Jump to content

Curiosita' fegatini di pollo


theflynet

Recommended Posts

Ciao a tutti vorrei chiedere ai più esperti se è vero che la somministrazione di fegatini di pollo anche solo una volta a settimana può sopperire alla mancanza di raggi uvb? è corretto???

grazie.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 27
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

In generale evitiamo di trovare i surrogati x sole, calcio,proteine e co!

se servono raggi solari do sole,proteine do insetti e carne e co. calcio gusci di uova,piccoli sassolini e via!!!

Link to comment
Share on other sites

No.. La carne va data massimo una volta al mese e non la sua somministrazione non centra con i raggi uvb..

 

appunto...non centrano nnt i raggi solari...

 

In generale evitiamo di trovare i surrogati x sole, calcio,proteine e co!

se servono raggi solari do sole,proteine do insetti e carne e co. calcio gusci di uova,piccoli sassolini e via!!!

 

sassolini?? e nn hai pensato al blocco intestinale?

comunque attenzione ke ti si crea una patina bianca !

 

e uova :question:, si da osso di seppia per il calcio :), il fegatino è per la vitamina A.............

 

4, e dietro la lavagna!

 

La vitamina d3 viene sintetizzata nella pelle e accumulata nel fegato!

 

E si che sostituisce gli UVB per le tarte carnivore!

Link to comment
Share on other sites

4, e dietro la lavagna!

 

La vitamina d3 viene sintetizzata nella pelle e accumulata nel fegato!

 

 

E si che sostituisce gli UVB per le tarte carnivore!

 

ahahahah

mi hai anticipata di un pelo :lol:

Link to comment
Share on other sites

a vitamina D è una vitamina liposolubile e può essere acquisita sia con l’ingestione che con l’esposizione alla luce solare. Altri nomi sono calciferolo, ergosterolo, colecalciferolo e ergocalciferolo.

 

Le provitamine D si trovano nel tessuto animale e nelle piante. La forma sintetica della vitamina D2 è conosciuta come ergocalciferolo ed è utilizzata per vitaminizzare gli alimenti. La vitamina D3, conosciuta col nome di colecalciferolo, è la forma naturale e la troviamo nell’olio di fegato di pesce. La vitamina D3 può essere prodotta sinteticamente dall’irradiazione ultravioletta del 7-deidrocolesterolo.

 

La vitamina D fa parte di quel gruppo di sostanze nutritive che sostengono la crescita e la salute delle ossa. La sua funzione è soprattutto quella di promuovere la mineralizzazione delle ossa. Essa aiuta a sintetizzare quegli enzimi presenti nelle mucose preposti al trasporto attivo del calcio disponibile. Inoltre la vitamina D è necessaria per una buona crescita dei bambini, in quanto, senza di essa, le ossa e i denti non calcificano bene.

 

Essa è preziosa nel mantenere un sistema nervoso stabile, un’azione cardiaca e una coagulazione sanguigna normali, poiché tali funzioni sono collegate ad una buona utilizzazione da parte dell’organismo di calcio e fosforo.

 

Gli oli di fegato di pesce sono la maggior fonte naturale di vitamina A e D.

 

Il latte di mucca, ma anche il latte umano, non contiene quantità sufficienti di vitamina D è deve perciò essere integrato o vitaminizzato.

 

Attualmente i dosaggi di vitamina D vengono espressi in microgrammi di colecalciferolo (mg) invece che in Unità Internazionali (UI). L’equivalenza è 100 UI = 2,5 mg e 400 UI = 10 mg. Se presa in dosi eccessive, la vitamina D è la più tossica in assoluto.

 

Il fabbisogno da parte dell’organismo di vitamina D può essere soddisfatto tramite l’esposizione ai raggi solari, che non ha conseguenze tossiche e l’ingerimento di piccole quantità di cibo. L’azione del sole sulla pelle può essere ostacolata dalla presenza di fattori come il fumo, i vetri od i vestiti.

 

Chi vive in zone poco soleggiate o chi non può esporsi al sole, dovrebbe consumare almeno due tazze al giorno di latte vitaminizzato o una giusta quantità di tuorlo d’uovo, pesci grassi e fegato, secondo il grado di esposizione.

 

I bambini in fase di crescita hanno bisogno di 10 microgrammi al giorno (accompagnati da un adeguato consumo di calcio) mentre gli adulti devono assumerne la metà. Il Consiglio Nazionale di Ricerca (Usa) stabilisce la dose dietetica di vitamina D a 400 UI al giorno, sufficiente al fabbisogno di tutti gli individui sani che non ne ricavano attraverso l’esposizione ai raggi ultravioletti. L’esposizione ai raggi del sole per 10 o 15 minuti due o tre volte alla settimana è sufficiente per garantire la quantità di vitamina D necessaria all’organismo. Le persone con la pelle scura raggiungeranno in 3 ore lo stesso grado di sintesi che una persona con la pelle chiara raggiunge in 30 minuti, quindi il tempo di esposizione deve essere adattato alla pigmentazione della pelle. Le donne durante la gravidanza e l’allattamento, necessitano di dosaggi extra di vitamina D nella loro dieta (sotto controllo medico).

