Jump to content

Che colore sono le feci?


Jacsina

Recommended Posts

Ciao, vi avevo scritto tempo fa della mia tarta che aveva la coda piena di vermi. Adesso sta meglio, mangia e beve regolarmente. Ma fa una cacca biancastra, viscida. E normale? Di che colore, consistenza dovrebbero essere le feci 'sane'? Siccome la tengo ancora in uno scatolone con la zanzariera (mosche) magari le manca qualche alimento. Le raccolgo anche le erbe fresche chiccoria, plantago (le mangia volentieri) oltre insalata, frutta. Che ne dite?
Link to comment
Share on other sites


Ciao, vi avevo scritto tempo fa della mia tarta che aveva la coda piena di vermi. Adesso sta meglio, mangia e beve regolarmente. Ma fa una cacca biancastra, viscida. E normale? Di che colore, consistenza dovrebbero essere le feci 'sane'? Siccome la tengo ancora in uno scatolone con la zanzariera (mosche) magari le manca qualche alimento. Le raccolgo anche le erbe fresche chiccoria, plantago (le mangia volentieri) oltre insalata, frutta. Che ne dite?

 

Anche io sono interessato alla risposta di esperti del forum perchè anche la mia tartaruga, presumo una hermanni, dopo essersi svegliata dal letargo praticamente non riesce a muoversi e reagisce al contatto con le zampe ritraendole, ma non riesce a fare un passo. Ogni tanto estroflette il collo muovendolo a desta e a sinistra, ma nulla di più. Mangia pochissimo e beve ogni tanto. Non so se per suggesstione, il carapace e il piastrone mi sembrano più morbidi. Che faccio la metto un po' al sole (qualche decina di minuti al giorno) oppure la tengo al fresco? Non so calcolare l'età, io l'ho in casa da 4 anni e la lunghezza misurata sul piastrone è di circa 6-7 cm. Ieri dopo che aveva bevuto un poco e mangiato pocchissimo ha prodotto delle feci mucose biancastre abbondanti. Sono un buon segno? Cosa posso fare? Le procuro qualche lumaca col guscio per apportare un po di calcio?

saluti

Link to comment
Share on other sites

ciao, che io sappia le feci sane sono sul nero..e comunque solide..

forse il liquido bianco potrebbero essere urati..ma meglio aspettare i più esperti...L'insalata e la frutta vanno date raramente.

 

Per udea:che specie è? il letargo come è stato fatto fare (dove, in che contenitore, dentro casa o fuori o in che ambiente...)? Comunque non è normale che la tartaruga stia così..magari portala dal veterinario..

Posta delle foto così ti potranno aiutare meglio anche gli altri utenti....

 

ciao ciao

Edited by nonloso
Link to comment
Share on other sites

la poca attività sicuramente non è un buon segno, forse non ha passato un bel letargo, fargli fare una visita dal veterinario, portagli anche le feci così le analizza! ;)
Link to comment
Share on other sites

le feci biancastre sono normali nelle testuggini, è il loro modo di espellere il calcio...anche quando sono piuliquide è normale perchè nn hanno la vescica e l'intestino divisi per cui capita che fanno entrambi ibisogni insieme con il risoltato piu liquido.

per udeua: dici che ce l'hai da 4 annie il carapace è 7 cm, ma 6 sicur? ma ha mai fatto letargo? il carapace mollo nn è buon segno significa che ha carenza di vitamine in particolae di calcio.dalle dell'osso di seppia, mettigliolo a disposizione vedrai che gli darà dei morsi e cosi assimila calcio.

ma cosa le dai come cibo?prediligi il tarassaco e la scarola...poca ortica quindi....

fatemi sapere come va

Link to comment
Share on other sites

per udea:

ho dimenticato una cosa, il fatto che muove la testa a destra e sinistra e che nn fa un passo potrebbe essere sintomo di polmonite, ti consiglio vivamente di portarla subito da un veterinario a farla vedere

Link to comment
Share on other sites

le feci biancastre sono normali nelle testuggini, è il loro modo di espellere il calcio...anche quando sono piuliquide è normale perchè nn hanno la vescica e l'intestino divisi per cui capita che fanno entrambi ibisogni insieme con il risoltato piu liquido.

fatemi sapere come va

Sono contenta, avevo paura che era una specie di diarrea. E prorpiro come dici tu, e liquido e quella cosa biancastra insieme. Ed e anche tanto come quantità. Sono piu' tranquilla adesso, vuol dire che mangia bene, se fa... bene.

Grazie Jacky Brown

Link to comment
Share on other sites

per udea:

ho dimenticato una cosa, il fatto che muove la testa a destra e sinistra e che nn fa un passo potrebbe essere sintomo di polmonite, ti consiglio vivamente di portarla subito da un veterinario a farla vedere

 

Oggi sembra vada leggermente meglio, riesce a girarsi intorno di 360°. Ha difficoltà quindi o meno forza sulle zampe posteriori che comunque ripeto appena toccate reagiscono e si ritraggono.

Ho comunque già preso contatto con il veterinario e la visita è fissata per venerdì prossimo.

