Jump to content

Aiutatemi urgentissimo la mia tarta nn mangia e nn apre gli okki


albertos20

Recommended Posts


  • Replies 100
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

non l'alimenti :question:, fai decantare l'acqua e metti il the per sfiammare le mucose, lamia baby aveva un piccolo taglietto e non aprva più gli occhi portala dal vet potrebbe nche essere ipovitaminosi................
Link to comment
Share on other sites

ahia...

non so dirti per la tartaruga ma so che solo carne e gamberetti (raramente) sono un po' pochini, sai?

 

dovresti allargare la sua dieta con:

pesce (possibilmente fresco, se no, dal freezer, quasi un giorno sì e uno no)

verdura (2-3 volte a settimana)

pellet (1-2 volte a settimana)

carne(preferibilmete, anzi, quasi obbligatoriamente bianca, 1-2 volte al mese)

 

questa è solo una piccola tabellina per un alimentazione di una baby-tartarughe (fino ai 10cm), ma per saperne di più fatti un giro nella sezione delle acquatiche!

Link to comment
Share on other sites

In altre tue foto ho visto che non ha la zona emersa ne il filtro. Forse gratta le pareti perchè non ha dove riposare metti subito una pietra o qualcosa dove possa starci su e come ha detto zippo metti una bustina di the di sicuro ha un infezione agli occhi. Ciao!
Link to comment
Share on other sites

eh però come faccio a mettergli il theeeee??????'

Metti la bustina di thè che userai per farti una bella tazza di thè, la lasci in ammollo nell'acqua.........

 

sisi lo faccio ora metto la bustina.

l'alimento di carne e a volte quando nn mangia carne i gamberetti gammaus

nun va bene come alimentazione, fra un po ti metto la lista di alimenti da usare

 

e poi l'acqua gli metto direttamente quella del rubbinetto??? quanto deve stare la tarta a fare colazione xD (nel the) ???

 

Non fanno colazione, l'acqua di rubinetto si ma la devi far decantare per 24h-48h prima diu metterla

 

ok lo faccio! Voglio kiedervi un consiglio io nella vasketta ho i coperchio io glielo metterei così non scappa! ke mi dite glielo metto????

 

Il coperchio no..............

Link to comment
Share on other sites

comunque te la posto è sempre meglio avere più punti di riferimento ;):

Pesce:

Sempre: Alborelle, Latterini, Cefaletti, Acquadelle [Atherina boyeri], Tinca, Pangasio, Ciprinidi dulcacquicoli come i Cavedani, Triotti e le Sanguinerole, sono i più indicati, può essere surgelato ma per breve periodo.

Sporadicamente: Trota, Salmone [perché è grasso] Persico, Naselli, Sarda, Acciuga [o Alice], Anguilla, Cicerello, Costardella, Pesce Spada, Sardina, Sgombro, Suro [o Sugarello], Merluzzo, Platessa, pesce ghiaccio e in generale tutti i pesci d’acqua salata.

 

Come pesce vivo: Gambusie, Guppy, o lebites o pesci milioni [Poecilia reticolata pecilidi centro sud-americani facilmente reperibili in negozio di acquariologia, con un costo superiori nei ultimi anni], si possono somministrare i comuni Pesci rossi [Carassius auratus] in diverse varietà, i Cavedani, i Triotti e le Sanguinerole [in pescheria normalmente, non si trovano ciprinidi dulcacquicoli come i tre ultimi elencati, ma si posso tranquillamente pescare nel pieno rispetto delle leggi, decreti e regolamenti nazionali, regionali e comunali] e altri.

[i pesci più facilmente reperibili sono i Latterini che si trovano nel reparto surgelati dei supermercati e nelle pescherie freschi!]

Sono da evitare i prodotti inscatolati, sia sott’olio che al naturale.

Il pesce deve essere il più fresco possibile, si da con parsimonia il surgelato perché nel surgelamento si perde la vitamina B, importante per la crescita, se non è possibile dare pesci freschi si deve fare un piccolo allevamento di pesci e darli come cibo vivo, di cui però, soprattutto non è facile trovare esemplari in buona salute per iniziare un’ allevamento.

Carne: Fegato, fegatini [di pollo, coniglio, o altro, si da 1-2 volte al mese], viene consigliata da dare piccole quantità di cibo in scatola per cani a basso contenuto di grasso, la carne non è un alimento bilanciato.

Gli individui più piccoli spesso sono molto restii a mangiare verdura e vegetali, bisogna però cercare di abituarli perché sono essenziali alla loro crescita, soprattutto da adulti.

