Jump to content

Terra... che confusione


Euphorya

Recommended Posts

Ciao a tutti,

scusate l'assenza ma ci siamo trasferiti a casa nuova (finalmente) e non abbiamo internet.

Abbiamo ultimato il terrario per le due tartababy, adesso dobbiamo riempirlo.

E qui sorge il problema.

Ho letto un bel po' di post dove si parla di terra, e non ho capito niente.

In vivaio mi danno tutti terra per l'agricoltura, biologica o meno, ma sempre concimata.

Ho trovato la torba bionda di sfango.

Cosa altro devo metterci dentro?

Link to comment
Share on other sites


Io ho preso una terra per l'agricoltura biologica, mista a torba e un sacco di terra normale senza concimi [tutti e due son senza troppi concimi], l'importante è che non ci sia troppi concimi e altro.
Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti,

scusate l'assenza ma ci siamo trasferiti a casa nuova (finalmente) e non abbiamo internet.

Abbiamo ultimato il terrario per le due tartababy, adesso dobbiamo riempirlo.

E qui sorge il problema.

Ho letto un bel po' di post dove si parla di terra, e non ho capito niente.

In vivaio mi danno tutti terra per l'agricoltura, biologica o meno, ma sempre concimata.

Ho trovato la torba bionda di sfango.

Cosa altro devo metterci dentro?

 

o fai come ti ha detto zippo...oppure vai in campagna con qualche seccjio e la riempi la un po di terra....io uso quella di campagna perche delle altre non ci capisco niente....

Link to comment
Share on other sites

Nemmeno io ci capisco niente di terre, ho guiardato nei vivai e nei fai da te esistono duemila tipi di terra diversa a secodna di cosa devi impiantare (erba, geranei, alberi da frutto, verdura o altro) tutti concimati.

Ne esiste un tipo che si chiama terra di bosco biologica, ma anche questa è concimata ma naturalmente con la pupù dei cavalli.

Può andare bene?

In campagna qui non so dove posso andare, meglio evitare ci sono le zecche assassine!

Link to comment
Share on other sites

la terra a cacca di cavallo non va bene ;), in campagna rischi di portare insetti vari e le zecche, l'unico osto a roma che conosco è il parco della caffarella, ma li ci portano le pecore quindi rischio di portare a casa le zecche.
Link to comment
Share on other sites

anche il terreno ammendante va bene.....sennò potresti utilizzare solo torba....anche se è preferibile mischiarla a terra e sabbia....
Link to comment
Share on other sites

la terra a cacca di cavallo non va bene ;), in campagna rischi di portare insetti vari e le zecche, l'unico osto a roma che conosco è il parco della caffarella, ma li ci portano le pecore quindi rischio di portare a casa le zecche.

Giusto, e allora diamoci una bella scottata alle zecche. Anch'io ho nel giardino terra che ho fatto portare dalla campagna, ma era incolta e quindi senza concimi, ma questo è successo 10 anni fà e di zecche non ne ho mai viste; cmq nella tana della tarta che ho preparato e dove và a dormire, ed essendo la terra sempre quella, per evitare schiusa di eventuali uova di questi maledetti insetti (e di altri), mi sono fatto prestare da un'amico artigiano il lanciafiamme che adoperano per stendere la guaina isolante sui tetti, e con quella ho dato una scottata alla terra. E' un pò complicato, specialmente trovare l'attrezzatura e ovviamente non si può scaldare tutta la terra del giardino, ma la soluzione del problema, specialmente dei terrari e nelle tane dove svernano, è assicurata.

Link to comment
Share on other sites

si può metter in forno, io ho terra a lavinio nel giardino e di zecche non ne ho mai viste, ma eviterei nelle campagne incolte, anche perchè la terra in campagna è sempre tratta con concimi, bisogna andare nei boschi ma è illegale, e poi va cambiato ogni tanto la terra quindi bisogna trovare un posto vicino e che di terra ci sia sempre.
Link to comment
Share on other sites

si può metter in forno, io ho terra a lavinio nel giardino e di zecche non ne ho mai viste, ma eviterei nelle campagne incolte, anche perchè la terra in campagna è sempre tratta con concimi, bisogna andare nei boschi ma è illegale, e poi va cambiato ogni tanto la terra quindi bisogna trovare un posto vicino e che di terra ci sia sempre.

Guarda che non ho scherzato, è l'unico sistema per sterilizzare la terra da insetti, uova degli stessi e semi. Ovviamente parliamo di 3/4 secchi, una quantità limitata sufficiente per la sua tana. Poi se le campagne sono incolte, vuol dire che non sono concimate (non ho mai visto contadini concimare terreni che poi non coltivano).

Link to comment
Share on other sites

Guarda che non ho scherzato, è l'unico sistema per sterilizzare la terra da insetti, uova degli stessi e semi. Ovviamente parliamo di 3/4 secchi, una quantità limitata sufficiente per la sua tana. Poi se le campagne sono incolte, vuol dire che non sono concimate (non ho mai visto contadini concimare terreni che poi non coltivano).
.

neanche io scherzo si mette la terra in forno per sterilizzare, ormai tutta la terra non è più come 50 anni fà ed è inquinata quindi ogni terra alla fine va bene.

Link to comment
Share on other sites

Scusate un momento, io in campagna ci abito e di certo non sterilizzo la terra. Pensate mica che in natura le tartarughe vivano in ambienti sterili?

@Zippo: guarda che non sono gli animali a portare le zecche, le zecche vivono benissimo per esempio in mezzo alle eriche anche se non ci sono pecore in giro!

