Jump to content

Nuova tartaruga terrestre in arrivo


Gaetano

Recommended Posts

Ciao a tutti, domani mi arriverà una tartaruga terrestre, però non so che razza è, poichè è un regalo. Molto probabilmente è una THH, ma non è sicuro.

 

Essendo piccola, volevo sapere se la posso mettere direttamente in un giardino grande, oppure mi conviene fargli un terrario finchè nn cresce un pò. In caso dovessi creare un terrario, potete dirmi le dimensioni?

 

Poi vorrei delle info sull'alimentazione e sugli accessori che devo mettere all'interno del terrario, tipo lampada UV ecc.

 

Grazie

Link to comment
Share on other sites


la devi mettere in un recinto nursey per i primi anni con rete apribile a maglie fitte con una grande pianta e vaso come riparo.

 

sono d'accordo..

appena puoi posta le foto:winka:

Link to comment
Share on other sites

In teoria la dovresti comprare con il CITES!te lo dovrebbe dare il negoziante!

 

Se le temperature notturne sono ancora troppo fredde (meno di 15°...o anche 20°) tienila in casa (molto probabilmente verrà da un allevamento al caldo) con una lampada SPOT!

 

Appena esce il sole di giorno mettila fuori...

 

Le dimensioni sono le più grandi che puoi!ovviamente il consiglio è di recintare tutto ai lati e anche sopra per evitare che scappi e che i predatori (topi, gatti e uccelli) arrivino in contatto con lei...

Link to comment
Share on other sites

Ma infatti non ho mica detto che la sto acquistando! Sto dicendo che me la stanno regalando...Quindi come posso fare per avere il cities?
Link to comment
Share on other sites

Ma infatti non ho mica detto che la sto acquistando! Sto dicendo che me la stanno regalando...Quindi come posso fare per avere il cities?

 

guarda che ora come ora l'unico modo che hai per averla in regola e' acquistarla con regolare cites in negozio o da allevatori con cites!tu o chi te la regala!le vecchie cessioni gratuite non ci sono piu' e i nuovi spostamenti regolari sono lunghe procedure,quindi non credo che tu abbia una cosa del genere in ballo da come ne parli!se te la danno senza doc non puoi fare altro che rifiutarla o tenerla e rischiare,a te la scelta!:struggle:

Link to comment
Share on other sites

La normativa per il genere Testudo prevede che ogni esemplare venga accompagnato da documenti...

 

che esso sia in cessione gratuita o acquistato da allevatore (al massimo cambia il tipo di documento ;) )

 

chi è in possesso di esemplari senza documenti non ha modo di regolarizzarle,le sanzioni sono elevate...

 

L'iter di cessione gratuita attualmente è complesso con certificati di "movimentazione" da compilare e inviare all ufficio CITES locale e mesi e mesi di attesa ... se la tartaruga è regolare consiglio te e sopratutto il cedente di informarsi presso di loro...

(in caso contrario ovviamente NON FARLO) :)

Link to comment
Share on other sites

Ma infatti non ho mica detto che la sto acquistando! Sto dicendo che me la stanno regalando...Quindi come posso fare per avere il cities?
.

Se i genitori non hanno il cites la piccola non lo ha di conseguenza, non puoi avere il cites in altro modo devi aspettare una nuova sanatoria che potrebbe esserci ma per ora non ci sta, se puoi evita di prenderla e prendila con il cites così stai tranquillo se invece la prendi rischi una multa, una denuncia e ti sporchi la fdedi na penale e inoltre ti prendono la tarta.