Stamattina (non avendo stranamente lumache a disposizione in giardino) le ho accostato dei pezzi di guscio di uovo e mi sembra lo abbia un po' mangiucchiato. In genere non osservo una dieta precisa, qualche volta lattuga, qualche volta mela, oppure albicocca, o un pezzo di pomodoro.

Il letargo come quello degli scorsi anni è stato tranquillo, nella sua cassettina con letto di terra, in un angolo riparato della cucina, lontano da fonti di calore. Come specie mi sembra una hermanni, mi farò confermare la specie dal veterinario, alla visita.

Grazie per tutte le risposte ricevute, vi terrò aggiornati.

Link to comment
Share on other sites

il liquido bianco sono urati, se li fa vuol dire che i reni funzionano regolarmente. le feci sono solide di colore verdone molto scuro.
Link to comment
Share on other sites

Con tutto il rispetto ma la dieta che le fai nn va per niente bene...non puoi darle tanti pomodori e frutta. Questi devono essere circa il 10% della dieta.

Devi darle tarassaco, cicoria radicchio a volte lattuga.

In generale dovrebbe essere uscita dal letargo già da un po' quindi direi che è proprio il caso di una visita.

Link to comment
Share on other sites

il liquido bianco sono urati, se li fa vuol dire che i reni funzionano regolarmente. le feci sono solide di colore verdone molto scuro.

Ciao Mike

allora la mia tarta non va di corpo da 2 settimane? E possibile? Infatti mi sembrava di aver visto fuori delle feci scure e solide. Considerando il fatto che da ca. 1 settimana rimanga regolarmente. Ogni quanto la fanno?

Link to comment
Share on other sites

Udea...mi dispiace aver letto solo adesso.

Credo proprio che la tarta non stia bene e che molto dipenda dalle cattivissime condizioni in cui è stata allevata.

Sono certa che tu abbia agito in assoluta buona fede, ma per una tarta fare il letargo in casa, per di più in cucina (zona soggetta a continue fonti di calore)...è un suicidio!

Anche l'alimentazione è totalmente inadeguata.

Se non correggi in fretta è un bel pasticcio!

 

La tarta và tenuta all'esterno, fuori.

Se non hai un giardino allestisci un terraio.

E' fondamentale che abbia la possibilità di esporsi ai raggi solari in modo diretto...quando ne ha bisogno!

Per l'alimentazione devi seguire una dieta ben precisa. Cose molto semplici, ti assicuro, ma fondamentali per lei.

Piastrone e carapace sono molli proprio per questo. Senza sole non riesce ad assimilare il calcio contenuto negli alimenti (nel caso specifico gli alimenti sono comunque insufficienti a garantirle un giusto fabbisogno).

 

 

Ti consiglio di aprire una discussione apposita sulla tua tarta, così non facciamo confusione qui.

Vai nella sezione malattie o in quella allevamento, ti daremo una mano.

Fai presto, perchè c'è da revisionare un bel pò di roba e la tarta non sta bene.

Edited by Cory
Link to comment
Share on other sites

Ciao Mike

allora la mia tarta non va di corpo da 2 settimane? E possibile? Infatti mi sembrava di aver visto fuori delle feci scure e solide. Considerando il fatto che da ca. 1 settimana rimanga regolarmente. Ogni quanto la fanno?

 

Allora, facciamo un pò di ordine. Gli urati sono una cosa...le feci un'altra.

Gli urati sono una sostanza più o meno liquida e biancastra (sempre).

Le feci ovviamente non sono bianche ma scure e abbastanza solide con consistenza e colore dipendenti dal tipo di alimentazione.

La tua che roba mangia? E con che frequenza?

Sicuramente avrà defecato e non te ne sarai accorta. Due settimane sono troppe. Le sue condizioni generali di salute come sono?

Già che sta ancora nello scatolone mettile a disposizione tarassaco, cicoria, radicchio, malva, pale del fico d'india, ortica, indivia e un bel pò di osso di seppia grattugiato sopra ogni tanto.

Edited by Cory
Link to comment
Share on other sites

Udea ti consiglio vivamente di seguire le indicazioni che ti ha dato Cory,alla tua tarta serve il sole prima ancora del veterinario,hai usato lampade uvb in casa durante questi 4 anni? se non le hai usate è gia un miracolo che la tarta sia ancora viva, per il suo bene ti consiglio di esporla immediatamente alla luce diretta del sole ricordati di non interporre vetro tra il sole e la tarta perche il vetro filtra i raggi uvb che sono fondamentali per sintetizzare la vitamina b3 ed assimilare il calcio e appena pui portala dal veterinario e fagli fare il letargo fuori all'aperto o in una cantina garage o qualsiasi luogo in cui la temperatura sia compresa tra 4 e 10 gradi,in cucina non va bene perche la temperatura non scende mai sotto i 10 gradi quindi il metabolismo della tarta non si rallenta abbastanza spero che la tua tarta si riprenda ciaooo
Link to comment
Share on other sites

Scusa il ritardo, ma tra la lavoro e figli.....

Allora ho delle buone notizie. La tarta ha defecato e non ti posso dire quanto!!

