Jump to content

Uga è una Emys


Amelie

Recommended Posts

Come bisogna comportarsi con una emys malata?

 

Trovai uga all'inizio di agosto in campagna, tutta ferita.

Pensai che fosse stata investita da una macchina,

Fino a ieri credevo che fosse una tarta terrestre.

quindi l'ho tenuta in giardino fino a quando non mi sono accorta che aveva due grosssi buchi pieni di bigattini.

Le ferite le pulisco quotidianamente con il betadine.

non ha pi? n? uova di mosche carnarie n? bigattini.

ogni giorno la tengo dentro ad uno scatolone con un p? di insalata e una un sottovaso con dell'acqua.

non posso liberarla perch? senn? le mosche tornano sopra di lei.

 

credo sia una emys ...confrontate voi stessi.

 

che devo fare?

anche se ? una palustre devo evitare di tenerla nell'acqua?

le basta una spugna imbevuta d'acqua?

per l'?invernata come devo fare?

immagino niente letargo.

cosa pu? mangiare?

 

anche a voi sembra una emys?

Clicca sull'immagine per Ingrandirla

a_316.jpg

http://www.tartaportal.it/mkportal/modules/gallery/album/a_315.jpg' border='0' alt='Immagine non Disponibile' title='*' />

http://www.tartaportal.it/mkportal/modules/gallery/album/a_314.jpg' border='0' alt='Immagine non Disponibile' title='*' />

Link to comment
Share on other sites


  • Administrators

Ma ? pi? erita?

Io la mettere in un acquaterrario e poi un paio di volte al giorno la tirerei fuori per qualche oretta e gli disinfetterei le ferite.

 

Lo sai si che il prossimo anno la dovrai liberare? :)

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

mi stavo chiedendo se ? meglio che porto uga in qualche centro di accoglienza che la far? guarire e che la aiuter? a rintegrarsi con il suo ambiente naturale.

cosa posso fare in merito?

 

perch? prossimo anno la devo liberare?

 

so che ? una specie in via di estinzione, forse ? per questo.

 

? ferita ancora.

ho paura che le ferite se le sia procurate stando troppo tempo fuori dall'acqua...

Link to comment
Share on other sites

ragazzi, ma la emys orbicularis non ha una detenzione vietata? ho visto vari post sulla emys, vicino casa mia c''e un centro di riproduzione emys, comunque, io visto il valore zoologico dell'animale mi informarei dalla forestale o comunque al centro recupero animali selvatici piu' vicino a casa tua, altrimenti fai un terracquario con tutti gli accessori ma in fretta, per l'alimentazione, pesci, molluschi, componente vegetale, microorganismi acquatici , attenendoti alla normale alimentazione che ha in natura.saluti Alessio
Link to comment
Share on other sites

ho preso diversi numeri di telefono.

a fermo c'? una sezione locale del wwf.

chiamer? l? per sapere a chi di competenza posso lasciare uga.

 

sar? difficile separarmi da lei...

ma ? per il suo bene.

 

baci,

una malinconica amelie

Link to comment
Share on other sites

Posso solo immaginare la pena k provi... Cmq Amelie, hai trovato tanto amici qui quindi rimani con noi. Inoltre puoi sempre cercare un'altra tartina, quelle di terra sono deliziose. Stavolta tutto in regola cos? no problem.

Ti faccio i miei migliori auguri... :)

Nei momenti di sconforto, ricorda k stai facendo la cosa + giusta x lei...

Link to comment
Share on other sites

"Ricordiamo che le tartarughe palustri europee appartenenti alle sottospecie presenti nel territorio italiano fanno parte della nostra erpetofauna ed essendo un bene indispendabile dello stato non possono essere catturate ne detenute da privati cittadini npn ppossono essere prelevate neppure le uova chi trovasse tartarughe palustri eruopee ferite magari con ancora l amo in bocca o libere nei parchi cittadini dove abitualmente non sono preenti deve dunque rivolgersi a qualche associazione protezionistica o a l proprio veterinario essendo tartarughe non inserite in alcune appednidce ? possibile trovare in libera vendita soggettti giovanissimi appartentei a sottoscpecie non on presenti in italia"
Link to comment
Share on other sites

Uga è morta una settimana fa.

Avevo pensato di tenerla ma poi avevo realizzato che era il caso di contattare un professore che insegna all'università dove studio,che lavora in ambiente wwf.

Lo stesso giorno che l'ho fatto uga se ne andata via.

Dei veterinari mi hanno spiegato che quando sono le mosche carnarie ad attaccare un animale questo muore con una probabilità vicina al 100%.

Mio padre ed io ce l'abbiamo messa tutta.

 

Ma ci si può affezionare così tanto ad una tartaruga?

 

Io me la ricordo così:

Bella, misteriosa con i suoi millenni di storia alle spalle, scontrosa e cocciuta, timida.

Leggiadra nel suo modo di nuotare in acqua...

L'immagine più bella di lei la conservo dentro di me...la conserverò per sempre e per questo continuerà a vivere dentro di me.

 

Per assurdo il giorno stesso che è morta un signore mi ha regalato due tartarughe di 4 anni (sono molto grandi!) della specie Trachemys scripta elegans.

Un maschio ed una femmina.

E ho scoperto ,anche questo per assurdo, che questa specie importata in massa negli anni 70 dall'america in europa è stata la principale responsabile dell'estinzione delle emys...

che strano il destino.

 

aprirò una nuova discussione...

questa volta però sulle trachemys.

Ho bisogno dei vostri consigli!

Link to comment
Share on other sites

:( Amelie... mi spiace x Uga. Mi hanno commosso le tue parole. Ci si affeziona davvero tanto.

Cmq adesso hai 2 nuove tartine a cui pensare e sei sempre dei nostri :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.