Jump to content

ma le alghe fanno abbassare nitriti e nitrati???


pietro87

Recommended Posts


ma volori molto alti che cosa possono provocare alle tarte????? e poi le piante bastano??? avevo letto da qualche parte che era necessario anche il filtro biologico..........
Link to comment
Share on other sites

No,veramente le alghe contengono nitriti e nitrati

MA PERFAVORE!!!!!

 

incominciamo a scoprire cosa sono le alghe prima di scrivere

Alga - Wikipedia

 

fatto questo impariamo che i NITRATI, insieme ai fostati e alla luce solare stimola la produzione di alghe che letteralmente si mangiano i nitrati (prodotto finale del ciclo dell'azoto)

 

quindi si.... le alghe abbassano i nitrati, ma bisogna dire che si formano anche perche sono alti i nitrati ;)

 

solitamente con NO3 > di 25 gr/L e PO4 > di 2 mg/L si formano le alghe... specialemnte d'estate che c'è il sole ;)

Edited by Viper_77
Link to comment
Share on other sites

MA PERFAVORE!!!!!

 

incominciamo a scoprire cosa sono le alghe prima di scrivere

Alga - Wikipedia

 

fatto questo impariamo che i NITRATI, insieme ai fostati e alla luce solare stimola la produzione di alghe che letteralmente si mangiano i nitrati (prodotto finale del ciclo dell'azoto)

 

quindi si.... le alghe abbassano i nitrati, ma bisogna dire che si formano anche perche sono alti i nitrati ;)

 

solitamente con NO3 > di 25 gr/L e PO4 > di 2 mg/L si formano le alghe... specialemnte d'estate che c'è il sole ;)

 

Per l'appunto.... alghe e piante acquatiche sono praticamente la stessa cosa!

Link to comment
Share on other sites

ma volori molto alti che cosa possono provocare alle tarte????? e poi le piante bastano??? avevo letto da qualche parte che era necessario anche il filtro biologico..........

facciamo chiarezza!

 

tarta -> mangia -> produce escrementi ed urina -> che contengono grandissime quantità di ammoniaca che è altamente tossica -> i batteri dei cannolicchi convertono l'ammoniaca NH3 in nitriti NO2 -> i batteri dei cannolicchi convertono i nitriti NO2 in nitrati NO3 -> i nitrati sono il prodotto meno tossico del ciclo dell'azoto e sono il princvipale nutrimento delle piante, che li assorbono in gran parte, eliminadoli ;)

 

le tarte sono molto resistenti, sono dei carro armati :D

valori intorno a 100 mg/L di NO3 incominciano ad essere tossici per i pesci, mentre a valori di 25-50 hanno problemi solo gli invertebrati ;)

 

discorso diverso per gli NO2... quelli sono altamente tossici per tutti e devono essere a zero, anche se quando mi è collassato il filtro i guppy erano vivi con valori di NO2 > di 16.5 mg/L anche se in letteratura 5.0 è descritto come un valore letale per i pesci ;) ma dipende da specie a specie ;)

Link to comment
Share on other sites

facciamo chiarezza!

 

tarta -> mangia -> produce escrementi ed urina -> che contengono grandissime quantità di ammoniaca che è altamente tossica -> i batteri dei cannolicchi convertono l'ammoniaca NH3 in nitriti NO2 -> i batteri dei cannolicchi convertono i nitriti NO2 in nitrati NO3 -> i nitrati sono il prodotto meno tossico del ciclo dell'azoto e sono il princvipale nutrimento delle piante, che li assorbono in gran parte, eliminadoli ;)

 

le tarte sono molto resistenti, sono dei carro armati :D

valori intorno a 100 mg/L di NO3 incominciano ad essere tossici per i pesci, mentre a valori di 25-50 hanno problemi solo gli invertebrati ;)

 

discorso diverso per gli NO2... quelli sono altamente tossici per tutti e devono essere a zero, anche se quando mi è collassato il filtro i guppy erano vivi con valori di NO2 > di 16.5 mg/L anche se in letteratura 5.0 è descritto come un valore letale per i pesci ;) ma dipende da specie a specie ;)

 

Riconfermo. Il ciclo è lo stesso di quelli che si fanno nei depuratori per acque nere....

Link to comment
Share on other sites

In teoria no. I batteri si sviluppano comunque anche in vasca, ma in numero nettamente inferiore. I cannolicchi, come le biosfere sono materiali con elevata superficie specifica e riescono a contenere milioni di batteri. Puoi evitare i cannolicchi ma devi mettere molte piante che aiutino i batteri che si sviluppano in vasca e devi evitare di togliere la patina scivolosa che si crea sulle pietre e sui tronchi. Il tutto crea un ambiente tipo acquitrino che è tipico abitat per tartarughe d'acqua dolce..... ma generalmente puzza e non ha un bell'aspetto!
Link to comment
Share on other sites

Le piante da sole fanno poco. Se vuoi acqua tendenzialmente pulita ma soprattutto che non puzzi ti serve il filtro biologico. Mettici cannolicchi ceramici, cannolicchi naturali, bioballs o quello che preferisci.
Link to comment
Share on other sites

cmq i nitriti e nitrati alla lunga possono dare problemi????? le tarte li assimilano bevendo vero??? quanto tempo ci mettono a raggiungere concentrazioni molto elevate???? in 20 giorni con soli rabbocchi dell'acqua che succede??? Edited by pietro87
Link to comment
Share on other sites

Gli NO3 non sono un problema gravissimo.... gli NO2 sono tossici e quindi creano problemi a medio lungo termine. Problemi di vario tipo. Nelle tarte non so, ma nell'uomo anche tumori.
Link to comment
Share on other sites

anche se la vasca e fuori devi fare un cambio settimanale del 20%.... comnque se metti un fonso sabbioso su di esso si creeranno colonie di batteri che convertono nh3 in no3 ;)
Link to comment
Share on other sites

mi associo la problema...

non posso mettere filtro all'esterno..

quindi ho optato per infilarci una cozza e dei sassi..non sabbia xo..

si sono sviluppate le alghe... e ho dentro un guppo per le larve di zanzara..

cosa faccio?

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.