Si vede che con le ferite che aveva, non aveva la forza muscolare. Insomma si è liberata!! Lo so che sulla scatola non va bene, ma siccome dietro non è chiuso ancora bene la ferita ho paura che ci vanno le mosche un'altra volta. Ma le erbe le raccolgo sempre, le ho in giardino fortunatamente, quindi ha tutti giorni tarassaco, cicoria, radicchio, malva ecc freschi. Infatti anche per me è impegnativo, le cambio spesso ca carta, per farla stare asciutta e pulita.

Che ne dici?

Link to comment
Share on other sites

:( nessuna risposta.

Provo a inviare un messaggio privato.

 

Ringrazio Cory e tutti quelli che mi hanno inviato dei consigli. In questi giorni di attesa della visita dal veterianario (fuori sede per due giorni) ho esposto per brevi periodi al sole la tarta (sorvegliata a vista) nella sua vaschetta dal bordo basso con terra naturale. Purtroppo attorno al mio giardino girano molti gatti e non posso tenerla libera sull'erba, date le sue ridotte dimensioni (6 cm circa di lughezza del piastrone testa-coda). E' vero non ho molta esperienza sulla dieta delle tarta e seguendo i vs. consigli mi procurerò il tarassaco e la cicoria. Finalmente domani è il giorno della visita, spero che resista. Per darle un po' di calcio, posso proporle qualche guscio di uovo o qualche lumaca con il guscio?

A presto

Link to comment
Share on other sites

Se hai un giardino è un vero peccato tenerla in scatola!

I gatti sono un pericolo per le tartarughe molto piccole, ma non credo che lo siano anche per la tua... anzi, tengono lontani ratti e uccelli...decisamente più avversi!

Se il giardino è troppo grande puoi recintarne una parte...ma è fondamentale che stia all'aperto e abbia la possibilità di prendere il sole e di farlo quando ne ha voglia!

L'importante è lasciarle a disposizione anche delle zone d'ombra e di metterle una ciotolina con acqua fresca e pulita. Se ha il guscio molle è ancora più soggetta alla disidratazione.

Per il calcio la cosa più semplice è grattuggiare un osso di seppia sulle verdure ;)

Link to comment
Share on other sites

Udea fagli assolutamente prendere il sole naturale se non vuoi che muoia, i gatti che io sappia nemmeno le considerano le tartarughe ( almeno il mio le baby non le ha mai toccate) fatti inchiodare da qualcuno 4 tavole un pezzo di rete sopra e la metti libera in questo minirecinto in giardino ricordati che deve avere sempre una zona d'ombra disponibile,a mio modesto parere la tua tarta ha bisogno di sole naturale innanzitutto, scusa se insisto ma circa 12 anni fa me ne sono morte 2 per la mia ignoranza le tenevo in un terrario in vetro attaccate ad una finestra ricevevano i raggi solari ma all'epoca non sapevo che venivano filtrati i raggi uvb dal vetro, hanno fatto una fine tristissima purtroppo prima ha iniziato ad ammorbidirsi il guscio e poi sono morte,per questo scusa se insisto ma cerca di tenerla all'esterno tutto il tempo che puoi solo le lampade uvb possono in parte rimpiazzare l'esposizione diretta ai raggi solari, tu ne hai usate in questi 4 anni??? ciao e spero che la tua tarta se la cavi
Link to comment
Share on other sites

Maxx...

non credo abbia usato lampade.

Adesso che abbiamo detto di cosa ha bisogno la tarta sono certa che Udea provvederà per sistemarla al meglio.

Altrimenti è ovvio...non l'avrà con sè per molto tempo :(

Link to comment
Share on other sites

Maxx...

non credo abbia usato lampade.

Adesso che abbiamo detto di cosa ha bisogno la tarta sono certa che Udea provvederà per sistemarla al meglio.

Altrimenti è ovvio...non l'avrà con sè per molto tempo :(

 

Vi ringrazio molto per tutti i consigli. Li sto mettendo in pratica. Poiichè la mia tarta non si muove spontameamente vorrei sapere quanto tempo tenerla al sole ( e in quali ore della giornata) perchè poi devo essere io (almeno per ora) a rimetterla all'ombra. Mi sono fattto spiegare da un amico agronomo quale è il tarassaco e ho trovato qualche bella pianta in campagna dove sono sicuro che non usano prodotti chimici (terreno abbandonato). Nel pomeriggio compro un osso di seppia da grattugiare, Oggi visita dal veterinario fissata in tarda mattinata.

Grazie e a presto

Link to comment
Share on other sites

Ciao Udea

per un problema cosi, la prossima volta apri una discussione nuova, così sono due discussioni in una e si confonde tutto.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Ciao Udea

per un problema cosi, la prossima volta apri una discussione nuova, così sono due discussioni in una e si confonde tutto.

Grazie

 

Scusami se da neofita dei forum mi sono inserito nella tua discussione, non sapevo prorpio come fare per raccogliere qualche consiglio.

Con l'aiuto tuo, di Cory e di Maxx111 ho acquisito velocemente molte informazioni e ho aperto una nuova discussione per permettere a tutti di seguire la storia della mia tarta.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.