Jump to content

Aiuto, Letargo o Morte?


bombieri

Recommended Posts

:sada:ragà mi affido alla vostra esperienza, in pratica ho delle piccole tarta HH nate lo scorso giugno, quindi piccoline per andare in letargo quest'anno. il fatto che una mi sa che è andata in letargo circa una settimana fa, cosa che mi preoccupa perchè molto probabilmente non si è preparata. vivo a brindisi quindi da queste parti le temperature non sono basse, oltretutto le tenevo in casa e quando vedevo il solo le uscivo fuori e le lasciavo al sole.

cmq quando la tocco sembra come se reagisse appena appena, ma è una cosa impercettibile, ho provato in tutti i modi, l'ho messa vicino al termosifone dove la temperatura raggiunge i 28 gradi, al sole, gli rompo le scatole spesso, ma lei non ne vuole sapere di svegliarsi.:crying:

oltrettutto sono preoccupato molto di più perchè vedendola si nota che gli occhi se ne sono entrati un pò dentro e se la tocchi il carapace e morbido :rip:sia di sotto che di sopra.... :disapointed:

 

 

AIUUUUUUUTOOOOOO.......

 

come facciao a svegliarla.

Link to comment
Share on other sites


Se le hai tenute in casa non è possibile che sia andata in letargo. la temperatura per il letargo è circa 5°C! Si raggiunge quindi solo all'esterno. Ma in casa dove le hai tenute? Per tenerle in casa durante i mesi invernali e quindi fargli saltare il letargo, è necessario un terrario attrezzato! Se la tua tarta ancora reagisce agli stimoli (tipo: ritira la zampina quando la tocchi) allora non è morta ma sicuramente non sta bene. Ma fino ad ora mangiava? E cosa mangiava? Alla temperatura dei nosrtri appartamenti le tarte soffrono: è troppo alta per andare in letargo ma troppo bassa per il loro benessere. Inoltre gli sbalzi (interno-esterno) sono molto pericolosi. Prova a farle subito un bagnetto in acqua tiepida (non calda, non fredda, tiepida!) tienicela per almeno 20 minuti senza far raffreddare l'acqua e vedi se reagisce! Se non hai un terrario attrezzato (leggi le schede sul forum) devi assolutamente procurartelo subito e riportare gradualmente (!) le tarte a temperature per loro vivibili. Dacci piu' dettagli, se puoi posta delle foto e aspetta le risposte dei piu' esperti!
Link to comment
Share on other sites

fino ad una settimana fa mangiava e stava bene, mangiava tarassaco a volontà e insalata del mio orto e qualche volta un pò di mela. in casa si sta sui 20 gradi circa, ovviamente di notte ho i termosifoni spenti e la temperatura scende sui 17 - 18 gradi credo. le temperature fuori quando sono belle giornate non scendono i 9 gradi in giornate fredde che sono una rarità e al sole credo che si raggiungono i 19 gradi minimo perchè il sole da queste parti brucia anche d'inverno.

le tarte come detto prima le uscivo verso le 10 di mattina solo in giornate belle... quindi con temperature sui 16 in su.

Link to comment
Share on other sites

fino ad una settimana fa mangiava e stava bene, mangiava tarassaco a volontà e insalata del mio orto e qualche volta un pò di mela. in casa si sta sui 20 gradi circa, ovviamente di notte ho i termosifoni spenti e la temperatura scende sui 17 - 18 gradi credo. le temperature fuori quando sono belle giornate non scendono i 9 gradi in giornate fredde che sono una rarità e al sole credo che si raggiungono i 19 gradi minimo perchè il sole da queste parti brucia anche d'inverno.

le tarte come detto prima le uscivo verso le 10 di mattina solo in giornate belle... quindi con temperature sui 16 in su.

 

Le temperature in casa per loro sono comunque troppo basse, inoltre hanno assoluto bisogno di una lampada UVB che simuli i raggi solari se no non producono Vit D3 che è fondamentale per calcificare carapace e piastrone! Hai fatto il bagnetto?

Link to comment
Share on other sites

Scusa se sono stata troppo diretta, non volevo farti disperare ma credo che ora sia decisivo concentrarsi sulla tarta ancora viva per farla tornare a stare bene! Allora, intanto fai subito un bagnetto anche a lei così si idrata e si riscalda. Dove le tieni fisicamente di solito? Scatolone, scatola di plastica...
Link to comment
Share on other sites

in una scatola di computer con 4 centimetri di terra erba secca, cicoria, insalata e tarassaco fresco. la tengo in casa in cucina vicino la finestra. la temperatura in casa è sui 22 gradi....
Link to comment
Share on other sites

In ogni caso...dopo il bagnetto, prendi uno scatolone qualunque (per stasera!), metti sul fondo fogli di giornale, una citola bassa (tipo sottovaso) con acqua fresca poi prendi una lampada da scrivania (che punti verso il basso) con una lampada OPACA da 40 Watt e mettila a circa 30 cm di distanza dal carapace della tarta. se hai un termometro misura la temperatura che raggiungi nella scatola dopo 10 minuti circa. normalmente dovrebbe essere circa 30°C ma direi che anche meno va bene se no lo sbalzo è troppo ed è dannoso. Domani o al piu' presto possibile, ti devi procurare una lampada UVB (negozi per rettili) ed una spot opaca da 40 watt, le metti entrambe da un lato dello scatolone. misura di nuovo la temperatura e aumenta o diminuisci la distanza dalla tarta finche gradualmente (2 gradi al giorno) non arriva a 30° gradi circa. dalla'ltro lato dello scatolone lascia ciotola con acqua e altra ciotola con cibo (bene il tarsassaco). Poi migliorerai il contenitore (cassa di legno) ed il fondo (terra non trattata) con piu' calma.... Aspetta comunque i consigli dei più esperti, vedrai che fra poco ti rispondono!
Link to comment
Share on other sites

ok farò come hai detto, e domani vedo di trovare la lampada in un negozio. ti ringrazio per la tua gentilezza...

ultima domanda, quanto potrebbe costare una tartarughina HH? non mi piace vederla sola

Link to comment
Share on other sites

Dipende da dove la compri, alle fiere costano meno rispetto ai negozi, credo sui 30-40 euro le baby (almeno qui in toscana) ma aspetta maggio-giugno a prenderla adesso è troppo freddo e rischi di prenderne una ammalata o cmq non in buono stato
Link to comment
Share on other sites

ciao, segui tutti i consigli che ti ha dato maura, se la tenevi in casa non dovrebbe aver preso troppo freddo quindi puoi già iniziare a fare dei bagnetti tiepidi per idratarla.

sono necessarie le lampade affinchè si riscaldi stimolando così l'appetito..

dovresti creare, all'interno della scatola, anche una zona un po' più fresca in modo che la tarta decida dove mettersi in base alla necessità di scaldarsi o meno.

concentrati su questa prima di pensare a pernderne altre, non ti preoccupare che non soffrono la solitudine.

tienici informati mi raccomando, ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.