Link to comment
Share on other sites

SCUSATE .....MA TUTTI QUESTI PROBLEMI CON IL CITES.....SEMBRA CHE ABBIATE UN PAURA TREMENDA DI ADOTTARE TARTE SENSA CITES...ma io dico cavolo!!! non ho mai sentito dire " mi è entrata la forestale in casa e mi ha perquisito la casa/giaridno per vedere se avevo tartarughe sensa documenti" ( ANCHE PERCHE CI VRREBBE UN MANDATO DEL GIUDICE che solo pensarlo in tempi burocratici facciamo in tempo a morire prima che lo ottengano)FINIAMOLA con queste paure ....adottiamo le tartarughe e trattiamole con affetto e rispetto!
Link to comment
Share on other sites

SCUSATE .....MA TUTTI QUESTI PROBLEMI CON IL CITES.....SEMBRA CHE ABBIATE UN PAURA TREMENDA DI ADOTTARE TARTE SENSA CITES...ma io dico cavolo!!! non ho mai sentito dire " mi è entrata la forestale in casa e mi ha perquisito la casa/giaridno per vedere se avevo tartarughe sensa documenti" ( ANCHE PERCHE CI VRREBBE UN MANDATO DEL GIUDICE che solo pensarlo in tempi burocratici facciamo in tempo a morire prima che lo ottengano)FINIAMOLA con queste paure ....

 

Non condivido per niente!

Le cose si fanno in regola...

Se è una specie protetta un motivo c'è...

 

La legge è fatta male, lo so

ma non prenderei con tanta leggerezza questa cosa...

 

i controlli esistono ;)

 

se ho una tartaruga voglio tenerla a cuor sereno, non attraversare gli anni nel timore...

 

se qualcuno ha ereditato esemplari non denunciati... con la mancanza di informazione durante l'ultimo censimento degli anni novanta sono veramente in tanti coloro che sono in questa condizione... non può farci molto...

 

ma una persona che si avvicina al mondo delle terrestri, come l'utente che ha aperto la discussione... se può ritengo debba fare le cose in regola!!

Edited by Castiglio
Link to comment
Share on other sites

Cioè io non capisco una cosa. Queste tartarughe sono a rischio estinzione e per questo motivo attraverso il cities, loro controllano quanti esemplari esistono.

Ora se una persona ha due tartarughe che si accoppiano e fanno delle tartarughine, dovrebbero rilasciare in maniera gratuita e senza problemi questo cities. Penserei che invece di fare multe salate a chi ha vuole allevare una tartaruga, dando tutta l'attenzione, dovrebbero aiutare queste persone.

Al limite potrebbero fare delle ispezioni per vedere in che condizione vive la tartaruga e nel caso fossero precarie fare delle multe salate e prelevargli l'esemplare.

 

Credo che sia la cosa più giusta!

Link to comment
Share on other sites

Cioè io non capisco una cosa. Queste tartarughe sono a rischio estinzione e per questo motivo attraverso il cities, loro controllano quanti esemplari esistono.

Ora se una persona ha due tartarughe che si accoppiano e fanno delle tartarughine, dovrebbero rilasciare in maniera gratuita e senza problemi questo cities. Penserei che invece di fare multe salate a chi ha vuole allevare una tartaruga, dando tutta l'attenzione, dovrebbero aiutare queste persone.

Al limite potrebbero fare delle ispezioni per vedere in che condizione vive la tartaruga e nel caso fossero precarie fare delle multe salate e prelevargli l'esemplare.

 

Credo che sia la cosa più giusta!

 

concordo! Mia zia ha 2 tarte non denunciate... da più di 30 anni... cosa dovrebbe fare? cioè non ha avuto nascite ancora, ma nel caso ci fossero cosa fa? Uccide i piccoli? Sarebbe giusto dare la possibilità a chi ha tarte non denunciate di poterlo fare...

Link to comment
Share on other sites

questo cities.

 

CITES che poi è una abbreviazione che richiama la convenzione internazionale a cui fa riferimento l'europa per le specie in via d'estinzione... altro non è che un certificato di detenzione che autorizza l'intestatario all'allevamento dell'esemplare... può essere:

 

o un certificato del censimento del '95

o un certificato di nascita

o un certificato di cessione gratuita

o un documento che ne attesti la nascita in cattività a scopi commerciali (il "CITES giallo" come viene chiamato)ma questo riguarda chi può allevarle per venderle e chi le compra

 

 

Queste tartarughe sono a rischio estinzione e per questo motivo attraverso il cities, loro controllano quanti esemplari esistono.

