Jump to content

nitriti


ing_gb

Recommended Posts


  • Replies 26
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non è tanto una questione di qualità dell'acqua per le tartarughe, anche se quello ha la sua importanza, ma quando si alzano i valori delle sostanze ammoniacali aumenta enormemente anche il cattivo odore della vasca, per cui se non vuoi trasformare la tua casa in una palude occorre ridurre i nitrati dell'acqua ;) e l'intallazione di un filtro biologico
Link to comment
Share on other sites

Il cibo e i "bisogni" degli animali nell' acqua diventano ammoniaca che dei batteri addetti trasformeranno in nitriti e l'installazione di un filtro biologico trasforma questi in nitrati che verranno assorbiti dalle piante che noi nn abbiamo o almeno non in quantità sufficiente per assorbire tutta concentrazione prodotta e quindi si deve provvedere a usare delle resine sintetiche che lo assorbino perchè altamente tossico e dato che anche le tarta bevono quell'acqua è tossica anche per loro. Figurati che se nn mi sbaglio per l'uomo la concentrazione massima che si può avere nell'acqua in cui beviamo per legge non deve superare i 0.5 mg/l. per maggiori info cerca su google "ciclo dell'azoto".
Link to comment
Share on other sites

No. Non sono nocivi. Le tarte hanno i polmoni e quindi non hanno problemi

I nitriti non permettono ai globuli rossi di trasportare l'ossigeno. Se per i pesci è mortale per le tarte molto di meno

Link to comment
Share on other sites

lo so la storia del filtro..era solo una domanda..perchè e volte i nitrati arrivano a 0,3 e non volevo creare problemi alla tarta...sicuramente è il filtro non sufficiente rimedierò frazie
Link to comment
Share on other sites

No. Non sono nocivi. Le tarte hanno i polmoni e quindi non hanno problemi

I nitriti non permettono ai globuli rossi di trasportare l'ossigeno. Se per i pesci è mortale per le tarte molto di meno

 

Non concordo... i nitriti sn dannosissimi anke x l'uomo e noi abbiamo i polmoni!

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che è meglio evitare, soprattutto di ingerirli.

 

Per i pesci e peggio perchè li "respirano".

 

Però temo che non vadano bene i filtri.

 

Quando proprio esageriamo, non vado oltre 0.02.

 

E, pulito il filtro, in mezza giornata vado a 0.

Link to comment
Share on other sites

Bhe praticamente sì, quando vi sn dei detriti di cibo o altro è meglio cambiare la lana o se è poca lavarla cn acqua calda, ma la cosa importante è nn toccare mai i cannolicchi di cercamica. Non fate come molti ke vedono il fango e li sciacquano sotto l'acqua del rubinetto, xkè cn il cloro si uccidono tutti i batteri nitrosomas ke sn proprio quel fango!
Link to comment
Share on other sites

Anke la spugna dovresti evitare di sciacquarla sotto acqua di rubinetto, è meglio se la sciacqui cn l'acqua ke hai tolto dall'acquario xkè anke sulla spugna si insediano tantissimi batteri!
Link to comment
Share on other sites

Le spugne.

 

Più sono fini, più si intasano.

 

Mi sto convincendo che la cosa migliore sia un filtro meccanico molto potente, (Portata 5-8 volte il volume della vasca) che trituri le schifezze e un filtro solo biologico a libera circolazione senza prefiltro meccanico che si intasa un giorno si e uno no.

Link to comment
Share on other sites

Dai, al massimo ho 3 tarte per acquario.

 

2 Emys e 1 Ocadia

 

2 Trachemys

 

2 Graptemys

 

2 Sternotherus

 

Quindi 4 problemi differenti

 

Il guaio è che, ormai, per la Trachemys più grossa serve il badile.

Link to comment
Share on other sites

Io ho adottato questa soluzione da un anno e devo dire che mi trovo bene: all'interno dell'acquaterrario (circa 120x80) ho un filtro meccanico da laghetto (per intenderci una pompa che serve per i giochi d'acqua corredata di spugna) che manda l'acqua ad un modulo esterno caricato completamente di substrato poroso per i batteri.

La spugna la sciacquo ogni 5-6 settimane o comunque quando vedo che la portata dell'acqua in entrata inizia a calare, il filtro esterno non l'ho ancora toccato, essendo il contenitore trasparente si vede bene il substrato ed e' ancora piuttosto pulito.

Link to comment
Share on other sites

cosa intendi per substrato poroso?

Il materiale su cui crescono le colonie batteriche: generalmente cannolicchi di ceramica, ma esistono anche altri formati (sfere, granuli ecc..).

L'alta porosita' fa si che i batteri trovino una superficie ampia su cui insediarsi: naturalmente piu' e' poroso il materiale piu', a parita' di volume del filtro, avrai un numero superiore di colonie batteriche e una migliore efficienza del filtraggio.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.