Jump to content

URGENTE - Adozione tartarughina TRIESTE MILANO


fokerella

Recommended Posts

Ciao a tutti, torno su questo forum per trovare una persona che voglia adottare una tartarughina.

L'ho trovata questa mattina nel giardino di mia sorella...

Credo sia una Scripta Scripta, ma non sono esperta. Appena riesco posto una foto, spero sia abbastanza chiara...

E' vispa, non ha paura delle persone! Ho provato a darle della mela ma non l'ha mangiata...

Non saprei cosa darle da mangiare... Io non sono esperta e non mi sono mai interessata di allevamento di tartarughe...

Ho pensato di tenerla, ma dovrei comprare TUTTO ed ora come ora non posso proprio permettermelo (sono una studentessa e non lavoro...)...

Aiutatemi per favore!

Sono di Trieste, non posso spostarmi moltissimo... Però il mio ragazzo è di Milano, al limite posso organizzare con lui...

Scusate il disturbo e vi ringrazio in anticipo!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 27
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Continuo a chiedere aiuto.

Non dispongo di vasche di grosse dimensioni né dell'attrezzatura adatta (luci, filtri, riscaldatori...).

Ho provato a dar da mangiare alla tartarughina un pezzetto di mela, un pezzetto di banana, un gamberetto, dei gamberetti essiccati (che so che non vanno bene, ma volevo stuzzicarle l'appetito), ma non mangia...

Non so come fare, io sono all'università tutto il giorno e mia sorella lavora! Non ho i mezzi per comprare tutto, ora come ora... E non voglio farla star male.

Link to comment
Share on other sites

Semplice se non gli puoi comprare nulla dalle via, oppure dal prossimo anno fagli fare un letargo in cantina, per adesso prendi subito almeno un riscaldatore per l'acqua................
Link to comment
Share on other sites

Non so se hai letto il primo post.

L'ho trovata ieri e sto cercando qualcuno a cui affidarla, ma non ho intenzione di darla al primo che passa che la metterà in una trartarughiera e l'alimenterà a gamberetti essiccati! Io sono fatta così, ci tengo agli animali :)

Sto anche dicendo che in questo momento non ho le possibilità economiche per comprare nulla, non credo vorremmo entrare nel merito di quanti soldi ho in banca, visto che non ne ho.

Non so nemmeno quanto può costare un riscaldatore, non ho nemmeno una vaschetta adatta, l'ho dovuta mettere in un tupperware grossino...

Link to comment
Share on other sites

l'ho letto ma se non si fa subito qualcosa si rischi tanto in fondo metti qualche annuncio sul giornali locali, ecc... , un riscaldatore costa sui €10, in più non mi interessa di saper quanti soldi hai o meno......................
Link to comment
Share on other sites

il riscaldatore si chiama newattino, ci stanno due versioni, la celeste e la nera , la differenza sostanzaiale tra i due è che quello celeste è più potente del nero quindi riscalda prima l'acqua, il costo si aggira sui €10:

 

Termoriscaldatore Newattino riscaldatore automatico sommergibile e infrangibile 10W (termofusibile)

 

 

http://www.globalpez.com/images/Newattino%2010W.gif

 

..........................

Edited by zippo90
Link to comment
Share on other sites

Io eviterei...

 

Le Trachemys non necessitano affatto di termoriscaldatori...

 

A meno che non vivi tra le alpi e in casa non hai una temperatura di 18°...

 

Se usato in maniera errata (e sfido a trovare qualcuno che lo sappia veramente usare) questi arnesini non fanno altro che causare danni....io non l'ho mai usato in vita mia... :)

 

Serve a creare sbalzi termici erratissimi...lasciateli per gli acquari i termoriscaldatori!!! :)

 

Con le Trachemys basta una semplice lampadina spot che punti in modo perpendicolare alla zona emersa e riscaldi l'aria sottostante a circa 27°-28°

 

Stiamo parlando di una specie di tartaruga che non proviene dall'Africa..e si è adattata benissimo ai nostri climi...

 

Non per niente ha rovinato la fauna italiana!!! ;)

Link to comment
Share on other sites

dj mariflex...se non si usa un termoriscaldatore, quando si cambia acqua (e non penso che la nostra amica abbia un filtro esterno da qualche milione di watt) veramente ci sono degli altissimi sbalzi di temperatura che possono portare a polmonite come è successo alla mia prima tarta...

comunque fokerella tu procurati una qualunque scatola di plastica di dimensioni non esageratamente grandi, ma di dimensioni che ritieni adatte per la tartaruga, e soprattutto il riscaldatore.

Link to comment
Share on other sites

Io eviterei...

 

Le Trachemys non necessitano affatto di termoriscaldatori...

 

A meno che non vivi tra le alpi e in casa non hai una temperatura di 18°...

 

Se usato in maniera errata (e sfido a trovare qualcuno che lo sappia veramente usare) questi arnesini non fanno altro che causare danni....io non l'ho mai usato in vita mia... :)

 

Serve a creare sbalzi termici erratissimi...lasciateli per gli acquari i termoriscaldatori!!! :)

 

Con le Trachemys basta una semplice lampadina spot che punti in modo perpendicolare alla zona emersa e riscaldi l'aria sottostante a circa 27°-28°

 

Stiamo parlando di una specie di tartaruga che non proviene dall'Africa..e si è adattata benissimo ai nostri climi...

 

Non per niente ha rovinato la fauna italiana!!! ;)

 

Non son d'accordo, in casa si deve avere un riscaldatore, sennò si rischia che non mangi, in più il newattino è una ciofeca, quindi va più che bene, se fossero fuori allora nun servirebbe ma in casa serve.........

Link to comment
Share on other sites

Allevo Trachemys spp. da anni...mai usato un termoriscaldatore...

 

Per il cambio d'acqua non è che sia difficile eh...basta un pò di buona volontà...metti il secchio con l'acqua nella camera dove sta l'acquario e lo lasci lì per 12 ore circa(così la fai decantare allo stesso tempo;) ).. dopo avrai la temperatura dell'acqua del secchio identica a quella della vasca...cosa che sarebbe impossibile con il termoriscaldatore... e poi che fai? ogni secchiata metti dentro il termoriscaldatore? O.O

 

La temperatura di casa va abbastanza bene...nel caso in cui si noti inappetenza poi si può parlare di un aumento di temperature...ma in questo caso parliamo di una tartaruga che ha girovagato per chissà quanto tempo e per di più baby...ci sta che non mangi minimo per una settimana...

 

E poi anche se non si volesse far fare il letargo..è bene abbassare lievemente le temperature...sempre "estate" non è che faccia benissimo alla salute degli esseri viventi!!!

 

Poi che ognuno faccia a modo suo...l'allevamento è puramente personale...ma visto e considerato che con le Trachemys spp., così come le Graptemys spp. , si consiglia quando possibile un allevamento all'aperto..mi sembra una contraddizione parlare di temperature così elevate da richiedere l'uso di un termoriscaldatore!!!

Link to comment
Share on other sites

Non conosco la politica in fatto di aggiornamenti, quindi io aggiorno, al limite poi il moderatore cancellerà il messaggio :)

Nessuno vuole una tartarughina carina? Io non posso tenerla...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Ciao io sono di Treviso. Se non hai ancora trovato nessuno che si prenda cura della tua tarta io la posso prendere. La terrei in un acquario in inverno e nella bella stagione ho un piccolo laghetto in giardino.
Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.