Jump to content

Sapevate che.... dai nostri "vicini di casa" ...


sofia

Recommended Posts

Buongiorno a tutti! Questa mattina sono un pò pensierosa:

tutto è cominciato quando al Tartabeach ho visto delle Emys Orbicularis tarte palustri europee.... e come ho fatto per le terrestri mi sono posta il problema di acquistarle solo se avevo la possibilità di un giardino o quanto meno di un terrazzo per allestire un grande terraio all'aperto ecc ecc.

Non è raro sentire in questo forum, soprattutto dagli esperti, raccomandazioni a non acquistare piccole tarte terrestri se poi si dovranno sempre tenere in poco spazio e in casa... ora questa regola mi pare non sia minimamente considerata da i nostri "vicini di casa" i possessori di tarte acquatiche e palustri. Posso capire per le tarte acquatiche esotiche in quanto è una deroga che comunemente si accetta anche per le terrestri esotiche e qui si aprirebbe un'altra discussione sulla opportunità di acquistare quel tipo di rettili ma passo oltre. Altrettanto non mi sento di fare per le tarte palustri europee che mi pare abbiamo pari dignità delle tarte terrestri. Perchè su questo forum è così evidente questa disparità di trattamento??? Non sarebbe giusto, almeno da parte dei responsabili del sito una maggior attenzione anche sul benessere delle tarte che nuotano??? Ciaociao.

Link to comment
Share on other sites


  • Administrators

Salve, sullo spazio necessario ad una tartarugha ci sono moltissime opinioni...

 

L'unica cosa che si può dire è di usare il buon senso.

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

Non è solo una questione di spazio!!! Basta leggere qualche post e senti normalmente parlare di tarte che non hanno mai fatto il letargo in vita loro mentre in natura lo farebbero (parlo sempre delle tarte europee o da climi simili); c'è chi pur avendo la possibilità di creare un laghetto nel giardino, afferma apertamente senza pudore di preferisce tenerle nell'acquario solo perchè altrimenti non potrebbe osservarsele a suo piacimento! Bho forse sta mattina sono un pò polemica ma non sono pazza e rimango dell'idea che sulle tarte acquatiche nostrane su questo SITO dovrebbero essere fatte le stesse raccomandazioni che si fanno per le terrestri nostrane!
Link to comment
Share on other sites

quoto ric

usiamo il buon senso.

noi acquatici è vero che rinchiudiamo tarte in acquari ma anche vero le propozioni sono equivalenti alle terrestri.

le terrestri sono nomadi che girano in lungo e in largo e vengono rinchiuse in giardini.

 

le emys sono palustri non terrestri;)

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Sofia considera che un terrario o comunque un laghetto bonsai non è MAI paragonabile alla natura inoltre il letargo è un adattamento alle basse temperature quindi non è una cosa vitale...

 

Per aclune è molto importante, per altre no.

 

Infine... la maggior parte delle Emys che si trovano in vendita non sono italiane e sono altre sottospecie.

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

Concordo apertamente con Sofia..

se giri il forum noterai che faccio sempre pesare questa disparità,

e che molti mi odieranno per questo..:) :)

e che sono sempre del parere che le tarte, sia terrestri che acquatiche, non debbano essere prese da chi non ha giardino e la possibilità di fare ampi recinti o laghetti...

Purtroppo di certe cose la gente se ne rende conto solo quando le ha già acquistate e le tiene al meglio possibile, ma in spazi ristrettissimi...

 

Le opinioni contano poco,

sta di fatto che in natura anche le acquatiche nuotano per chilometri, e si immergono anche oltre i 3 metri di profondità,

e che farle vivere 30 anni in 80 cm con 30 cm di acqua è una misera cosa...

Io già mi incacchio parecchio per qualcuno che non avendo giardino si ostina a comprare le terrestri per metterle in balcone....

scusate ma è una cacchiata bella buona!

Io sono rimasta 9 anni con il desiderio di avere tarte perchè non avevo giardino,

e dopo 9 anni, sebbene sia piccolino, sono riuscita ad averlo.

Farle girare in 78mq non è come 3 chilometri al giorno,

ma nemeno come 1 metro di terrario/acquaterrario...

Link to comment
Share on other sites

in linea di massima concordo sul principio della libertà di spazio ma credo anche che la maggior parte di noi abbia una o più tarte per passione e le tenga al meglio delle proprie possibilità, se ci pensi sofia in fondo anche tutti coloro che tengono cani e gatti (solo in italia ben 14 milioni) (per non parlare di uccelli) in appartamento sbagliano e non basta certo la passeggiatina a farli stare meglio.
Link to comment
Share on other sites

Dissento sul fatto che chi ha cani in appartamento sbagli. Ovvio che alcune razze hanno bisogno di molto movimento e che non basta la passeggiatina di 10 minuti ma il cane è un animale da branco e gregario e sbaglia sicuramente di più chi ne tiene uno da solo in un giardino, anche se grande. Tutti avranno sicuramente visto il classico cagnone in giardino che pur avendo magari spazi enormi a disposizione se ne sta tutto il giorno contro la recinzione ad abbaiare a quelli che passano, ma qualcuno si è mai chiesto cosa dovrebbe fare invece? Cosa faremmo noi da soli in un campo da calcio? La noia la provano anche loro come noi e chi sbaglia è chi regala spazio ma li lascia soli, non chi li tiene in appartamento ma dedica parte del suo tempo al gioco e all'interazione.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.