 

Per rispondere a Euphoria: va benissimo la terra di campagna così come va bene la torba bionda di sfagno mescolata con terriccio biologico (non contiene ammendanti chimici) o con terra di campagna :bye:

Link to comment
Share on other sites

.

neanche io scherzo si mette la terra in forno per sterilizzare, ormai tutta la terra non è più come 50 anni fà ed è inquinata quindi ogni terra alla fine va bene.

OK :winka:.

Link to comment
Share on other sites

sterilizzare la terra è una gran boiata!!!

Non va fatto..

anche in poche manciate di terra di campo vivono miliardi di forme viventi che sono in equilibrio tra loro, sterilizzando la terra si eliminerebbero anche tutti quei batteri e microrganismi che tengono sotto controllo funghi, batteri e insetti potenzialmente dannosi.

la cosa migliore è mettere la torba che con la sua acidità tiene sotto controllo il terrario.

Intrel la sterilizzazione non può nulla, può poco o addirittura peggiora, contro concimi, pesticidi, metalli pesanti e altri contaminanti presenti eventualmente presenti.

 

Inoltre le tartarughe sono animali che da milioni di anni convivono a stretto contatto con la terra, quindi se sane hanno tutte le difese necessarie per contrastare funghi, batteri, ecc.

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra che la discussione si sia allargata troppo. Era nata dal fatto se era giusto usare terra di campo o no e tra le varie tematiche è venuto fuori il problema delle zecche. Io vivo in Friuli, zona endemica per la presenza di zecche e per chi non lo sapesse è la regione d'Italia con la più alta infestazione di questi insetti. E' un parassita particolarmente pericoloso perchè trasmettitore del morbo di Lyme, causato da un batterio, la Borrelia burgdorferi presente nella saliva e nello stomaco della zecca e con patologie a volte molto molto gravi; nella mia regione alta è la percentuale di punture di questi insetti, si parla di oltre 20 segnalazioni di attacchi al mese. Precisato tutto ciò, ecco la mia attenzione nel bruciare la terra con cui ho preparato la tana dove dorme e dove và in letargo la mia tartaruga (la terra della tana, non tutta la terra del giardino). E' un'esigenza dettata dal preservare il rettile, e non solo lui ma anche la mia famiglia, da cattive sorprese e pertanto non è proprio una gran boiata come ha scritto qualc'uno, ma un motivo dettato dalla necessità; penso che salvaguardare la salute dei nostri amici sia un riguardo a cui tutti i tartamanti facciano particolarmente attenzione. E' vero che la terra è un'ambiente complesso, e ne sono pienamente consapevole tant'è che mi limito a sterilizzare unicamente una piccola quantità che con il tempo si riequilibra da sè, ma così facendo sono sicuro di aver eliminato quello che non si vede: l'uovo. E' giusto che ognuno dica la sua opinione, ma è altrettanto vero che vanno comprese e rispettate anche le opinioni altrui, a meno che non siano contrarie al benessere delle nostre beniamine a quattro zampe. Chiedo scusa a tutti coloro hanno avuto la cortesia di leggermi per la mia lungaggine, ma era necessario questo chiarimento. Saluti.
Link to comment
Share on other sites

Scusate un momento, io in campagna ci abito e di certo non sterilizzo la terra. Pensate mica che in natura le tartarughe vivano in ambienti sterili?

@Zippo: guarda che non sono gli animali a portare le zecche, le zecche vivono benissimo per esempio in mezzo alle eriche anche se non ci sono pecore in giro!

 

Per rispondere a Euphoria: va benissimo la terra di campagna così come va bene la torba bionda di sfagno mescolata con terriccio biologico (non contiene ammendanti chimici) o con terra di campagna :bye:

Tutto vero quello che dici, le tartarughe non vivono in ambienti sterilizzati (non sterili) ma se leggi bene ciò che è stato scritto, si parla di sterilizzare una piccolissima erea di terreno, non ettari di campagna. Per quanto riguarda la tua risposta a Zippo, (anch'io vivo in una zona rurale), non è proprio giusto quello che dici: sono invece proprio gli animali, specialmente quelli selvatici, a fare da veicolo trasportatore alle zecche; il loro spazio vitale e di spostamento autonomo si limita a un'area di pochi decimetri quadri di terreno, purchè erbato e umido e si fanno trasportare proprio dagli animali di passaggio (a volte anche dagli uomini). Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Scusate colpa mia.

Io parlavo delle zecche perchè ho apura ad andare in campagna in zone incolte a raccogliere la terra non per le rughe ma per me.

Proprio come DOGE47 vivo in friuli pure io e purtroppo il morbo della zecca ha colpito diverse conoscenze.

Link to comment
Share on other sites

riassumendo posso prendere qualsiasi sacco di terra biologica???

anche concimato con la pupù di cavallo basta che non abbia additivi chimici?

 

uno di torba bionda già ce l'ho.

Link to comment
Share on other sites

Scusate colpa mia.

Io parlavo delle zecche perchè ho apura ad andare in campagna in zone incolte a raccogliere la terra non per le rughe ma per me.

Proprio come DOGE47 vivo in friuli pure io e purtroppo il morbo della zecca ha colpito diverse conoscenze.

NO! No è colpa tua. Tu hai semplicemente chiesto un parere e mi sembra che la cortesia obblighi chiunque a dare, se nelle loro facoltà conoscitive, una risposta. La discussione è uscita dai binari probabilmente, diciamo così, per una incomprensione. Mandi!

Link to comment
Share on other sites

mi accodo qui per non aprire post sempre uguali.

io uso terra presa in natura,va bene da sola o devo mischiarla ad altro?

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

A mia madre li muoiono sempre tutte le piante e io uso la terra dei vasi, che secondo me è la migliore. Comunque anche se compri terra che ti hanno consigliato controllala perchè avvolte ci si trova plastica o persino pezzi di vetro :(

ciao!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.