Osso di seppia: da lasciare nella vasca sempre a disposizione anche se quando lo mangiano sporcano molto il fondo [l’osso di seppia è importante per l’apporto di calcio], sia fresco, sia quello degli uccelli, di seppia fresca [chiedere se ti conservano l’osso di seppia perché la maggior parte delle pescherie lo buttano] o dare i gusci di lumaca, ma levarlo quando lo ignorano e conservarlo per il futuro.

Per la pulizia usare il sifone

Molluschi: Bivalvi: Mitili; Vongole; Telline; Cannolicchi; Ostriche; Fasolari; capasanta; cozza o mitile; Tartufo di mare; Cuore.

 

 

Cefalopodi: Seppie; Calamari; Totani; Polpi; Moscardini:

Gasteropodi: Patelle; Lumachina {o Bombolini}; Turritelle; Murici; Pespellecani:

Crostacei: Macruri: Gambero; Mazzancolla {Penaeus Kerathurus}; Cicala di mare {detta anche Magnosa; nei esemplari piu {accento sulla u}; piccoli; magnosella {Scyllarides Latus}; Astice {detto anche Lupicante; Lupacante; Elefante di mare; Grillo; Longobardo; ecc::: {Homarus Gammarus}; Scampo {Nephrops Norvegicus; Aragosta:

Brachiuri: Granseola {Maya Squinando}; Moeca {al plurare Moeche granchio delle coste venete in fase di muta}; Granchio {Eriphia Spinifrons}:

Stomatopodi: Cannocchia {Squilla Mantis}:

 

Insetti e le loro larve: Grilli [marroni e neri], Larve di zanzara, Lombrichi, Kaimani, Camole della farina, Camole del miele e Camole della cera, Tebu,, Locuste, Bachi della seta, Insetti stecco, Moscerini della frutta e dell’aceto, Blatte africane e sudamericane, ecc …, è importante che questi animali se catturati vengano da zone controllate che non siano trattate con pesticiti e simili.

Gli altri invertrebati: ci sono i vermi anellidi come i lombrichi facilmente reperibili sul terreno dopo una pioggia o acquistabili in negozi di articoli da pesca, pesca, piccoli vermi anellidi enchitreidi graditi dalle piccole tartarughe d’acqua e utili alla crescita di kinosternidi [tartarughe del fango e del muschio, ma anche degli emidi e trionichidi che nascono in fine estate.

Esistono due varietà di enchitreidi: quelli lunghi poco più di 1cm [Enchytraeus bucholtiz, conosciuti come verme grindal perché classificato da madame Grindal in Svezia nel 1947] al massimo di 2,5 cm [Enchytraus albidus] si possono trovare presso molte associazioni acquariofile ed erpetologi che [soprattutto quelle interessate ai piccoli Caracidi e ai killifhis.

Da evitare: le larve delle mosche solitamente usate nella pesca comunemente chiamate Bigattini, Cagnotti, Gianin, bachi, Boticelli, ecc...., appartengono a specie di ditteri calliforidi [sacophaga carnaria e Lucilia caesar] con abitudine carnivore: sono pertanto ricche di cataboliti [sostanze di rifiuto] derivate dall’azoto come le putrescine e le cadaverine. Per questo si consiglia di non somministrare Bigattini alle tartarughe acquatiche.

 

 

Saltuariamente si possono utilizzare mosche adulte, anche appartenenti alla famiglia dei Calliforidi, alimentate per qualche ora con zucchero, miele e gelatina di frutta: bisogna avere però la certezza che non siano inquinate da sostanze tossiche, insetticidi o pesticidi.

Inoltre , è meglio non somministrare mai insetti come lucciole: alcune specie nordamericane del genere Photinus sono infatti mortali, per alcuni rettili,anche dopo l’ingestione di un solo esemplare.

Altri insetti contenenti sostanze tossiche irritanti come Cimici delle piante, Dorifore, delle patate, Formiche, Vespe, Api o Bombi potranno far parte dell’alimentazione ma soltanto di tanto in tanto delle tartarughe d’acqua perfettamente acclimatate.

Per altri alimenti [pesci o altro], vedete qui:

http://images.google.it/imgres?imgurl=http://www.pescareonline.it/pesci/pesce-triotto1.jpg&imgrefurl=http://www.pescareonline.it/pesci/specie7.htm&usg=_w7KLfwyZFUmZFUmSTPKklkpnOWT4TE=&h =149&w=280&sz=6&hl=it&stars=13&um=1&tbnid=LnOvtMhw bBckoM:&tbnh=61&tbnw=114&prev=/images%3Fq%3Dtriotti%2Bpesci%26um%3D1%26hl%3Dit

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.