Jump to content

Letargo Pelodiscus


Jcdenton

Recommended Posts

E così ci siamo, mi sono deciso a mandare in letargo tutte le mie acquatiche, per le trachemys sono tranquillissimo soffitta a 6° costanti quindi no problema poi ho fatto delle simulazioni all'esterno e le temperature sul terrazzo anche visti i -5° per 5 notti consecutive, resta sempre tra i 4 e i 9°.

Veniamo al problema del topic, con la pelodiscus come mi comporto?

Io ho pensato di portarla in soffitta con il suo acquario attuale in modo che resta la sua sabbia e si possa infossare senza far troppi spostamenti di ambiente che per lui è sempre uno stress abnorme.

Il filtro lo spengo o lo lascio? Il mio pensiero sono sempre le micosi. Se spengo il filtro metto un pò di sale oppure posso star tranquillo?

Maxtor è in piena forma, il suo acquario al momento è ad una temperatura di circa 16° senza riscaldatore. E' comunque ancora attivo, ma è a digiuno da 14 giorni segnati sul calendario con precisione, ha a disposizione delle gambusie che comunque non ha toccato. Per l'abbassamento delle temperature in modo graduale lo sposterò prima in un'altra stanza dove ho temperature più basse di di altri 3 o 4° nella quale spegnerò il riscaldamento per questi 4 o 5 giorni di assestamento, quindi dovrei scendere a circa 10/12° e poi in soffitta per la definitiva postazione letargo.

Ho tralasciato qualcosa?

Controindicazioni?

Pareri contro letargo?

Non voglio sbagliare qualcosa e mettere a rischio il mio bestione.

Grazie a tutti per l'attenzione e per le risposte.

Link to comment
Share on other sites


Ciao Jcdenton... io non so proprio come aiutarti, ma faccio un paio di domande:

 

Durante il letargo perché deve essere staccato anche il filtro? E' facoltativo oppure obbligatorio?

 

Se le temperature della stanza lo permettono, per il letargo non va bene lasciare tutto per come è nella vasca staccando solo le lampade ed il termoriscaldatore? O si deve trasferire la tartaruga o le tartarughe in una vasca apposita?

 

Non ho avuto ancora esperienza per il letargo e mi scuso per il piccolo O. T.!!!

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che lo fai per comodità cioè stacchi tutto (risparmiando corrente), le sposti da un'altra parte per non spostare un acquario da 200litri tanto per il letargo va bene anche una bacinella ed in più l'acquario fa passare troppa luce, meglio qualcosa di più scuro, sempre se non si mette l'acquario in una cantina o soffitta al buio.
Link to comment
Share on other sites

io ancora non ho fatto fare il letargo alla mia pelodiscus (che dovrebbe avere un po' più di cinque anni, ma io ce l'ho solo da meno di uno) perchè non ho un luogo adatto in cui farglielo fare, e mi dispiace molto. tra l'altro la temperatura dell'acqua è sui 23° ma in casa ce n'è circa 20. se staccassi il termoriscaldatore?mchiaramente abbsserei prima la temperatura gradualmente...

avrei una soffitta, ma non è bellissima, ho paura che si riempia di polvere la vasca e coprirla non credo sia la soluzione migliore non ho una cantina purtroppo, e anche se ce l'avessi avrei paura dei topi. dici che le fa tanto male non fare il letargo? e se trovassi il posto adatto, può iniziare anche "da grande"?

scusa, non ti sono stato assolutamente d'aiuto, anzi, ti chiedo consigli...

io però non spegnerei il filtro, non sono un esperto, semplicemente con la tarta dentro, anche se inattiva, l'acqua si sporcherebbe comunque. non so se ci sia solo il problema delle micosi, ma immagino l'acqua imputridita dopo poche settimane...

Link to comment
Share on other sites

Le tarta in letargo non sporcano, dovrebbero esser completamente svuotate da tutto per questo si fa fare un digiuno prolungato.