 

esatto in parte... controllano anche che le allevi correttamente e che non le liberi contaminando le popolazioni in natura esistenti sul territorio...

 

concordo! Mia zia ha 2 tarte non denunciate... da più di 30 anni... cosa dovrebbe fare? cioè non ha avuto nascite ancora, ma nel caso ci fossero cosa fa? Uccide i piccoli? Sarebbe giusto dare la possibilità a chi ha tarte non denunciate di poterlo fare...

 

purtoppo ignorantia legis non excusat :noidea: se hanno più di 30 anni rientravano nel censimento...

Edited by Castiglio
Link to comment
Share on other sites

SCUSATE .....MA TUTTI QUESTI PROBLEMI CON IL CITES.....SEMBRA CHE ABBIATE UN PAURA TREMENDA DI ADOTTARE TARTE SENSA CITES...ma io dico cavolo!!! non ho mai sentito dire " mi è entrata la forestale in casa e mi ha perquisito la casa/giaridno per vedere se avevo tartarughe sensa documenti" ( ANCHE PERCHE CI VRREBBE UN MANDATO DEL GIUDICE che solo pensarlo in tempi burocratici facciamo in tempo a morire prima che lo ottengano)FINIAMOLA con queste paure ....adottiamo le tartarughe e trattiamole con affetto e rispetto!
.

Io non ho paura di adottare tartarughe senza documenti, infati mi è arrivata una proposta ieri di adottare due tartarughe ibride graecexmarginate [come quelle di azienda natura viva], oppure una marginata nana del peloponneso [mi pare si chiami così, in pratica son quelle che crescono molto meno di una marginata normale], che vengono mangiate dalle cornacchie quando ancora sono grandi come una moneta da €2, ma lo stato non lo permette e se mi scoprono mi fanno passare guai molto seri e mi prendono le piccole il che mi dispiacerebbe molto :), tu sei nuovo quindi non hai letto un intervento della signora magda in cui scriveva che la forestale è entrata in un'allevamento di una ragazza durante la fase del letargo e hanno perquisito tutto da cima in fondo e hanno voluto vedere ogni tartarugha e annesso documento, la forestale se vuole ti entra e ti perquisisce senza nessuna autorizzazione quindi prima di scrivere certe cose leggiti bene le discussioni potresti indurre a prendere tartarughe senza cites tanto non corrono nessun pericolo giusto ;):question:, io tratto tartarughe con passione ma conosco gente con cites che le tiene in un vaso di 40cm di raggio.

 

Non condivido per niente!

Le cose si fanno in regola...

Se è una specie protetta un motivo c'è...

 

La legge è fatta male, lo so

ma non prenderei con tanta leggerezza questa cosa...

 

i controlli esistono ;)

 

se ho una tartaruga voglio tenerla a cuor sereno, non attraversare gli anni nel timore...

 

se qualcuno ha ereditato esemplari non denunciati... con la mancanza di informazione durante l'ultimo censimento degli anni novanta sono veramente in tanti coloro che sono in questa condizione... non può farci molto...

 

ma una persona che si avvicina al mondo delle terrestri, come l'utente che ha aperto la discussione... se può ritengo debba fare le cose in regola!!

la penso come Castiglio, bisogna fare tutto in regola mai illegalmente :good:.

 

concordo! Mia zia ha 2 tarte non denunciate... da più di 30 anni... cosa dovrebbe fare? cioè non ha avuto nascite ancora, ma nel caso ci fossero cosa fa? Uccide i piccoli? Sarebbe giusto dare la possibilità a chi ha tarte non denunciate di poterlo fare...

