Jump to content

caprioli salvi(forse)


Amelie

Recommended Posts

dal sito di beppe grillo......

11.jpg

 

Era ora, una buona notizia. L’Italia è piena di caprioli. L’ultima volta che ne ho visto uno è stato nel film Bambi, ma adesso, però, le cose sono cambiate. I caprioli e le loro mamme sono ovunque. Sono così tanti che rappresentano un problema per l’ordine pubblico. E allora, seppure a malincuore, non si può che approvare la decisione della Regione Piemonte della tavista Mercedes Bresso di ucciderne seicento in provincia di Alessandria. I cacciatori si sono prenotati, mentre i Verdi piemontesi hanno fatto sentire forti e chiari i loro belati di disapprovazione. I cacciatori pagheranno 40 euro per un cucciolo, 110 per un adulto. Una cifra tutto sommato modica per sparare a un cerbiatto. Non capita tutti i giorni, è meglio di un discount.

Il governatore Loiero si è offerto di ospitarne una parte in Calabria, Sgarbi si è opposto pubblicamente alla mattanza. Persino il mite Franco Frattini, vice presidente Ue, si è pronunciato esortando “le associazioni ambientaliste a ribellarsi a questa sconsiderata decisione”.

Ma Pecoraro Scanio direte voi? Lui mi risulta non pervenuto. Troppo occupato a smaltire i postumi del voto all’indulto.

Spero che altri governatori seguano l’esempio di Loiero e adottino i caprioli e che questa mattanza non abbia inizio.

Spero ancora, la speranza è l’ultima a morire, che i Verdi inizino a fare i Verdi e operino in favore dell’ambiente, della salute e della fauna, un patrimonio di tutti gli italiani e non solo di una parte.

Pecoraro!!!!!

 

Ps: Ho ricevuto dai Verdi il testo con le dichiarazioni di ieri di Pecoraro Scanio che riporto.

Ambiente: Pecoraro: Sospendere abbattimento caprioli

“Ho chiesto alla Regione Piemonte di sospendere l’abbattimento previsto dei 600 caprioli nell’Alessandrino. Abbiamo offerto la nostra disponibilità ad ospitare gli animali in alcuni parchi nazionali”. “Ho già individuato le risorse necessarie per realizzare nei prossimi mesi un Piano di trasferimento dei caprioli nei parchi nazionali. C’è poi un problema più generale di gestione di alcune specie in soprannumero in quanto sono scomparsi i predatori naturali che garantiscono l’equilibrio delle specie. Va quindi avviato un piano nazionale per affrontare questo problema con interventi che aiutino a mantenere gli equilibri senza ricorrere ad abbattimenti cruenti”.

Link to comment
Share on other sites


Avevo sentito la notizia e alle prime mi era sembrata molto allarmante ma leggendo quello ke scrive Amelie sembra, "sembra" ke le cose si mettano un pò meglio meno male :yes4lo: Quello ke non capisco è xkè quì in Italia si debba arrivare sempre alle situazioni di estrema gravità, quando riskiamo l'estinzione a quando dobbiamo ricorrere all'eleminazione coatta delle varie razze selvatike. Non vi sembra un pò strano? Sono stato in Austria 3 anni fà e me la sono girata un pò tutta, bhe vi devo dire ke lì di caprioli, bambi, daini o cerbiatti ke dir si voglia (pminotti hai ragione si fà un pò confusione), se ne vedono in ogni dove addirittura se ti avvicini ai prati qualcuno ti viene a mangiare dalle mani. Sicuramente anke da loro se ne uccideranno non voglio dire di no, ma di mattanze non nè ho mai sentito parlare. Non è ke ci vorrebbe una tutela e una gestione del territorio più consona, è troppo facile e crudele ricorrere a certi metodi solo xkè alle regioni costa meno uccidere 10.000 caprioli (per es.), ke recintare in modo più idoneo i campi di pascolo. Non lo sò è una mia idea, ke ne pensate? :rolleyes5cz:
Link to comment
Share on other sites

Non è ke ci vorrebbe una tutela e una gestione del territorio più consona, è troppo facile e crudele ricorrere a certi metodi solo xkè alle regioni costa meno uccidere 10.000 caprioli (per es.), ke recintare in modo più idoneo i campi di pascolo. Non lo sò è una mia idea, ke ne pensate? :rolleyes5cz:

 

perche pagare soldi per comprare materiali di recinzione quando si puo guadagniare soldi per vendere licenze di caccia?

Link to comment
Share on other sites

perche pagare soldi per comprare materiali di recinzione quando si puo guadagniare soldi per vendere licenze di caccia?

 

E' proprio questo ke intendevo :wink0st: La solita ipocrisia dei paesi così detti "sviluppati" per esempio aumentare le tasse dei cacciatori così si ha la coscienza apposto nei confronti degli animalisti :oo7dt:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.