Jump to content

Acquario faidatè


sanzone

Recommended Posts

Ciao ho deciso di prendere due tartarughine, quelle con le orecchie rosse, e ho il desiderio di costruirmi un acquario artigianale.

 

Ho visto che si possono costruire facilmente anche di vetro, ma io volevo realizzarne uno che non sia squadrato, magari gli dò una forma irregolare. Non ho un giardino per sfortuna, vorrei utilizzare il mio balcone.

 

Per la costruzione avevo pensato di realizzare un telaio magari in legno e poi mettere un foglio di celofan (scusate il termine italianizzato :D ) per il laghetto. Che ne dite? E' una gran ca@@ata?

 

Per la zona asciutta cosa dovrei usare? Terra, sabbia (di mare è dannosa?) pietroline.. insomma vorrei qualche dritta, nel frattempo le terrò nel bunker con la palmina finta, poi le metterò in una vaschetta più grande. Ciao e complimenti, bel forum!

Link to comment
Share on other sites


Ciao

 

Come forma puoi fare quello che vuoi, però è meglio che sia basso e largo mentre, per intenderci, quelli dei pesci sono alti e stretti.

 

Per il Cellophane le vedo male.

 

Pensa quanto pesa l'acqua!

 

Quando lo riempi si gonfia come un palloncino e poi le unghie delle tarte fanno il resto.

 

Puoi usare il plexiglass, però è facile rigarlo.

 

Puoi adottare una pianta poligonale, il guaio è tenere insieme i pezzi mentre asciuga la colla.

 

Sono pratici gli acquari triangolari da mettere negli angoli, e hanno il vantaggio di avere meno pezzi.

 

Ricorda che le Trachemys adulte arrivano intorno ai 25 cm, quindi non è il caso di fare acquari sotto il metro e larghi e alti almeno 40 cm per permettere alle tartarughe di girarsi nuotando e per evitare fughe.

 

Se le metti sul balcone considera che d'inverno non potrai lasciarle fuori per il freddo.

 

Un acquario non è adatto per il letargo, perchè soggetto a troppi sbalzi di temperatura.

 

Anche l'uso di un riscaldatore non risolve il problema sia per gli spifferi d'aria fredda sia per il consumo di energia.

 

E qui chiudo, se no finiamo a parlare del letargo.

 

Per l'area emersa conviene usare del sughero per acquari, che lascia molto spazio libero sotto per il nuoto, è naturale e costa poco.

Come fondo sabbia finissima, ottima quella del mare ovviamente risciacquata per togliere il sale.

 

Occhio che non ti arrestino perchè in teoria è zona demaniale e non si possono asportare materiali.

 

Conviene passarla al setaccio e togliere tutti i sassolini piccoli che, se ingeriti dalle tartarughe, possono creare problemi.

 

Per le piante, i filtri e l'illuminazione leggi gli altri post, che ne abbiamo parlato proprio negli ultimi giorni.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

 

Come fondo sabbia finissima, ottima quella del mare ovviamente risciacquata per togliere il sale.

 

Occhio che non ti arrestino perchè in teoria è zona demaniale e non si possono asportare materiali.

 

Conviene passarla al setaccio e togliere tutti i sassolini piccoli che, se ingeriti dalle tartarughe, possono creare problemi.

 

 

Cioè se prelevo sabbia dal mare mi potrebbero arrestare? azz non lo sapevo.. quindi la sabbia finissima va bene? Ottimo, domenica che vado al mare rimedio.

 

Riguardo all'acquario quindi, largo e basso, ma se lo facessi troppo grande poi d'inverno non posso entrarlo dentro, quindi devo trovare una via di mezzo.. comunque mi sa che mi conviene farmi fare le lastre di vetro e poi seguire le istruzioni per l'incollaggio. Qualcuno ne ha costruiti? Ci sono foto in giro?

Link to comment
Share on other sites

Scusa, non sono affatto d'accordo con il prelievo della sabbia del mare , e non per le multe, ma per rispetto civile di un bene comune.

Qui da noi le bellissime spiagge sono state totalmente rovinate da vento, ma anche da chi per anni ha preso abusivamente la sabbia dal mare, sia privati, che ditte edili.

Chi ama gli animali deve avere rispetto per tutta la natura, e non deturparla per il nostro piacere di averla in casa!

Vai in un negozio di animali e comprati la sabbia che vendono, che oltretutto è pulita, igenica e idonea all' uso!

 

PS. secondo io non ho ben capito se vuoi un acquario o un mini-laghetto...

Link to comment
Share on other sites

aspita... non sapevo veramente che la sabbia fosse un bene comune!!

Io l'ho sempre odiata perchè si appiccica addosso e mi crea fastidio, ora sento che è un bene comune..

 

Quell'acquario da 300 litri mi sembra enorme, mia madre poi dovrà decidere se tenere me in casa o l'acquario.. io stavo pensando ad una sistemazione provvisoria, diciamo un acquarietto piccolo, anche meno di un metro..

 

In realtà avrei voluto molto un mini laghetto, ma servirebbe spazio, avevo pensato al mio balcone ma poi d'inverno la temperatura arriva anche intorno allo zero (raramente al di sotto).. in poche parole sono ancora disorientato, speravo in un vostro supporto per schiarirmi le idee

Link to comment
Share on other sites

Non è che devi farlo da 300 L

 

Solo il sistema di costruzione da 20 fino a 500 L è uguale.

 

Oltre servono supporti oltre il silicone per il peso dell'acqua.

Link to comment
Share on other sites

Spero che la tua non sia ironia :), perchè è un argomento serio, purtroppo...

Comunque 300 lt è tutto pieno, ma dovendolo adattare a terracquario, la capacità scende alla metà, più o meno.

 

Io ti consiglio di farlo 120cm x 50 cm x 50 h, e per un pò di anni vivono benissimo, anzichè stare a cambiare continuamente misure per adattarle alle dimensioni delle tarte.

Da 100 cm a 120, spendi solo 30 euro in più (vetri tagliati apposta), ma 20 cm in più a loro servono.

Misura 120 cm rapportato alla parete dove andrà il terracquario, vedrai che non è così grande :)

Link to comment
Share on other sites

La vendita no, è vietata l'importazione dall'America verso l'Europa.

In pratica molte continuano a essere importate, illegalmente, e c'è una tratta oscena di milioni di piccole trachemys che muoiono sia in viaggio, che negli allevamenti.

Leggi qui: http://www.noturtle.org/Tartarughe_Orecchie_Rosse_Gialle_Problema.asp

 

e le altre arrivano da allevamenti all'interno dell'Unione Europea, perciò si trovano abbondantemente in negozio, e i prezzi ridicoli (10 euro o meno!) sono dati proprio da questo sovrannumero di individui disponibili.

Io le venderei a 100 euro l'una, così chi le compra le prende consapevole del fatto che sono esseri viventi che hanno delle necessità, mentre a 10 euro le comprano come giocattoli per bambini, e se muoiono poco male, ci hanno perso solo pochi euro, infondo...

 

sapete cosa vi dico?

A me piacciono molto, ma consiglio di NON COMPRARLE più, per salvarle da quest'orrore di mercato, e perchè ci sono specie di tartarughe acquatiche che vivono decisamente meglio delle Trachemys in acquaterrario, raggiungendo dimensioni inferiori (le femmine possono superare i 35 cm!!)

Appena avrò il laghetto, vorrei comprare le Emys orbicularis, per esempio, che rischiano seriamente l'estinzione, e nessuno compra perchè costano circa 100 euro!

Link to comment
Share on other sites

in effetti è davvero uno skifo! qui c'entra sempre la scorrettezza dei venditori. a me l'hanno regalata mi diceva il tipo che restava piccola in fondo, poi ecco che cresce... mi aveva pure consigliato un acquario piccolo, mi ha detto anche che la zona emersa non serve "è solo un fatto estetico", però poi l'ho mandato a fare in culo (perdonate la parola ma ero davvero incazzato come una bestia), ed ho trovato un altro negozio con un tipo onesto che mi ha dato tutte le informazioni del caso... ora la questione è che non tutti se la sentono di spendere 3-400 euro per allestire un acquaterrario, ed ecco che le piccole vengono liberate nei laghi, e la povera emys poi ne fa le spese...
Link to comment
Share on other sites

Già, comunque non è solo colpa delle Trachemys,

è anche che l'uomo sta distruggendo tutti i suoi habitat per l'agricoltura...

