• Statistiche Sito

    Utenti Iscritti: 54,584
    Discussioni: 80,117
    Messaggi: 759,895
    Utenti Online: 116

    Ultimo Iscritto: hopvt3
  • KINOSTERNON CRUENTATUM

    KINOSTERNON CRUENTATUM
    RED CHEEKED-MUD TURTLE

    CLASSIFICAZIONE
    CLASSE
    Reptilia
    ORDINE
    Testudines
    FAMIGLIA
    Kinosternidae
    GENERE
    Kinosternon
    SPECIE
    Kinosternon cruentatum


    DISTRIBUZIONE E HABITAT

    Kinosternon cruentatum è diffusa esclusivamente nell'area del centro america che va dal nord est del Nicaragua, Honduras, Guatemala, Yucatan e fino ai confini meridionali del messico, presentando diverse sottospecie e varie forme.
    Predilige bacini acquatici poco profondi come acquitrini, piccoli laghi, paludi e che presentino fondali fangosi o sabbiosi e ricca vegetazione, ma si ritrovano anche in piccole raccolte d'acqua occasionali che non tardano poi a prosciugarsi.

    SOTTOSPECIE

    Kinosternon cruentatum cruentatum,Dumeril&bibron,1851, Guatemala

    Kinosternon cruentatum abaxillare,Baur,1925, Chiapas,Messico

    Kinosternon cruentatum albogulare,Dumeril&Bocourt,1870, Costa Rica/Nicaragua

    FORME

    Kinosternon cruentatum Forma Honduras/Nicaragua

    Kinosternon cruentatum Forma Yucatan

    Per quanto riguarda le forme presenti lungo la costa del Golfo del Messico, si distinguono in forma “nord e sud”

    Kinosternon cruentatum Forma nord del golfo del Messico

    Kinosternon cruentatum Forma sud del golfo del Messico

    CARATTERISTICHE FISICHE E COMPORTAMENTALI

    Kinosternon cruentatum è una tartaruga di piccole dimensioni, ma può variare in base alla sottospecie o alla forma, con un minimo di 11 12 cm nella specie nominale (K.cruentatum cruentatum) fino ad un massimo di 20 cm nella sottospecie albogulare. Lla sottospecie abaxillare e le altre forme si assestano tra i 14 15 cm.
    Tutte le specie presentano sul muso varie sfumature di colore e forma, che varia in base alle sottospecie, anche se il colore dominante di questa specie è il rosso, da cui prende il nome Red cheeked mud turtle.
    Altra caratteristica che distingue il genere è la doppia cerniera mobile sul piastrone che ne permette na chiusura ermetica. Per finire, il maschio presenta alla fine della coda un uncino osseo.
    Ha abitudini per lo più diurne, non è ritenuta una grande nuotatrice e predilige camminare sul fondale. Non è tuttavia inusuale trovarla sui tronchi o a fare basking. Predilige un livello dell'acqua basso o la presenza di numerosi appigli.

    DISMORFISMO SESSUALE E RIPRODUZIONE

    Anche in questo caso la principale differenza tra i sessi è costituita dalla coda.
    Nei maschi la coda è più larga e pronunciata, generalmente estesa al di fuori dei margini del carapace e gli scuti anali sono poco sviluppati.
    La coda delle femmine è sottile e piccola, con scuti anali piuttosto pronunciati.
    Inoltre l’apertura anale, che nei maschi è verso la punta, nelle femmine è posta all’attaccatura.
    La riproduzione per questa specie può avvenire per tutto l’arco dell’anno, grazie al clima caldo e costante delle zone di provenienza con deposizioni che vanno da 6 a 12 uova per covata, in base anche alle dimensioni della femmina, con un periodo di schiusa di circa tre mesi.
    In cattività è consigliato incubare le uova ad una temperatura tra i 27” e 29° e mantenere l’umidità alta al 90% e oltre. Anche in questo caso la schiusa è prevista nell’arco di 120 giorni.


    ALLEVAMENTO

    Date le caratteristiche fisiche e comportamentali, il principale accorgimento da seguire sarà la presenza di vegetazione, tronchi, radici, appigli che le permettano di risalire facilmente in superficie. L’acqua potrà dunque essere al livello desiderato, ma è necessario fornire l’acquaterrario di numerose zone semisommerse e un’ampia zona emersa (che verrà utilizzata più che altro dagli esemplari adulti).
    Il substrato sarà preferibilmente fangoso o sabbioso, tale da permettere un eventuale nascondiglio.
    Essendo carnivora, si ha la possibilità di spaziare con piante galleggianti e non, ottimo rifugio e appiglio.
    La temperatura dell’acqua dovrà aggirarsi intorno ai 24°-26° e la zona emersa intorno ai 30°.


    ALIMENTAZIONE

    Onnivora in natura, in cattività è prettamente carnivora. Predilige pesci interi, gamberetti, camole, lumache, lombrichi, molluschi, insetti, fegato e cuore di pollo e coniglio.
    Importante la presenza di un osso di seppia per l’apporto di calcio.
    L’alimentazione per la baby dovrà consistere in un pasto giornaliero, preferibilmente ma non necessariamente al mattino. Man mano, con la crescita, si potrà passare ad alimentarle a giorni alterni per poi passare, in età adulta, ad un pasto ogni due giorni.

    LEGISLAZIONE
    In libera vendita, non è soggetta a C.I.T.E.S.
    Questo articolo era stato originariamente pubblicato nella discussione del forum: scheda iniziato da Razorback Visualizza Messaggio Originale


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed