Jump to content

sverminare con NEMEX


monia

Recommended Posts

Ciao a tutti, pochi giorni fa ho notato che una delle mie tarte, una femmina, aveva una lesione sul piastrone. l'ho portata dal vet. e mi ha detto che è una carenza alimentare dovuta probabilmente a vermi. infatti, dopo un'esame alle feci è uscita fuori la presenza di vermi di un tipo che ora francamente non ricordo.

comunque la vet. mi ha detto di trattare per 4 giorni una volta al giorno con NEMEX che è per gatti. è una pasta che va somministrata o direttamente in bocca o sul mangiare. volevo sapere se qualcuno di voi ha già usato questo prodotto e come si è trovato.

ciao a tutti

monia

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 28
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

un'altra cosa che mi ero scordata di dire : la vet. mi ha detto che le uova di questo tipo di vermi sopravvivono in terra per tre mesi e che quindi devo trovare un ALTRO POSTO PER TRASFERIRE LE TARTE. cosa non facile, ma mi sto organizzando. nel frattempo, cosa che mi è venuta in mente dopo e che di conseguenza non ho chiesto alla vet. è : esiste un prodotto da poter dare in terra che uccida i parassiti e che non faccia del male ad animali e piante?

grazie e rispondete presto

monia

Link to comment
Share on other sites

il pesticida esiste....non fa male alle piante, ma per distruggere le uovo dev'essere un pò più forte e per un paio di giorni non deve entrare a contato con gli animali perchè pericoloso. Sul nemex ti posso dire che funziona...solo che l'ho usato per il gatto.
Link to comment
Share on other sites

ho un pò di calce viva....ma non so se fa male alle tarta. Quelle che ho io sono d'acqua

 

se fa male ai cristiani............... le tarte non sono da meno :baffled5wh:

Link to comment
Share on other sites

se la vet ha detto il prodotto è queelo giusto!

cmq puoi leggere attentamente il foglietto illustrativo!vedi le controindicazioni ed eventualmente se è SOLO per gatti così stai tranquilla!

il mio consiglio è di sverminarli in un altro luogo perchè vi sono vermi parassitari che hanno le proglottidi(porzioni di corpo che si staccano e sono piene di uova)che andrebbero seriamente a infestare ilterreno.

tienici informati

Link to comment
Share on other sites

Ho fatto una ricerchina e nemex è usato tranquillamente sui rettili!

Però è importante nemex gatti(c'è anche quello per cani) e le dosi del vet!

non ha imporanza se a stomaco pieno o vuoto!

in bocca al lupo,perchè dovrai farglielo mangiare infilandogleo in bocca con bastoncino,ma a quanto pare è appetibile!

Link to comment
Share on other sites

ciao a tutti e grazie peer l'interessamento.

per quanto riguarda il prodotto nemex l'ho usato, con fatica l'ho introdotto in bocca a tutte le mie tarte per 4 giorni, ma purtroppo non sembra abbia funzionato perché la situazione non è cambiata di molto. forse effettivamente il terreno è tutto pieno di questi parassiti e quindi è necessaria una bonifica. la vet mi ha dato un prodotto apposito per rettili per la sverminazione, questo è sicuramente efficace e per il terreno mi ha consisgliato la calce, ma per alcuni giorni le tarte devono essere trasferite. quindi l'amico che ha le tarte d'acqua aveva perfettamente ragione. la calce viva per è molto efficace anche se per alcuni giorni non devono transitare le tarte. quindi devo mandarle a pensione dal mio vicino di casa. grazie a tutti per l'interessamento e per i consigli.

monia

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
ma come' che noi facciamo la sverminazione, mentre questi animali in natura stanno con i loro vermi in pancia e senza sverminazione vivono 100 anni?:yes4lo:
Link to comment
Share on other sites

ma come' che noi facciamo la sverminazione, mentre questi animali in natura stanno con i loro vermi in pancia e senza sverminazione vivono 100 anni?:yes4lo:

 

Perchè in natura non passano quasi mai negli stessi posti e non trovano facilmente feci di altre tartarughe infette.

Nei recinti si ritrovano ad ingerire continuamente le uova dei vermi così da proliferare ed essere infestate oltre le loro possibilità di difesa.

Alcuni ipotizzano che un numero esiguo di vermi gli serva per facilitare i processi digestivi della cellulosa.

Pare che anche noi tutti abbiamo la tenia presa da piccoli quando giocavamo con la terra ma un organismo sano gli impedisce di svilupparsi, nei malati di AIDS e simili si sviluppa aggiungendo danni su danni.

Link to comment
Share on other sites

a vedere qui sembra che anche le selvatiche abbiano livelli non indifferenti di carico. Ho ribaltato le mie convinzioni sviluppate su quanto letto.

 

gli individui forti sopravvivono gli altri prob no. Quando sopraggiungono altri problemi il carico dei vermi puo' fare la differenza.

**

x Max. le nostre testudo in cattivita' raramente vivono fino a cent'anni. la vita media e' molto piu' bassa. La mortalita' nei giovani individui viene valutata essere anche del 90%.Quelle che sopravvivono sono molto toste. le altre, non cosi' toste, muoiono.

In natura il discorso non lavora sui singoli individui. Lavora sull'intera comunita' di una specie.Non importa che una singola tartaruga muoia. E' gia' tanto che sopravvivano abbastanza esemplari da non far scomparire la specie.

a noi darebbe parecchio fastidio se le nostre tartarughe morissero con le stesse percentuali che si verificano in natura.

 

E' come con i gattini di strada in confronto a quelli tenuti in casa con controllo. Mica tanto diverso.

Link to comment
Share on other sites

Invece le pastigliette come si somministrano?

La tartina ha traccia di spore di tenia, e mi hanno detto di usare pure il Drontal plus, che ho a casa per i gatti.

Però ho scordato di chiedere consiglio su come farglielo assumere..

se le dò un pezzetto di frutta, e come apre la bocca le infilo il pezzetto di pastiglietta, la mangia o la sputa?

Link to comment
Share on other sites

del 2003? Non e' deperita ;)

 

con un quarto di pastiglia fai 750 gr di tarta (calcola un po' meno quando si ripartisce fra piu' individui). Hai qualche altra tarta da sverminare? Visto che tanto bisogna preparare un quarto di pastiglia e' un peccato buttare via quasi tutta la soluzione.

Link to comment
Share on other sites

Il primo anno saltò il letargo..

eravamo molto spaventati, nel far andare in letargo, fuori, una cosina di 4 cm...

 

Cmq

x189 g dovrebbe allora bastare 1/4 di 1/4 di pastiglia?

 

Allora come procedo?

Frantumo 1/4 di pastiglia, divido al polvere in 4?

Poi?

Spolvero sopra un pezzetto di frutta?

O diluisco e la faccio bere con una siringa?

 

 

Scusate,

dai vet ero di fretta, per un mio micione anziano che temo se ne stia andando..:(

e non ho chiesto nulla,

ho solo voluto sapere se aveva vermi o no..

Link to comment
Share on other sites

Hai qualche altra tarta da sverminare? Visto che tanto bisogna preparare un quarto di pastiglia e' un peccato buttare via quasi tutta la soluzione.

 

 

Non saprei..

ci sarebbero le baby in arrivo (dopo il tartabeach, credo)

se già non sono state sverminate(ma si sverminano anche "appena" nate???)

Link to comment
Share on other sites

devi polverizzare e diluire.

usa acqua tiepida perche' scioglie con difficolta' e tieni la provetta in movimento altrimenti deposita.

Poi lo dai o in bocca con una siringa senza ago oppure fai imbibire un pezzetto di mollica.

Se ti servono le spiegazioni in dettaglio te le mando

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.