Lo sai che la forestale per una femmina di due signori anziani molto [quasi 100 beati loro :)] mi hanno detto che non vanno a vedere la singola ma solo chi va a riprodurre, e altri mi hanno detto sempre alla forestale che le uova vanno fatte sparire rompendole se non si vogliono passare guai, però mi chiedo se le tartarughe sono in pericolo di estinzione quindi si dovrebbero salvaguardare le uova, in realta nessuno sa quante tartarughe ci stanno realmente in italia visto che il 40% dei italiani ha tartarughe non in regola, bisogna fare una nuova riforma visto che alcune specie di tartarughe che dicono estinte sopravvive da qualche parte nel mondo da persone appassionate che preservano la specie.

 

vedi qui la sigla cites che significa:

 

Documento cites

 

La sigla CITES deriva dalle iniziali di Convetion on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora (Convenzione sul commercio internazionale della specie in pericolo di fauna e flora selvatiche). Il trattato e' stato firmato nel 1975 e conta attualmente 152 Stati aderenti. La sua costituzione e' stata resa necessaria a causa del commercio internazionale di specie sevatiche, che causa dell'enorme giro d'affari che muove, ha causato il declino o il rischio di estinzione per molte specie animali e vegetali.

Lo scopo del trattato (documento cites) è di proteggere la natura contro lo sfuttamento eccessivo, controllando e regolando il commercio delle specie viventi, e di proibire il commercio di quelle maggiormente in pericolo di estinzione.

A questo scopo sono state stilate tre liste, dette appendici, in cui sono state inserite le varie specie.

Appendice 1:

Comprende le specie minacciate di estinzione; il loro commercio e' regolato da una legislazione molto restrittiva e puo' avvenire solo in circostanze eccezionali. Il commercio di tali specie richiede un permesso di esportazione e uno di importazione. Ad esempio,per quanto riguarda le tartarughe, sono in appendice 1 le Testudo Kleinmannie Geochelone Nigra.

Appendice 2:

Comprende specie che, sebbene non siano attualmente in pericolo, lo potrebbero diventare se il loro commercio non fosse soggetto a rigida regolamentazione. E' richiesto un permesso di esportazione. Sono in appendice 2 le tartarughe meditterane Testudo Graeca, T. Hermanni e T. Marginata.

Appendice 3:

Comprende le specie in cui il commercio ogni stato aderente al documento cites, ritiene di regolamentare entro la sua giuristizione per evitarne o limitarne un eccessivo sfruttamento, e che richiede una cooperazione da parte degli altri stati membri per effettuarne il controllo. E' richiesto un certificato di origine e un permesso di esportazione. Ad esempio, la tartaruga dal guscio molle Trionyx Triunguis nel Ghana e' in appendice 3.

Di seguito troverete la lista del documento cites riguardante le tartarughe.

SpecieAllegato AAllegato BAllegato C Dermatemydidae: Dermatemys mawii (II) Platysternidae: Platysternon megacephalum (II) Emydidae:Batagur baska (I)

Clemmys muhlenbergii (I)

Geoclemys hamiltonii (I)

Kachuga tecta (I)

Melanochelys tricarinata (I)

Morenia ocellata (I)

Terrapene coahuila (I)

Annamemys annamensis (II)

Callagur borneoensis (II)

Chrysemys picta

Clemmys insculpta (II)

Cuora spp. (II)

Heosemys depressa (II)

Heosemys grandis (II)

Heosemys leytensis (II)

Heosemys spinosa (II)

Hieremys annandalii (II)

Kachuga spp. (II)(Ad eccezione delle specie incluse nell'allegato A)

Leucocephalon yuwonoi (II)

Malayemys subtrijuga (II)

Mauremys mutica (II)

Notochelys platynota (II)

Orlitia borneensis (II)

Pyxidea mouhotii (II)

Siebenrockiella crassicollis (II)

Terrapene spp. (II) (Ad eccezione delle specie incluse nell'allegato A)

Trachemys scripta elegans

Chinemys megalocephala (III)

Chinemys nigricans (III)

Chinemys reevesii (III)

Geoemyda spengleri (III)

Mauremys iversoni (III)

Ocadia glyphistoma (III)

Ocadia philippeni (III)

Ocadia sinensis (III)

Sacalia bealei (III)

