Jump to content

Aiuto per giovane tartaruga


manaland

Recommended Posts

Lo scorso anno, nel mese di agosto, è nata la mia prima tartarughina dopo il periodo di incubazione trascorso in una incubatrice da noi costruita.

In seguito l'ho tenuta in un terrario ed è andato tutto bene: mangiava abbondantemente ed è cresciuta vivacemente :-)

 

Vivo a Verona, per cui solo da poche settimane il clima ha cominciato a regalare giornate calde per cui circa 2 settimane fa abbiamo provato a farle abbandonare il terrario inserendola in uno spazio a lei dedicato in giardino.

E' rimasta lì per un paio di giorni perchè abbiamo subito notato che non aveva lo stesso appetito di prima, anzi quasi nullo.

Per cui abbiamo pensato di riportarla nel terrario in casa pensando che all'esterno ci fosse ancora freschino per lei.

 

Il fatto è che anche una volta tornata nel terrario non ha dimostrato lo stesso appetito... per cui cominciamo ad essere un po' preoccupati...

 

Secondo voi cosa può essere successo?

Come potrei cercare di rimediare?

 

Grazie

Link to comment
Share on other sites


Ciao e benvenuto,

 

purtroppo non conosco le terrestri e non posso aiutarti ma vedrai che tra non molto qualcuno piu' esperto di me saprà consigliarti :)

 

Non potrebbe essere un problema di adattamento? Magari non mangia perche' gli è stata cambiata casa e deve ancora ambientarsi. Credo ci mettano un po' ad abiturarsi.

 

Ciao

Danilo

Link to comment
Share on other sites

di solito è proprio così, cmq il terrario era riscaldato? in giardino prende il sole? le hai predisposto una tana per ripararsi?
Link to comment
Share on other sites

di solito è proprio così, cmq il terrario era riscaldato? in giardino prende il sole? le hai predisposto una tana per ripararsi?

 

 

Il terrario era riscaldato.

L'allestimento esterno è praticamente lo stesso del terrario, ossia soleggiato, con una tana (molto graziosa tra l'altro :-))...

 

Quindi dovrebeb essere normale un periodo di ambientamento in cui tende a mangiare meno?

Quanto può durare questo periodo prima che mi debba allarmare ulteriormente?

Link to comment
Share on other sites

credo che sia solo una questione di ambientamento allora :)

 

le tarte possono sopravvivere molto tempo senza mangiare tu cmq metti sempre qualcosa di fresco e di variato affinchè lei possa scegliere

 

pure io la sera le metto nel terrario (non riscaldato) per sicurezza e si sono abituate benissimo, appena le metto lì corrono sotto la tegola a fare la nanna

 

al mattino al primo raggio di sole escono ed attendono con ansia il trasloco all'esterno dove una corre a mangiare, la seconda va in perlustrazione e la terza va nella tana per un'altra oretta buona... quando arriva il sole si sbragano letteralmente

Link to comment
Share on other sites

sarabbe piu' utile pero' se si dicessi di che specie si tratta... insomma... parliamoci chiaro...

 

io se fossi una kleimanni che vive in un terrario e il giorno in cui esco di casa invece di trovarmi davanti una spiaggia del nilo scopro che per mesi ho abitato a mia insaputa nel veronese, come minimo mi suiciderei!

Link to comment
Share on other sites

il passaggio dal terrario riscaldato alla vita in esterno e' un momento critico. Perche' passano da una situazione con temperature piuttosto elevate estatiche ad una situazione piu' ballerina, piu' umida e con molte correnti d'aria.

Tanto che, per ovviare all'insorgere di problemi, si cerca di fare una specie di preparazione preliminare calando la temperatura in terrario (fino ad arrivare a spegnerlo del tutto) per alcuni giorni e poi mettendo le tartarughine fuori nelle ore piu' calde e via via aumentando le ore all'aperto. Sempre che all'esterno ci sia tempo buono.

 

E' indubbio che il passaggio da dentro a fuori possa averla un po' sbalestrata. E' pero' anche possibile che abbia sviluppato problemi respiratori.

Lo metto in evidenza, anche se non dite nulla che possa giustificare una tale ipotesi, perche' e' un problema che accade sovente proprio quando le tartine escono dai terrari riscaldati. Ed e' un problema che, qualora dovesse insorgere, deve essere affrontato ai primi sintomi.

Adesso osservate quanto piu' potete la piccola, e controllate con particolare attenzione se compaiono bollicine dal naso, se si strofina spesso il musetto, se respira a bocca aperta.

Potrebbe essere un pensiero superfluo, pero' e' meglio stare in campana

Link to comment
Share on other sites

In effetti avevo intuito che il passaggio dal terrario all'esterno potesse non essere facile, così avevo già provveduto a mantenere in terrario una temperatura più bassa del solito.

Comunque allora procederò ad un periodo di pre-trasloco, in cui terrò la tertarughina in terrario, ma all'aperto e a temperature un po' più basse, tenendola sotto controllo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.