Jump to content

help tartaboy


ninjtsu

Recommended Posts

ciao tartaraga l acquario è arrivato tutto ok, ieri ho preso la terza trachemys ed è piccolissima da sola nell apposito acquario ovale in plastica, sono due giorni k cerco di darle dei gamberetti, ma nn mangia, siamo preokkupati, prima di metterla insieme alle altre volevamo farla crescere almeno di un mese.

Aiutateci come dobbiamo fare:sada:, mia moglie voleva imbokkarla pero è troppo pikkola e ha paura di farle male......help help help

 

grazie :snicker:

Link to comment
Share on other sites


Ieri ho preso la terza trachemys ed è piccolissima da sola nell apposito acquario ovale in plastica, sono due giorni k cerco di darle dei gamberetti

Scusa ma cosa intendi? l'apposito acquario in plastica per te sarebbe la classica "vaschetta lager"?

http://www.petnet.it/public/images/prodotti/800952a.jpg

E per gamberetti intendi gli "appositi" gamberetti per tartarughe?

http://www.tropical.com.pl/foto/771_426_gammarus.jpg

Se è così mi dispiace, ma sbagli, c'è un bel po' di lavoro da fare! icon12.gif

Link to comment
Share on other sites

Intendi dire che la tieni in quella vaschetta di plastica con le palme?? I gamnberretti sono essicati?? la tartaruga ha il riscaldatore?? A ke temperatura la tiene?? le lampade...?? descirivici un po come le tieni e saremo in grado di darti risposte piu azzeccate...
Link to comment
Share on other sites

ricorda che le Trachemys sono tarte dai climi tropicali e non vanno mai in letargo!

 

nelle nostre latitudini questo accade solo perche' sono bestiole molto resistenti e si sono ben acclimatate.

 

In ogni caso. Tempratura tiepida, intorno ai 25/26 gradi.

Grandi spazi per nuotare.

Una zona emersa ove fare bashing e ricevere i raggi UVB (necessari per sintetizzare la vitamina D)

Un buon filtro per tenere l'acqua pulita.

Cibo fresco, carne, pesce tutti i giorni lasciato magari per qualche minuto nella zona emersa.

 

Ricorda che le tartine appena arrivate, possono necessitare anche di 3/4 giorni di tempo per adattarsi alla nuova casa.

Link to comment
Share on other sites

Per tre Trachemys baby c'è bisogno almeno di 80L di acqua, un termoriscaldatore (temperatura sui 24/25°C), una lampada spot per riscaldare la zona emersa, un filtro molto potente (di solito si dice che deve essere almeno 3 volte più potente di quello che si userebbe in un acquario con i pesci. Per es. se hai un acquario da 60 L ti serve un filtro da 180.) perchè le tartarughe sporcano che un capolavoro, una lampada UVA-UVB, e un'alimentazione corretta: principalmente pesce FRESCO o congelato (di certo non liofilizzato), pellets credo che una volta a settimana possa bastare, verdura se riesci a fargliela mangiare, e insetti. Poi un osso di seppia che galleggia liberamente per l'acquario ci deve sempre essere :smilea:

Per delle baby credo che possa andare icon12.gif, spero di non aver dimenticato niente, qualcuno mi corregga pure se sto sbagliando qualcosa. :smilea:

Considera comunque che in men che non si dica le Trachemys si fanno enormi e necessitano di tantissimo spazio e attenzioni!

Scusa se sono stato troppo sintetico, ma ora vado a dormire, domani esame! XD

A domani per maggiori consigli se non te li danno già tutte le altre persone davvero esperte e gentili di questo forum! icon12.gif

Edited by __XX__
Link to comment
Share on other sites

Per tre Trachemys baby c'è bisogno almeno di 80L di acqua, un termoriscaldatore (temperatura sui 24/25°C), una lampada spot per riscaldare la zona emersa, un filtro molto potente (di solito si dice che deve essere almeno 3 volte più potente di quello che si userebbe in un acquario con i pesci. Per es. se hai un acquario da 60 L ti serve un filtro da 180.) perchè le tartarughe sporcano che un capolavoro, una lampada UVA-UVB, e un'alimentazione corretta: principalmente pesce FRESCO o congelato (di certo non liofilizzato), pellets credo che una volta a settimana possa bastare, verdura se riesci a fargliela mangiare, e insetti. Poi un osso di seppia che galleggia liberamente per l'acquario ci deve sempre essere :smilea:

Per delle baby credo che possa andare icon12.gif, spero di non aver dimenticato niente, qualcuno mi corregga pure se sto sbagliando qualcosa. :smilea:

Considera comunque che in men che non si dica le Trachemys si fanno enormi e necessitano di tantissimo spazio e attenzioni!

Scusa se sono stato troppo sintetico, ma ora vado a dormire, domani esame! XD

A domani per maggiori consigli se non te li danno già tutte le altre persone davvero esperte e gentili di questo forum! icon12.gif

 

 

Straquoto... Ti ha dato tutte le informazioni necessarie... X gli alimenti e l'allestimento acquario guarda nella mia firma...

Link to comment
Share on other sites

Ok grazie per le info , già tolta dal laghetto lagher, adesso è insieme alle altre: perciò termoscaldatore a 28 spazio a sufficenza per nuotare, gamberetti scongelati per la notte...ora k faccio se continua a nn mangiare?? (cmq mi manka la luce uva/uvb k in settimana l acquisto).
Link to comment
Share on other sites

La temperatura a 28°C è troppo alta! Abbassala di 3/4 gradi, e tieni accesa la spot tipo dalle 10 alle 18 per simulare le ore calde (il clado stimola l'appetito). Lascia un latterino (o comunque un pesce fresco di quelle dimensioni) nella vasca e vatti a fare un giro..Scommetto che al tuo ritorno il latterino non ci sarà più! :smilea: :smilea:
Link to comment
Share on other sites

Ma ne hai prese 3 alla fine? La vasca che hai sarà grande (120x50 era? o mi sbaglio) però potevi comodamente tenerne 1 o 2 e a quel punto non avevi problemi per anni, oppure mai. Ad ogni modo è normale che una 'nuova arrivata' ci metta del tempo per ambientarsi e non mangi finchè non è abituata alla nuova vasca.
Link to comment
Share on other sites

La temperatura a 28°C è troppo alta! Abbassala di 3/4 gradi, e tieni accesa la spot tipo dalle 10 alle 18 per simulare le ore calde (il clado stimola l'appetito). Lascia un latterino (o comunque un pesce fresco di quelle dimensioni) nella vasca e vatti a fare un giro..Scommetto che al tuo ritorno il latterino non ci sarà più! :smilea: :smilea:

 

Quoto tutto ;)

Link to comment
Share on other sites

ricorda che le Trachemys sono tarte dai climi tropicali e non vanno mai in letargo!

 

nelle nostre latitudini questo accade solo perche' sono bestiole molto resistenti e si sono ben acclimatate.

 

In ogni caso. Tempratura tiepida, intorno ai 25/26 gradi.

Grandi spazi per nuotare.

Una zona emersa ove fare bashing e ricevere i raggi UVB (necessari per sintetizzare la vitamina D)

Un buon filtro per tenere l'acqua pulita.

Cibo fresco, carne, pesce tutti i giorni lasciato magari per qualche minuto nella zona emersa.

 

Ricorda che le tartine appena arrivate, possono necessitare anche di 3/4 giorni di tempo per adattarsi alla nuova casa.

 

Direi che non siamo d'accordo quasi su niente..

Le Trachemys sono tartarughe che vivono nel Nord-America, per essere precisi nella fascia centro-meridionale. Il clima lì è tutt'altro che tropicale, è molto simile al nostro. In natura fanno regolarmente letargo.

