Jump to content

Vi racconto la mia storia con le tartarughe


ClaraV

Recommended Posts

Sono sempre stata un appassionata di animali ma a dire il vero mi sono avvicinata da poco a quello delle tartarughe.

 

La storia che c'è dietro è un tantino brutta, diciamo solo che è venuto a mancare quaklcuno e adesso mi ritrovo a dover gestire un laghetto nemmeno mio ma praticamente se il lavoro non lo faccio io morirebbero con tante tartarughe.

ho cercato di documentarmi e ho scritto nel profilo la loro specie, dovrete perdonarmi se non porto le foto per due motivi. Per adeso macchina fotografica digitale non ne ho e poi sono abbastanza imbranata con il computer.

 

Comunque mi farebbe comodo qualche consiglio su come iniziare, perchè le tarte dovono riprendersi sono state trattate davvero male. Prima di me il padrone aveva un figlio che le usava come birilli mettendole in verticale o giocandoci come se fossero dei pali della porta da calcio, Per fortuna abita in campagna e ha un giardino grande in una villetta e quelle che cadevano dal balcone (1 piano) si rifugiavano in qualche nascondiglio sempre se ancora vive tra i cespugli

 

Ho letto un po di sche de sull'alimentazione etc... voi cosa potete dirmi

 

Grazie grazie e ancora grazie. cerchgero di fare il mio meglio.

Link to comment
Share on other sites


Oh, mamma!

 

In questo periodo immagino che le tartarughe siano in letargo.

 

 

Se il laghetto è a Roma problemi non ce ne sono.

 

Qui a Milano può diventare un problema se dovesse gelare.

 

Quanto è profondo?

 

Com'è il fondo?

 

Com'è la recinzione?

 

E l'area emersa?

 

E' protetto dai predatori?

 

C'è vegetazione?

Link to comment
Share on other sites

Il laghetto sta a Venegono Superiore (periferia). non so quant'è profondo, il fondo sarà di terra credo, la vegetazione sono i cespigli vicini, la recizione non c'è sta in un giardino grande di una casetta.

 

Grazie per le risposte

Link to comment
Share on other sites

Se sta vicino a Roma rischio di gelata lo ha il laghetto, se è profondo 1 metro non rischiano sennò mettile dentro in qualche locale non riscaldato o fallo saltare proprio il letargo, prima di fare letargo hanno fatto vivta vet, e quant son grandi le :turtle: :question:........
Link to comment
Share on other sites

che simpatico quel bambino....

complmenti a te per quello che vuoi fare e benvenuta!!!

 

ma le tartarughe ci sono sempre state in qst laghetto? cioè ci hanno già fatto il letargo prima?

Link to comment
Share on other sites

Si si le tartarughe hanno fatto gia il letargo nel laghetto da due anni... ci sono state perdite pero la maggior parte è sopravvissuta. so che non si deve dare da mangiare durante il letargo pero volevo anche informarmi per il meglio per quanto arriverà la primavera
Link to comment
Share on other sites

Speriamo in bene.

 

Se dovesse gelare fai un buco in modo che si possa ossigenare l'acqua, ma non rompere tutto il ghiaccio.

 

Il ghiaccio fa da "coperta" e evita che la temperatura scenda troppo.

 

Lo Scorpioides sarebbe meglio tenerlo in casa.

 

E' sudamericano e, a casa sua, non fa il letargo.

 

Per di più non è che nuoti benissimo.

Edited by pminotti
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.