Jump to content

Attivazione Filtro Esterno


Danilo

Recommended Posts

Ho finalmente acquistato un filtro esterno. Ho preso un Askoll Pratiko 400.

 

Qualcuno potrebbe elencarmi i vari passaggi utili all'attivazione e alla manutenzione di questo filtro?

 

Sarebbe comodo, se già non fosse presente (ho cercato ma non ho trovato) un elenco di punti che indicano come ci si deve comportare per

- Attivazione

- Manutenzione e pulizia

- Cura del filtro e consigli per non "far morire" i batteri

 

Grazie a tutti per la collaborazione.

 

(Se fosse già esistente un documento simile potreste indicarmi il link dove trovarlo? grazie :p )

 

 

Danilo

Link to comment
Share on other sites


Su quasta discussione trovi come avviare il filtro:

http://www.tartaportal.it/index.php...topic=1567&st=0

 

Mi raccomando il filtro deve girare a vuoto almeno 4 settimane altrimenti l'eccessivo carico biologico delle tartarughe fa collassare il filtro e si vanifica la sua installazione.

Per una maggiore sicurezza che la colonia è attiva la si può avere facendo i test dei nitriti e nitrati dell'acqua

Link to comment
Share on other sites

I punti sono pochi ma importanti.

 

Immagino che avrai riempito di cannolicchi o di biostelle i primi tre scomparti, lasciando nell'ultimo la zeolite.

 

Riempi l'acquario con acqua declorata e fai partire il filtro seguendo le istruzioni.

 

Se vuoi usare colonie di batteri controlla di non doverli mettere direttamente nel filtro.

 

In questo caso controlla bene la qualità dell'acqua che usi, se no è inutile perchè muoiono subito. Preferisco usare quelli da mettere nell'acquario dopo alcuni giorni.

 

 

A questo punto apetti 20 o 30 giorni controllando il livello.

 

E' meglio se fai i test della qualità dell'acqua. La cosa più semplice è comprare un pacchetto di strisce multitest.

 

 

Dopo di che metti le tartarughe e controlli ancora dopo un po'. Avrai inizialmente un aumento di ammoniaca, che dovrebbe sparire dopo poco.

 

Quando fai pulizia, apri il filtro, togli i contenitori e metti quelli con i cannolicchi in un contenitore con l'acqua presa dall'acquario per non far morire i batteri.

 

Il resto lo lavi normalmente. Al più puoi riattivare la zeolite mettendola a bagno negli appositi sali. A parte che si fa prima a cambiarla che costano quasi uguali.

 

E' importante che il filtro non aspiri sabbia o detriti, se no si intasa il filtro meccanico iniziale.

 

é anche importante che il filtro non rimanga spento a lungo perchè se no i batteri muoiono per mancanza di ossigeno.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per le risposte.

 

Il filtro non mi è ancora arrivato... dovrebbero consegnarmelo in questi giorni quindi non l'ho ancora potuto "studiare".

 

Il dubbio è sui batteri... su come "funzionano" e come fare per non farli morire.

 

Quando riempio la vasca la prima volta posso utilizzare acqua del rubinetto lasciata "depositare" per uno o due di giorni?

 

Ogni quanto, con il filtro esterno, va sostituita parte di acqua? e come devo procedere?

 

Grazie ancora e scusate le mille domande :D

 

Danilo

Link to comment
Share on other sites

Per il "funzionamento" dei batteri, guarda

 

qui

 

Quando fai partire l'acquario usa l'acqua del rubinetto lasciata riposare, che userai anche per i successivi rabbocchi. Se analizzando l'acqua dopo un paio di giorni vedi che ci sono valori strani puoi aggiungere acqua minerale naturale o acqua distillata oppure, a seconda del problema, usi un prodotto tipo l'acquasafe per far precipitare i sali disciolti.

 

Dopo un altro paio di giorni, così siamo tranquilli che cloro e eventili solventi, lubrificanti o altro presenti nel filtro sono usciti e diluiti, aggiungi i batteri.

 

A seconda dell'evaporazione fai dei rabbocchi. Una volta alla settimana cambi il 30% dell'acqua e sei a posto.

 

Ricorda che in caso di evaporazione i sali disciolti restano nella vasca.

 

Io uso un innaffiatoio da 10 l e un sifone con pompetta. Quando devo fare un rabbocco tolgo 20 l e ne aggiungo 30, così tolgo schifezze concentrate e le sostituisco col 50% in più di acqua pulita. In casa con il riscaldamento acceso un acquario aperto a 25° perde circa 6 litri al giorno. Se è chiuso molto meno.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Io non ho nessun fondo nell'acquario (e quindi nemmeno niente piante).

Secondo voi dovrei metterlo?

Dovrei avere piante acquatiche?

Link to comment
Share on other sites

Io sto allestendo l'acquaterrario e mi sono posto le stesse domande.

Sono giunto a queste conclusioni, che penso siano giuste. Correggetemi se sbaglio.

1: le piante vengono costantemente mangiate e devastate dalle tartarughe, che fra le altre cose amano scavare e sradicare le piante. Il bambu è una delle poche piante in grado di sopravvivere alle bestie in questione. Bisogna fare attenzione, nel caso di piante galleggianti, che non siano tossiche per loro.