La temperatura dell'acqua nel periodo invernale non deve scendere sotto i 20°C, altrimenti è meglio fare un letargo controllato, mentre nelle stagioni calde è sufficiente staccare il riscaldatore.

 

Come alimentazione è meglio limitare a qualche volta al mese l'uso di carne, esclusivamente bianca alla quale sarebbe meglio preferire fegato di pollo. Alimentazione a base di pesce e quando crescono incrementare l'uso della verdura. Evitare in ogni caso di farle mangiare all'asciutto perché rischiano di affogarsi. Ingoiano spingendo giù i bocconi col movimento del collo e l'ausilio della spinta dell'acqua. All'asciutto è quasi impossibile che riescano ad ingoiare, quindi mai lasciare il cibo sulla zona emersa.

Link to comment
Share on other sites

Direi che non siamo d'accordo quasi su niente..

Le Trachemys sono tartarughe che vivono nel Nord-America, per essere precisi nella fascia centro-meridionale. Il clima lì è tutt'altro che tropicale, è molto simile al nostro. In natura fanno regolarmente letargo.

La temperatura dell'acqua nel periodo invernale non deve scendere sotto i 20°C, altrimenti è meglio fare un letargo controllato, mentre nelle stagioni calde è sufficiente staccare il riscaldatore.

 

Come alimentazione è meglio limitare a qualche volta al mese l'uso di carne, esclusivamente bianca alla quale sarebbe meglio preferire fegato di pollo. Alimentazione a base di pesce e quando crescono incrementare l'uso della verdura. Evitare in ogni caso di farle mangiare all'asciutto perché rischiano di affogarsi. Ingoiano spingendo giù i bocconi col movimento del collo e l'ausilio della spinta dell'acqua. All'asciutto è quasi impossibile che riescano ad ingoiare, quindi mai lasciare il cibo sulla zona emersa.

 

 

 

quello che avrei voluto leggere da tempo!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

ok son tornato, scusate ma il lavoro mi ha intrappolato per un paio di settimane...:tonguea:

allora la pikkolina ora mangiukkia qualke rimasuglio sul fondo lasciato dalla grande,nn so perke i gamberetti k galleggiano nn li calcola al contrario dell altra.

comunque ha iniziato da quando ho cambiato lampadina : ho messo un faretto da 50w tipo quelle da vetrina.

k faccio lascio cosi ho alzo la temperatura del termostato, come mi avete consigliato l ho messa 24/25 , è un progresso k mangiucchia ma si vede che è deboluccia (poi sta sempre sull isolotto, si muove a fatica).:disapointed:

 

grazie

Link to comment
Share on other sites

Tranquillo, un altro po di tempo, e mangiando cose sane http://www.tartaportal.it/39722-cibo-da-dare-o-evitare-per-le-tartarughe-dacqua.html , e mettendole tutti gli accessori (spot, lampada UVB, osso di seppia; almeno una sessantina di litri d'acqua, tenendo conto che prestissimo però diventeranno pochi e te ne occorreranno più di 300) vedrai che si riprenderà presto icon12.gif. Ah..E BUTTA I GAMBERETTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII icon10.gif Solo posce fresco, verdure, e ogni tanto pellets è l'alimentazione corretta icon12.gif
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

ragazzi vi devo dare una brutta notizia: purtroppo stasera la pikkola nn ce la fatta, lo trovata k galleggiava.

sono molto giu di morale anke perke nn le ho fatto mankare niente fin dal primo giorno.

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

ragazzi vi devo dare una brutta notizia: purtroppo stasera la pikkola nn ce la fatta, lo trovata k galleggiava.

sono molto giu di morale anke perke nn le ho fatto mankare niente fin dal primo giorno.

 

ciao

 

Cavolo.. Mi dispiace..

 

Ma avevi seguito il consiglio di __XX__ di buttare quei gamberetti secchi?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.