Chi può, ha spazio e può fare un piccolo laghetto, dovrebbe comprare la "nostra" Emys e salvarla almeno in cattività.

 

Comunque prima di farvi fare un terracquario su misura, che costa parecchio, controllate bene per alcune sett le offerte su Ebay, si trovano vere occasioni, a volte, di acquari usati di 100 cm e oltre (per me "oltre" è sempre meglio!)

tipo questo:

http://cgi.ebay.it/ACQUARIO-PER-USO-MARINO-120X40X50_W0QQitemZ180002790607QQihZ008QQcategoryZ20755QQrdZ1QQcmdZViewItem

 

Lasciate perdere "l'uso marino", tanto vi vende la vasca, mica le rocce vive e invertebrati, l'unica cosa è chiamarlo per vedere se ve lo può spedire, nel caso non abitiate nella stessa provincia. :)

Link to comment
Share on other sites

Ma quanto si spende dal vetraio per farsi fare le lastre su misura?

 

Cosa altro serve? Ossigenatore? Pompa? Termoriscaldatore? Altro?

Stasera ho dato un'occhiata in un ipermercato, i prezzi sembrano livellati intorno alle 20€ per ciascun componente..

Link to comment
Share on other sites

A Milano mi hanno chiesto 90€ per i vetri dell' acquario 80*60, e aggiungi 10€ di silicone.

 

Ti servono il riscaldatore e i portalampada per i Neon e la lampada spot.

 

Riscaldatore di plastica, quelli di vetro si rompono.

 

Per il filtro, quelli interni non servono a nulla.

 

Quarda il post sui tipi di filtro.

Link to comment
Share on other sites

Per il riscaldatore ne ho visti da 50W e da 100W, con una differenza di costo di 1-2€, quale va meglio?

Riguardo al neon a cosa serve? Per sostituire la luce del sole?

Per il ricircolo dell'acqua mi servirà una pompa, magari anche un filtro esterno no?

 

Altra cosa fondamentale, quanto devono essere spessi i vetri? Domani faccio un salto dal vetraio e vedo che preventivo mi fanno.

Link to comment
Share on other sites

Ecco il preventivo che mi hanno fatto ieri:

 

2*85*60

2*45*60

1*85*45

 

6mm -> 100€

8mm -> 119€

 

A sto punto considerato il tempo per la costruzione, la possibilità di fallimento o problemi o rottura vetri, anche loro mi hanno consigliato di comprarlo già pronto, alla fin fine è pochissimo quello che si risparmia.. a meno che il vetro venga solo tagliato e non smussato, ma a quel punto sarebbe molto pericoloso e tagliente...?

Link to comment
Share on other sites

Per le vasche più grandi si usa una specie di intelaiatura di sostegno, per evitare che si smonti tutto per il peso e per evitare che le lastre si incurvino, scoppiando.

 

Ormai quasi tutte le vasche sono senza tiranti.

 

Una volta, con la gomma nera al posto del silicone, d'estate magari uscivi e trovavi l'acquario smontato tornando a casa.

Link to comment
Share on other sites

Ho visto moltissimi acquari e mi sorge na domanda..e se la lastra di vetro del fondo la "incollassi" (per spiegare: come si fa con i piani delle scrivanie) ad una tavola della stessa misura di legno ? Lo chiedo perchè il mobile sul quale andrà prossimamente il mio acquario nuovo è solo provvisorio, me lo presta mamma, ma nn vorrei poi che con l'acquario sopra si rovina

ciao

Link to comment
Share on other sites

Di solito si mettono dei fogli di gomma che attutiscono gli urti.

 

Tipo quelli che si usano sui tecnigrafi sul ripiano.

 

Magari metti sotto un'asse di legno grande come il ripiano del mobile, così scarica uniformemente il peso.

 

Se è più piccola rischi che ti lasci l'impronta.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.