Jump to content

Corpo Forestale, nel 2010 multe per 460 mila euro


giorgio

Recommended Posts

Il corpo Forestale dello Stato che opera in provincia di Bergamo nel 2010 ha messo a segno 6.600 controlli in difesa dell’ambiente. Controlli di varia natura, con multe che ammontano in tutto a 460 mila euro.

 

Ecco il comunicato stampa del Corpo Forestale:

 

 

Il Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Bergamo ha stilato il consuntivo dell’attività svolta nel corso del 2010: 6.686 controlli effettuati, 1.203 persone controllate, 536 illeciti rilevati complessivamente, dei quali 417 per infrazioni alle normative ambientali, che hanno comportato sanzioni amministrative per un importo di 459.092 euro nei confronti di 451 persone, e 119 per violazioni alle norme penali; sono risultate 543 le persone sanzionate in totale delle quali 142 persone sono state denunciate.

 

La maggior parte dei controlli (75%) ha riguardato la tutela del territorio in aree montane e rurali, del paesaggio, delle risorse idriche, della fauna e della flora, degli inquinamenti e dello smaltimento illecito di rifiuti; il 23% la sicurezza pubblica (protezione civile) ed il pubblico soccorso (obiettivi sensibili, servizio Meteomont in 4 stazioni per la previsione delle valanghe) ed il 2% per servizi di ordine pubblico. Nei settori specifici sono stati effettuati 487 controlli per la regolare detenzione di animali esotici in elenco CITES (denunce di nascita, cessione gratuita, morte, smarrimento e ritrovamento) relativa per lo più a tartarughe e pappagalli.

 

Sono stati, inoltre, registrati 12 incendi boschivi, - 11 rispetto al 2009, su una superficie di 13,80 ettari, minimo storico rispetto agli ultimi 20 anni; 2 le persone denunciate e 10 gli autori ignoti; il 70,0% degli incendi boschivi sono stati attribuiti a cause dolose ed il 30,07% a cause colpose; sono state, inoltre, contestate a 15 persone sanzioni amministrative per accensioni fuochi non consentiti pari ad un importo di 93.040 euro.

 

Il maggior numero di violazioni è stato riscontrato nel settore della tutela del territorio con 121 infrazioni e 42 violazioni penali rilevate nel settore urbanistico-edilizio, paesaggistico e violazioni ambientali per discariche, rifiuti abbandonati ed inquinamenti (55 infrazioni e 30.869 euro di sanzioni amministrative, 8 violazioni penali a carico di 10 persone e 3 sequestri penali) e nel settore della tutela della fauna (55 infrazioni e 47.993 euro di sanzioni amministrative, 40 violazioni penali e 30 sequestri di avifauna protetta, mezzi vietati per l’esercizio della caccia tra cui archetti, trappole e lacci metallici, ed animali esotici tra cui tartarughe, pappagalli e procioni. Sono stati effettuati controlli anche nel settore agro-alimentare (76) e per la tutela delle risorse idriche (255) denunciando 7 persone per prelievi abusivi di materiale litoide e di acqua pubblica dagli alvei di fiumi e torrenti.

 

La Forestale ha eseguito anche controlli sulle normative del Codice della strada rilevando 98 infrazioni per un importo di 9.959 euro di sanzioni amministrative ed è intervenuta in 78 manifestazioni di educazione ambientale in occasione di Feste degli Alberi nelle scuole.

 

Tramite le segnalazioni dei cittadini al numero verde per “emergenze ambientali” del Corpo Forestale dello Stato 1515 sono stati effettuati diversi interventi di controllo mirati, nel 2010 sono state 130 le segnalazioni che hanno permesso di scoprire diversi illeciti.

 

Venerdi 21 Gennaio 2011

 

[email protected]

 

 

al Corpo Forestale va un sentito ringraziamento anche da parte di noi tutti e vi comunichiamo che sarà presente anche nell'ambito della nostra fiera: Chi Siamo | Tartaportal Expo

Link to comment
Share on other sites


Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.