Dal sito di www.cercocasa.ilcannocchiale.it è stato scritto questo messaggio:

I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






I Care Italia, Assegno di ricerca biomedica
"Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
La raccolta fondi rIcerCARE, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE,emana un bando di selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano"
I Care Italia emana un bando per il conferimento di n° 4 assegni di ricerca nell'area delle scienze biomediche dal titolo "Riconversione dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano" che sono destinati a singoli ricercatori (anche stranieri) o gruppi di ricerca, in tutti i casi operanti in strutture italiane autorizzati a svolgere ricerca biomedica, che attualmente utilizzano metodologie che, direttamente o indirettamente, fanno uso di animali. Gli assegni di ricerca sono destinati a coprire i costi di riconversione per passare dalla sperimentazione animale a metodologie specie-specifiche per l'essere umano. Gli assegni di ricerca non possono superare la cifra di 52.500 euro l'uno per uguagliare, simbolicamente, l'intero finanziamento nazionale destinato ai cosiddetti metodi alternativi del 2014. Ai selezionati, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, verrà conferito un assegno pari al 70% del costo di riconversione a inizio progetto e il restante 30% alla fine. Gli assegni non sono cumulabili tra loro all'interno dello stesso gruppo di ricerca. La data di inizio del progetto non deve essere precedente al 1 giugno 2015 e la data di fine del progetto non può essere successiva al 31 maggio 2016. Eventuali rinnovi sono subordinati a una positiva valutazione da parte dell'ente proponente della avvenuta riconversione. Nei costi di riconversione è possibile inserire una singola borsa di studio per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione e la partecipazione a corsi di formazione per il ricercatore che svolgerà il ruolo principale nella riconversione. Con riconversione, relativamente alla classificazione delle alternative delle 3R, si intendono esclusivamente progetti di Replacement, non di Reduction o Refinement.
Il bando completo è visionabile e scaricabile al seguente link:
http://www.informazione.it/…/I%20CARE%20ITALIA%20-%20BANDO%…
Per qualsiasi richiesta di informazioni si prega di contattare il seguente indirizzo email:
info@icare-italia.org






"}" data-reactid=".8k"> ...

Clicca qui per vedere il messaggio orginale e leggerlo tutto.