cosa ti propongono in negozio e ti posso fare una ricerca in archivio.

L'altra lampadina da' calore e un po' di allegria alla tarta. E' una normale lampadina ad incandescenza, NON prenderla nei negozi per rettili perche' e' una fregatura. Si chiama "spot" perche' ha il contorno argentato e la luce va verso il basso (e' una lampadina che si usa anche nei faretti). Probabilmente ti va bene una da 40 W. (e comunque costano cosi' poco - un paio di euro suppongo - che e' facile comprarne eventualmente una piu' forte o piu' debole). La lampada spot (cioe' ad incandescenza) abbiamo detot che da' calore. Specialmente agli inizi conviene montarla su una lampada a braccio mobile (come sono certe abatjour o le lampade a braccio snodabile che si usano per studiare). Se fa troppo caldo la tiri un po' su'. Se non fa abbastanza caldo la abbassi un poco. L'importante e' che la tartina non la possa toccare altrimenti si ustiona. La lampada la puoi fare entrare nella parte di "coperchio" che rimane aperta.

Link to comment
Share on other sites

ciao anna, finalmente è nata ed è bellissima io non avevo mai visto una baby e devo dire che ci siamo emozionati tutti in famiglia ti ringrazio per i tuoi preziosi consigli ho aperto una nuova discussione per la nascita forse ho sbagliato dovevo continuare in questa spero di non aver creato confusione mi puoi fare il favore di leggerla perchè ho spiegato come ho fatto il terraio così mi puoi consigliare. approposito gli ultimi dati che ho sono sulla temperatura nella parte calda ho visto prima di spegnere tutto che ci sono 31 gradi sono troppi? e in quella fresca 27 come posso fare per portarla a 20 come dici tu fammi sapere grazie.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.