 

Un eccesso di vitamina D aumenta l’assorbimento del calcio, che può portare alla rimozione del calcio dalle ossa ed a un accumulo nei tessuti molli, con la formazione di calcoli, come nei reni. Quantità eccessive possono determinare alti livelli di calcio e di fosforo nel sangue e una notevole escrezione di calcio nelle urine, e ciò provoca la calcificazione dei tessuti soffici, delle pareti dei vasi sanguigni e dei tubuli renali: tali disturbi si riassumono nella ipercalcemia. L’indurimento dei vasi sanguigni nel cuore e nei polmoni può portare alla morte. Un’aumentata attività cardiaca richiede più calcio, il quale viene fornito solo se vi è nel sistema sufficiente vitamina D.

 

Sintomi di dosaggio eccessivo, in forma acuta, si manifestano con frequente urinazione, perdita dell’appetito, nausea, vomito, diarrea, stitichezza, debolezza muscolare, vertigini, stanchezza e calcificazione dei tessuti soffici del cuore, dei vasi sanguigni e dei polmoni e nei casi più gravi confusione, ipertensione, insufficienza renale e coma.

 

Da una carenza di vitamina D consegue un inadeguato assorbimento del calcio da parte del tratto intestinale e una ritenzione di fosforo nei reni, apportando una mineralizzazione difettosa della struttura ossea. I sintomi della carenza di calcio sono uguali a quelli della carenza di vitamina D. L’incapacità delle ossa deboli di sopportare lo stress del peso si manifesta in deformazioni scheletriche. Il rachitismo, un disturbo osseo dei bambini, è un effetto diretto della carenza di vitamina D. Segni di rachitismo sono l’indebolimento del cranio e delle ossa, con inarcamento delle gambe e della colonna vertebrale, ingrossamento dell’articolazione del polso, del ginocchio e dell’anca, muscoli scarsamente sviluppati e irri

 

Per sintetizzare la vitamina però mi sembra che deve stare esposta ai raggi UV sempre son fondamentali.............

Link to comment
Share on other sites

4, e dietro la lavagna!

 

La vitamina d3 viene sintetizzata nella pelle e accumulata nel fegato!

 

E si che sostituisce gli UVB per le tarte carnivore!

e ke centro io!!!!

lo so ke la vitamina sintetizzata la prendono nelle interiora delle vittime!!!!

ho letto una tua vecchia discussione!!!!!

xò hai detto ke nn basta e nn sostiuisce la lampada!

Link to comment
Share on other sites

che sapevo i fegatini davano vit A, nun sapevo della vit D3, vabbè si impara sempre qualcosa :D.............

 

neanche io se per questo non ho detto che fornisce vitamine oltre la A, ho detto che il fegato fornisce sopratutto la vit A...............

:waving:

eh nooooo dici una cosa e poi ti contraddici!!!!

Link to comment
Share on other sites

a vitamina D è una vitamina liposolubile e può essere acquisita sia con l’ingestione che con l’esposizione alla luce solare

allora questo è quello che riportato copiando.... che contraddice con la tua ultima frase....

Per sintetizzare la vitamina però mi sembra che deve stare esposta ai raggi UV sempre son fondamentali

 

zippo..... ti devo mettere una nota sul registro? :D

Link to comment
Share on other sites

io sapevo che la vit D e la vit D3 erano due cose differenti, bene a aperlo quindi.............

allora.... per vitamina D si intende tutta una serie di proteine, di vitamine, o meglio tutti i singoli cataboliti che portano alla formazione della forma attiva della vitamina D3 che è la vitamina attiva che regola l'assorbimento del calcio.

come già detto la vitamina D si attiva a D3 grazie all'esposizione solare.

quindi un'animale che prende sole diretto riesce ad attivare la vitamina partendo dalla forma inattiva!

Siccome la vitamina D3 presenta una forma conservata in tutti gli esseri venti (o nella maggioranza) ecco che alimentando con cibo fresco forniamo vitamina D3. Come detto la vitamina D3 viene immagazinata nel fegato e quindi dando fegatini si da anche vitamina D attiva o vitamina D3.... quindi con una alimentazione fresca per le carnivore non serve sintentizzare vitamina D3 visto che la diamo con la dieta e con un'alimentazione sana!

poi tu hai parlato di sintesi.... avviene nel fegato.... è l'attivazione che avviene a livello epidermico per esposizione alla luce

 

zippo.... ti tiro le orecchie perchè ogni tando fa un po troppa confusione.... non serve fare copia e incolla! ;)

Link to comment
Share on other sites

Ma non è un problema zippo :D

In effetti l'uvb si consiglia caldamente perchè è utulissima considerando che non sempre l'alimentazione è completa.

La sola esposizione al sole e piccole quantità del cibo adatto basterebbero.

Se il cibo fosse completissimo, basterebbe anche quello.

Conosco tartarughe con una dieta molto varia e completa che vivono benissimo senza uvb.

 

Considera anche che, ad esempio, la mia carinatus non fa basking e poco floating...sostanzialmente l'effetto della uvb è quasi vanificato :noidea:

Eppure chi l'ammazza quella :D

Link to comment
Share on other sites

Ricordate che ci sono un bel po' di rettili notturni, quindi non è sempre necessario il basking.

 

Qui invece abbiamo una Odoratus che si arrampica:

 

362.jpg

 

wow che equilibrio per arrivare fin lassù :)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.