Sacalia pseudocellata (III)

Sacalia quadriocellata (III)

Testudinidae:Geochelone nigra (I)

Geochelone radiata (I)

Geochelone yniphora (I)

Gopherus flavomarginatus (I)

Malacochersus tornieri (II)

Psammobates geometricus (I)

Pyxis arachnoides (I)

Pyxis planicauda (I)

Testudo graeca (II)

Testudo hermanni (II)

Testudo kleinmanni (I)

Testudo marginata (II)Testudinidae spp. (II) (Ad eccezione delle specie incluse nell'allegato A; è stata fissata una quota annua all'esportazione pari a zero per gli esemplari di Geochelone sulcata prelevati dall'ambiente selvatico per fini

prevalentemente commerciali.) Cheloniidae:Testudo werneri (I)

Cheloniidae spp. (I)

Dermochelyidae:Dermochelys coriacea (I) Trionychidae:Apalone ater (I)

Aspideretes gangeticus (I)

Aspideretes hurum (I)

Aspideretes nigricans (I)

Amyda cartilaginea (II)

Chitra spp. (II)

Lissemys punctata (II)

Pelochelys spp. (II)Palea steindachneri (III)

Pelodiscus axenaria (III)

Pelodiscus maackii (III)

Pelodiscus parviformis (III)

Pelodiscus sinensis (III)

Rafetus swinhoei (III)

Trionyx triunguis (III)Pelomedusidae: Erymnochelys madagascariensis

(II) Pelomedusa subrufa (III) Peltocephalus dumeriliana (II) Pelusios adansonii (III)

Pelusios castaneus (III)

Pelusios gabonensis (III)

Pelusios niger (III) Podocnemis spp. (II) Carettochelyidae: Carettochelys insculpta (II) Chelidae:Pseudemydura umbrina (I)Chelodina mccordi (II)

Se ti interessa scarica i documenti originali che abbiamo trovato sul sito della Comunità Europea:

Documento cites completo

Regolamento (CE) 338-1997

Regolamento (CE) 1497-2003

Regolamento (CE) 1882-2003

Regolamento (CE) 834-2004

Regolamento (CE) 1332-2005

Per tornare a inizio pagina clicca su

Documento cites

 

Fonte: Documento cites .

Edited by zippo90
Link to comment
Share on other sites

Non ho ancora le idee chiare. Ancora mi devono regalare la tartaruga, quindi non saprei dire se ha il cities o meno.

 

Ma se per caso non dovesse averlo e io la volessi tenere cosa dovrei fare?

Link to comment
Share on other sites

Non ho ancora le idee chiare. Ancora mi devono regalare la tartaruga, quindi non saprei dire se ha il cities o meno.

 

Ma se per caso non dovesse averlo e io la volessi tenere cosa dovrei fare?

 

 

La tieni a tuo rischio e pericolo..non puoi in nessun modo regolarizzare la cosa..

Link to comment
Share on other sites

Non ho ancora le idee chiare. Ancora mi devono regalare la tartaruga, quindi non saprei dire se ha il cities o meno.

 

Ma se per caso non dovesse averlo e io la volessi tenere cosa dovrei fare?

ti hanno già spiegato i rischi di avere una tartaruga senza CITES(non cities)...

vivresti nell'illegalità.

 

Se stai iniziando,ti conviene iniziare bene:D

non avresti mai problemi,nemmeno un domani se deciderai di prenderne altre o farla accoppiare....

 

é più semplice fare le cose in regola,perchè complicarsi la vita???

poi logicamente sei libero di fare quello che vuoi.

Link to comment
Share on other sites

Se stai iniziando,ti conviene iniziare bene:D

non avresti mai problemi,nemmeno un domani se deciderai di prenderne altre o farla accoppiare....

 

Quoto Biby..arriverà un giorno in cui vorrai farla accoppiare e magari non potrai farlo solamente perchè la tua tarta non ha il cites..

 

ORA STA A TE DECIDERE...io parlerei prima con la persona che te la sta regalando... :D

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.