Jump to content

A voi esperti la parola


Raffi

Recommended Posts

Ciao, io ho una testudo e ora che è a nanna c'è poco da leggere nella sezione terrestri, così ogni tanto giro dalle vostre parti :rofl8yii: e mi è venuta voglia di prendere una tarta acquatica. Ma prima di fare questo passo e di domandare altre cose, vorrei sapere da voi se ne esistono che restano limitatamente piccole di dimensioni, perchè finchè sono piccole lo spazio ce l'ho, ma se crescono molto non mi posso permettere un acquaterraio da due metri! Mi piace la faccia delle pelodiscus sinensis........ :yes4lo:
Link to comment
Share on other sites


Diciamo che la taglia standard è sui 15-20 per i maschi e 20-25 per le femmine.

 

Più piccole restano le Sternotherus e i Kinosternidi in genere, ma sono un po' particolari.

 

Le Pelodiscus sono piccoline, ma sono un po' problematiche. Da non scambiare con le Apalone, che diventano enormi.

 

Tra le tartarughe "a tartaruga" ci sono le Chrysemys.

 

Se decidi di prenderle cerca una coppia e evita di mischiare specie differenti.

 

Se crescono insieme è più difficile che litighino. Ricorda però che sia le "guscio molle" che le "africane" sono abbastanza nervose e conviene prenderne una sola.

Link to comment
Share on other sites

le sinensis raggiungono i 25 30 cm facilmente la loro crescita è anche abbastanza veloce se vuoi tarte belline e che restano pikkole devi optare per le kinosternon spp (kinosternon bauri e subrum nn superano i 15 cm) sono anke molto belle ma rare in commercio
Link to comment
Share on other sites

Più piccole restano le Sternotherus e i Kinosternidi in genere, ma sono un po' particolari.

 

Le Pelodiscus sono piccoline, ma sono un po' problematiche. Da non scambiare con le Apalone, che diventano enormi.

 

Tra le tartarughe "a tartaruga" ci sono le Chrysemys

 

Particolari e problematiche intendi non adatte ad una neofita come me? Mica mi offendo, anzi! Meglio saperle prima le cose! Hanno bisogno di molte cure particolari? Non so, cibo, malattie... cose così?

E per "tartarughe a tartaruga" cosa intendi?

 

 

(scusa, sono fulminato!, invece di quotare ho aperto il post:sorry8bj:)

Link to comment
Share on other sites

Che le pelodiscus sono a guscio molle e sono molto delicate, ma bellissime :yes4lo:

Comunque se vuoi rimanere nel piccolo.... le più piccole mi sa che sono proprio le Sternotherus odoratus.... ma sono dei piccoli adorabili diavoletti :yes4lo:

 

www.tartaportal.it

 

http://img252.imageshack.us/img252/7438/dsc00070ya6.jpg

Link to comment
Share on other sites

il fatto che sono a "guscio molle" aumenta il pericolo di graffi e ferite e quindi infezioni soprattutto qnd sono piccine sono vulnerabilissime a micosi e alla classika malattia delle macchie bianche delle trionici spesso letale

oltre a qst motivi nn sono difficili da allevare basta alimentarle bene nn hanno neanche bisogno di uvb (anche se è sempre meglio averli)

Link to comment
Share on other sites

Sì, Viper, non voglio che siano troppo grandi pechè non vorrei mai sacrificarle in uno spazio insufficiente.

Pelodiscus son belle... ma 25 cm mi sembrano troppi!!!

Link to comment
Share on other sites

Le pelodiscus sinensis sono una gioia infinita. Io allevo un maschio e sta per arrivarmi una femmina per ottenere riproduzioni.

Sono tartarughe da allevare separatamente perché risultano aggressive anche tra loro e in grado di ferirsi a morte a vicenda.

Le femmine possono raggiungere i 25cm i maschi possono raggiungere i 20, ma queste dimensioni generalmente sono casi estremi, nella media degli allevamenti in cattività si fermano attorno ai 20 cm le femmine e tra i 15 e i 18 i maschi.

E' una specie un pò impegnativa per iniziare poiché sono soggette a micosi, hanno una pelle molto delicata necessitano di acqua ben filtrata e sabbia sul fondo per nascondersi e per ripulirsi il carapace.

Non amano le alte temperature anzi si stressano sui 24° e tendono a restare infossate per poi uscire con le basse temperature verso sera.

Crescendo preferiscono di gran lunga cibo vivo necessario in ogni fase della crescita poiché non fanno basking ed eventuali carenze di vitamina sarebbero letali alla tartaruga molto più che in altre tartarughe poiché le carenze favoriscono l'instaurarsi di funghi micotici e nelle baby risultano fulminanti.

E' una tartaruga che comunque sconsiglierei per iniziare un allevamento di acquatiche.

Link to comment
Share on other sites

Particolari e problematiche intendi non adatte ad una neofita come me? Mica mi offendo, anzi! Meglio saperle prima le cose! Hanno bisogno di molte cure particolari? Non so, cibo, malattie... cose così?

E per "tartarughe a tartaruga" cosa intendi?

 

Particolari nel senso che sono molto mordaci e serve la sabbia. Se è la tua prima esperienza forse è meglio non cominciare con una specie di "Alien" che sbuca da sotto la sabbia mordendo.

 

Non facendo basking serve anche acqua molto pulita e leggermente salmastra per evitare micosi.

 

Dato che i filtri e la sabbia non vanno molto d'accordo è un altro elemento da considerare.

Il cibo vivo è gradito, ma non indispensabile.

 

In compenso risparmi sugli UVB, anche se male non fanno.

 

La tartaruga "a tartaruga" è quella "normale", tipo una Emys.

 

Quelle "strane" sono i Kino, le varie "collo di serpente" e le "guscio molle".

 

Eviterei anche specie comprese nel CITES.

Link to comment
Share on other sites

Non ci tengo a mettermi nei pasticci! grazie intanto di queste info, mi metto alla ricerca di qualche scheda e poi se mi rendo conto di poterne prendere una vi chiederò altri chiarimenti sicuramente! :)
Link to comment
Share on other sites

Oltre a quelle che ti hanno già elencato, ti segnalo le Graptemys. I maschi non superano i 20 cm e tra tutte queste specie sono probabilmente le più semplici da allevare.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.