2: il fondo deve essere del tipo giusto. Uno troppo fine, oltre che essere ingeribile provocando costipazione, ti intasa il filtro e rende l'acqua torbida, dal momento che le tartarughe scavano, spostano, distruggono. I ciottoli di fiume andrebbero bene, levigati e di colore possibilmente scuro, da bollire per precauzione prima di mettere nel terracquario. Evitare pietre laviche che sono taglienti, pietre calcaree per la durezza dell'acqua et similia.

3: il fondo fangoso è l'ideale per il letargo di alcune specie, ma non ho idea di come possa risultare l'acqua e come si comporterebbe il filtro.

Io che sto raccogliendo il materiale per alllestire le nuova casa delle tarte, ho deciso di puntare su sughero per la parte emersa e ciottoli medio grossi per il fondo. Ho intenzione di costruire un "doppio fondo" con una rete metallica (dovrebbe esserci proprio su questo sito l'articolo) così da lasciare sprofondare sotto gli antiestetici rifiuti che poi vanno aspirati. Per le piante vedo se riuscirò a trovare il bambu, ma altrimenti amen, lascio perdere.

Sto più che altro cercando idee per il "background" del terracquario.. idee?

Link to comment
Share on other sites

Se guardate qui

 

Nuove Piante

 

potrebbe essere interessante.

 

I bambù si trovano ovunque, son questi Dracena Sanderiana

Li ho visti anche all'Euromercato e all'Ikea. Quelli lunghi basta tagliarli in due.

 

Il Ceratophyllum demersum ha il grosso vantaggio di sopravvivere anche se sradicato, cosa utile con le tarte che hanno la spiacevole abitudine di cercare insetti tra le radici.

 

Per la sopravvivenza delle piante ricordatevi la luce giusta, che l'UVB non basta.

 

Per lo sradicamento, finora le Graptemys e le Ocadie sono state brave. Le trachemys invece appena trovano qualche cosa che emerge dal fondo lo spianano, anche da piccole.

 

Ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

Originally posted by pminotti@23 marzo 2006, 14:50

Per la sopravvivenza delle piante ricordatevi la luce giusta, che l'UVB non basta.

 

scusa ma intendi il neon fitostimolante!!!...perché se parli di luce naturale poi si riempe tutto di alghe piante per prime!

 

L'acquario deve stare in una delle zone più buie di casa!...(per via delle alghe)

 

non so se è una fesseria per le tarte...ma non credo!

Link to comment
Share on other sites

Beh, se no si riempe di piante morte.

 

Però c'è la soluzione

 

Clicca sull'immagine per Ingrandirla

16.jpg

 

Al massimo le tarte ne mangiano qualcuna.

 

Considera che però di alghe non ne ho viste tante, basta tener il Ph oltre 7

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Scusate... un'altra domanda... forse stupida...

il filtro esterno (pratiko 400) va obbligatoriamente posizionato ad un livello piu' basso di quello dell'acquario per funzionare correttamente?

 

Grazie :)

Link to comment
Share on other sites

Scusa pminotti, ritornando al discorso del fondo...

ho letto in un tuo vecchio post quanto segue

 

Anche non mettere niente semplifica la pulizia, però a quel punto scordati di ricreare il ciclo dell'azoto e di far funzionare il filtro biologico correttamente, perchè alla fine ti troverai pieno di nitrati che nessuno utilizza dato che non hai piante.

 

Quindi tu mi consigli di mettere un qualsiasi tipo di fondo e aggiungere qualche piantina (tipo bamboo, cosi magari le mie TSE lo "lasciano in pace") per far funzionare in maniera corretta l'azione biologica del pratiko 400?

 

Grazie in anticipo

Ciao

 

Danilo

Link to comment
Share on other sites

Il fondo a regola non è indispensabile, bastano anche un paio di sassi per ancorare i bambù raccolti e legati, tipo mazzo di asparagi.

 

Però il fondo e gli sfondi aiutano le tarte a capire dove finisce la vasca, se no con i riflessi si confondono.

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Bene... allora vedro' di recuperare qualche tipo di fondo e dei bamboo :)

 

come forma per le pietre da fondo conviene "arrotondata" e piu' grossa di 2/3 cm?

Come "tipo" di materiale?

 

Ciao

Danilo

Link to comment
Share on other sites

Se hai tempo quella del fiume va bene.

 

Basta non sia quella dell'Olona, se no la tarta diventa fosforescenta in un'ora.

 

Non fatevi fregare dai negozianti.

 

Andate in un suoermercato,settore piante, o da un grossista di materiale da costruzione.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Ciao a tutti,

sono una new entry e sono un po' perplessa. La mia tartarughina d'acqua che è cresciuta in un anno a dismisura ha avuto bisogno di un nuovo acquaterrario. Me ne hanno relagato uno di 70 x 40x40 ma non è dotato di nulla. Ho comprato un filtro esterno, l'hydor prime 10. L'ho attivato da un giorno ma già l'indomani l'acqua è diventata gialla. Devo ammettere che l'unica cosa che ho messo dentro è un tronchetto d'albero consigliato dal rivenditore. E' possibile che sia stato prematuro metterlo? e' possibile che il filtro debba rodare? per funzionare funziona ma mi è venuto un colpo quando, passata la notte, ho trovato l'acqua gialla. Dove ho sbagliato? scusate l'inesperienza, ma scrivo proprio per colmare le lacune. Grazie a tutti.

Manuela

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.