Jump to content

Trachemys Scripta Elegans


alessandro

Recommended Posts

tra un paio di giorni entraro in possesso di sue esemplari di Trachemys scripta elegans, perchè l'attuale proprietario non ha piu tempo da dedicare a queste tartarughe, sono un maschio ed una femmina di circa 7 anni.

 

io volevo sapere se sono una specie protetta e se hanno bisogno di documanto cites e come mi devo comportare nel caso debbano esserne provviste ed invece non ne sono provviste.

Link to comment
Share on other sites


  • Administrators

Le TSE sono in appendice B quindi necessitano di Cites!

Se non ne sono sprovviste, non puoi fare niente per regolarizzarle!

 

Ciao cioa

Link to comment
Share on other sites

Quoto Rik...

Recentemente è venuta meno anche la possibilità della libera detenzione degli ibridi, essendosi deciso (in modo più che opinabile) di assimilarne la tutela a quella della TSE...

Link to comment
Share on other sites

il cites b non va regolarizzato

una tartartaruga inserita nel cites b non è vietata la detenzione

Pseudemys Gorzugi

in italia è stata applicata una legge legge sulla vendita della trachemys scripta elegans

i commercianti non possono più comprarle e vendrerle

ma si "devono" detenere senza nessun foglio scritto è reato abbandonarla o ucciderla

il cites b vieta l'esportazione da alcuni paesi e non viene allegato a nessuna tartaruga che ne appartiene.

Link to comment
Share on other sites

da quello che so io non sei tu che devi avere un cites come per le tarta terrestri.

per queste so che è vietata la vendita in italia e non si possono più importare però non è vietata la detensione invece per le hermanni marginate graeche è vietata la detensione e quindi per tenerle serve un certificato

Link to comment
Share on other sites

Originally posted by neweus@25 marzo 2006, 01:43

Quoto Rik...

Recentemente è venuta meno anche la possibilità della libera detenzione degli ibridi, essendosi deciso (in modo più che opinabile) di assimilarne la tutela a quella della TSE...

Benissimo.

 

A questo punto avendole come ci si comporta?

 

Intanto tengo lo scontrino.

 

Un piccolo dubbio:

 

Se è vietato il commercio ma per detenerle non serve nessun documento come fanno ad accorgersi degli scambi?

Link to comment
Share on other sites

Che dite, proviamo a capirci qualcosa?? :p

 

Non è vietata la vendita e men che meno la detenzione delle TSE ma l'importazione in Europa dal 1998, in pratica gli esemplari che nascono qui da noi e di cui sia certificata la provenienza possono essere cedute.

Le nuove nascite vanno dichiarate così come le cessioni, parimenti a quanto accade per le tartarughe terrestri, solo alle dichiarazioni iniziali di possesso, dovute dopo l'iscrizione in Allegato B, Reg. CEE 338/97, non si accompagnava il particolare documento comunemente individuato come CITES.

Ora, è fuor di dubbio che alcun serio controllo sistematico sia avvenuto in merito, ciò per un duplice ordine di motivi. Da un lato, profondamente diversa la ratio del controllo del commercio nei casi descritti: scongiurarne la scomparsa per le terrestri piuttosto che impedire la colonizzazione degli habitat europei da parte di specie alloctone per le acquatiche; dall'altro la facilità con cui i proprietari non in regola possono dichiarare che si tratti si specie di Trachemys molto simili alla SE ma provenienti dall'America meridionale (Trachemys scripta adiutrix e Trachemys scripta brasiliensis).

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Ragazzi per le tartarughe sia in appendice A (tutte le Tesudo e varie acquaithce) che in appendice B (ad esempio le TSE), occorre il cites!

Per avere il cites si devono avere i genitori a loro volta con il cites se no come si attesta la nascita in cattività?

 

ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

Originally posted by Riccardo@26 marzo 2006, 01:18

Ragazzi per le tartarughe sia in appendice A (tutte le Tesudo e varie acquaithce) che in appendice B (ad esempio le TSE), occorre il cites!

Per avere il cites si devono avere i genitori a loro volta con il cites se no come si attesta la nascita in cattività?

 

ciao ciao

;)

 

...in molti casi la confusione deriva dal fatto che si definisca cites il documento di cessione; invece, è chiaro che per i genitori per cui si è provveduto alla regolare denuncia di possesso secondo le modalità previste non si avrà un documento di cessione.

E' lapalissiano, ma la non specificità delle diciture ingenera confusione. Per di più, per delle specie (TSE) per cui si è controllato poco o niente per i motivi di cui sopra...

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

allora mi sembra un ngran casino!

 

ma esistono delle leggi scritte? è possibile leggerle?

 

io ho trovato per strada la mia tarta quindi a una qulasiasi richiesta non saprei cosa rispondere.

 

non ho documenti.

non l'ho coprata e nessuno me l'ha regalata.

cosa dovrei fare?

 

(senza considerare il fatto che credo sia o un ibrido tra TSS e TSE oppure una trachemys troosti)

anche la troosti è in appendice B?

 

qualcuno mi può indicare un sito dove poter leggere le normative??? perchè sinceramente della discussione sopra non ho capito nulla!

Link to comment
Share on other sites

allora mi sembra un ngran casino!

 

ma esistono delle leggi scritte? è possibile leggerle?

 

io ho trovato per strada la mia tarta quindi a una qulasiasi richiesta non saprei cosa rispondere.

 

non ho documenti.

non l'ho coprata e nessuno me l'ha regalata.

cosa dovrei fare?

 

(senza considerare il fatto che credo sia o un ibrido tra TSS e TSE oppure una trachemys troosti)

anche la troosti è in appendice B?

qualcuno mi può indicare un sito dove poter leggere le normative??? perchè sinceramente della discussione sopra non ho capito nulla!

 

No, la Troosti no.

 

La tua della Scripta Scripta non ha nulla.

 

Quando metti delle foto, così riusciamo a capire?

 

La Elegans è vietata perchè pericolosa per l'ambiente, non perchè protetta.

 

http://www.corpoforestale.it/wai/serviziattivita/CITES/cites_on_line/index.html

Link to comment
Share on other sites

e già anchio ho trovato la mia tartu

 

gli incoscenti comprano le tartu e dopo quando diventano grandi le abbandonano, ignari del pericolo che fanno le tartu (specialmente quella dalla orecchie rosse) al nostro habitat, distruggendo tutto:angry6wn::angry6wn::angry6wn::growl5cj:

Link to comment
Share on other sites

sul sito della forestale alla voce 'come richiedere un certificato' non c'è l'opzione >:eek4wd: o > :growl5cj: o >:oo7dt: che fare? io dalle mie tarte non mi separo:nerd6bs:
Link to comment
Share on other sites

quello che vorrei capire è questo: i negozianti dicono che loro le elegans non possono venderle, a meno che non abbiano il certificato. Mentre noi possiamo possederle purnon avendo alcun certificato. ma è possibile una cosa del genere?

 

va be' tanto la mia è un scripta troosti è vado tranquillo! :D

Link to comment
Share on other sites

La Trachemys scripta elegans è iscritta nelle liste della Convenzione di Washington (CITES) all'Allegato B. Dunque deve essere regolarmente registrato ogni cambiamento: nascita, morte, vendita o cessione. Dal gennaio 1998 ne è stata anche vietata l'importazione in Europa, visto che la sua diffusione per via di abbandoni frequenti ha causato un forte squilibrio di flora e fauna locali.

(TARTARUGHE da giardino e da acquario - ED. GIUNTI)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.