Jump to content

Vi presento Ciro il mio procambarus clarkii


Jcdenton

Recommended Posts

Ecco il nuovo abitante del mio acquario un gambero killer della Louisiana.

 

http://img411.imageshack.us/img411/8531/dscn6753zr2.jpg

 

http://img81.imageshack.us/img81/1648/dscn6757ye3.jpg

 

Vive con le tartarughe, ha preso possesso della scogliera e soprattutto le tartarughe non lo toccano anche perché si difende bene con le sue chele.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 35
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Beh lui è più piccolo. No tranquillo è stato uno studiarsi a vicenda, poi si sono messi agli angoli opposti e il gambero è diventato padrone della scogliera.
Link to comment
Share on other sites

Hayez anche loro? Io pescavo i gamberi nostrani con il fegato nei fiumi.... ottimo a sapersi.

Guarda è un animale straordinario, non si fregare mai anzi sono le tartarughe che devono stare in guardia, si tengono a distanza....

Ti ringrazio ancora per tutti i consigli che mi hai dato in pvt prima dell'acquisto, si sono rivelati tutti utilissimi.

Link to comment
Share on other sites

Maxtor proprio no, quello è bastardo biologicamente lo spezzava a due e se lo ingoiava intero.

E' nell'acquario con Dedalus ed Helios, ha il suo territorio e vive benone.

Link to comment
Share on other sites

:laugh8kb: lo immaginavo.... posso chiederti una foto di insieme del tuo acquaterrario? mi sa che lo hai riorganizzato vero? (curiosità mia:laugh8kb:)

 

mi affascina il procambarus clarkii... ma con le mie baby sternotherus non mi sogno al momento di metterlo :yes4lo:

da una mano anche lui a tenere pulita la vasca?

Link to comment
Share on other sites

Bello! :D soprattutto per le sfumature azzurrine! Qui vicino a me ci sono dei gmaberi killer, li peschi anche solo con i vermi...ma in genere si ammazzano o si mangiano(non sono autoctoni, sono scappati da un 'allevamento, causando il30% del disastro ecologico di lì, il restante è dovuto all'importazione di nutrie, insetti, rettili alla trascurazione.. -.-")
Link to comment
Share on other sites

Si conosco la storia del procambarus, in Sicilia fa concorrenza anche lui alle emys.

 

Si lo ho chiamato Ciro, se lo chiamavo Maruzzu non volevo si offendesse il mio tartavet.

L'acquario è ormai una biocenosi bella e buona. Il gambero mangia praticamente sempre, è alla continua ricerca di cibo. Ho modificato la scogliera e Ciro come si vede dalle foto se ne è impossessato anche se ora se ne va in giro per la vasca a fare il camorrista, non teme più niente e nessuno, gli basta alzare le chele e lo lasciano in pace.

Ultimamente andando a pesca nel solito stagno ho scoperto che i piccoli pesci che girano sotto riva sono gambusie, ne ho pescato una 30ina e inserirò anche loro dopo un pò di quarantena..... una volta messe le gambusie non aggiungerò più nulla, ma mi sa che devo pensare in anticipo a costruire la vasca nuova :D:D:D:D:D.

Link to comment
Share on other sites

Ciro come si vede dalle foto se ne è impossessato anche se ora se ne va in giro per la vasca a fare il camorrista, non teme più niente e nessuno, gli basta alzare le chele e lo lasciano in pace.

:pound: :pound: :pound: :pound: :pound: :pound: :pound:

 

domanda.... ma quando metterai le gambusie, con tutti quegli animali in vasca non temi un collasso del filtro? curiosita... che filtro hai?

Link to comment
Share on other sites

Ti manca una nutria e poi hai completato la "vasca del bioinquinamento".

 

A questo punto potresti anche fare la zona emersa con una bella pianta di ambrosia e la salvinia natans.

 

:laugh8kb:

 

P.S. Dammi retta, non lasciarlo con le tarte.

Link to comment
Share on other sites

io sono dell'opinione che i gamberi d'acqua dolce al sughetto con o senza pasta sono uno dei piatti più prelibati che la cucina italiana possa offrirci

quando ce lo mangiamo sto gambero?

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, mi sa che le vostre scommesse vanno in fallimento.

Il gambero e le tartarughe non si toccano minimamente.

La biocenosi è stata costruita e studiata con l'aiuto del mio veterinario e la cosa funziona alla perfezione. Ho un filtro interno per ora con 2kg di cannolicchi e una pompa da 900litri orari tarata a metà. Anche il mio veterinario oltre ad hayez alleva gamberi e tartarughe insieme.

Non preoccupatevi non faccio cose azzardate, oltretutto è tutto tenuto sotto controllo perché l'acquario è nella mia stanza al primo problema separo tutto.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, mi sa che le vostre scommesse vanno in fallimento.

Il gambero e le tartarughe non si toccano minimamente.

La biocenosi è stata costruita e studiata con l'aiuto del mio veterinario e la cosa funziona alla perfezione. Ho un filtro interno per ora con 2kg di cannolicchi e una pompa da 900litri orari tarata a metà. Anche il mio veterinario oltre ad hayez alleva gamberi e tartarughe insieme.

Non preoccupatevi non faccio cose azzardate, oltretutto è tutto tenuto sotto controllo perché l'acquario è nella mia stanza al primo problema separo tutto.

 

:laugh8kb: si scherzava. Ovviamente non ti auguro che succeda, però devi ammettere che una minima probabilità ci può essere...

Speriamo di no!

Link to comment
Share on other sites

Ma lo so figurati, ma non credevi che il gambero abbia tutta sta forza, io ieri mi sono pizzicare a posta.... non fa nulla, fanno molto più male le tartarughe, ma loro per fortuna non lo sanno.

 

Sapete cosa volevo chiedervi invece?

Secondo voi è il caso di metter un ossigenatore visto che comunque le piante che ho sono pothos e salici e hanno solo le radici in acqua?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now




×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.