Non le fa male non fare letargo, però se stacchi il riscaldatore è meglio perché loro prediligono le basse temperature. A 15°sono ancora attivissime anzi spesso con temperature sui 24° diventano inattive e si stressano e si fanno vedere solo di notte.

Link to comment
Share on other sites

allora piano piano stacco tutto.

lo so che le tarte non sporcano perchè sono svuotate. io intendevo dire che comunque la tarta è a bagno e l'acqua non potrà essere pulita come se non ci fosse. non so se mi spiego, secondo me alla lunga si corre comunque il rischio di avere delle infezioni. i batteri ci sono sempre

Link to comment
Share on other sites

le soffitte tendono a risentire parecchio delle diverse temperature esterne, anche quando sono ben isolate. (se non sono neanche isolate non bisogna proprio utilizzarle per il letargo)

 

Tieni sempre sott'occhio le temperature

Link to comment
Share on other sites

le soffitte tendono a risentire parecchio delle diverse temperature esterne, anche quando sono ben isolate. (se non sono neanche isolate non bisogna proprio utilizzarle per il letargo)

 

Tieni sempre sott'occhio le temperature

Nella soffitta faranno solo il periodo di preletargo giusto per non sbalzarle subito all'esterno, diciamo che entro la fine di dicembre poi andranno tutte in terrazza dove ho allestito il vero bunker per il letargo che resta più o meno costante e comunque mai sotto i 4° e mai sopra i 9°.

Ho già calcolato tutto il calcolabile.

L'unico dubbio mi resta il filtro.

Link to comment
Share on other sites

penso che il filtro puoi anche disattivarlo o se proprio non vuoi far stagnare l'acqua metti una piccolissima pompa per far girare l'acqua.

dalle foto che ho visto su internet il filtro non c'era mai!

Link to comment
Share on other sites

ma tu hai una vera terrazza o un balcone? perchè per il prossimo inverno potrei attrezzarmi anch'io per costruire un bunker sul balcone... solo che è sempre esposto alle intemperie...
Link to comment
Share on other sites

Balcone. Riparato sotto un tavolino in plastica su cui sopra ho sistemato una coperta di lana e sotto c'è la tinozza con 50 cm d'acqua e 5/10 cm di fanghiglia e fogliame e una zona emersa che faccia da appiglio giusto per le giornate più calde. Sopra ho messo una rete ed altre foglie secche.
Link to comment
Share on other sites

Se non è un problema, continuerei a farlo girare.

 

Anche perchè nella vasca ci saranno un sacco di residui organici che si decomporranno.

 

Altrimenti spegnilo ma fai analisi ogni tanto, per vedere che succede.

Link to comment
Share on other sites

Se non è un problema, continuerei a farlo girare.

 

Anche perchè nella vasca ci saranno un sacco di residui organici che si decomporranno.

 

Altrimenti spegnilo ma fai analisi ogni tanto, per vedere che succede.

 

Anche questa è una buona soluzione.

A sto punto le idee ci sono devo solo ponderare bene come comportarmi.

Link to comment
Share on other sites

Mistero risolto, finalmente sono riuscito a beccare il veterinario.

Le basse temperature limitano il proliferare di funghi micotici (principali nemici), basta mettere la vasca più riparata possibile da polvere o altro e mettere i classici 5 grammi di sale per litro d'acqua giusto per stare tranquilli.

Le basse temperature e il fatto che sarà infossata nella sabbia faranno il resto.

Link to comment
Share on other sites

Mistero risolto, finalmente sono riuscito a beccare il veterinario.

Le basse temperature limitano il proliferare di funghi micotici (principali nemici), basta mettere la vasca più riparata possibile da polvere o altro e mettere i classici 5 grammi di sale per litro d'acqua giusto per stare tranquilli.

Le basse temperature e il fatto che sarà infossata nella sabbia faranno il resto.

perfetto...buono a sapersi :yes4lo:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.