Freccine    Rettili Mania - Negozio on-line per rettili    Entra su AnimalBazar - Classifica Siti Animali e vota per il sito!!!      

Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Progetto Tartarughe-fondazione cetacea onlus

QR CODE
http://www.tartaportal.it/showthread.php?t=13767
  1. #1
    L'avatar di mamoz
    senza cuore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Napoli
    Messaggi
    5,021
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Progetto Tartarughe-fondazione cetacea onlus

    http://www.fondazionecetacea.org/ricerca/tartarughe/

    Le Tartarughe sono a rischio di estinzione sia perché l'urbanizzazione costiera sta limitando le aree nelle quali vengono deposte le uova sia perché moltissimi esemplari vengono accidentalmente uccisi durante le attività legate alla pesca.

    L'Adriatico rappresenta un'area di alimentazione e di svernamento di estrema importanza per la Tartaruga Comune (Caretta caretta).

    La Fondazione Cetacea è un punto di riferimento per l'area costiera dell'alto Adriatico: vanta una lunga esperienza acquista in 18 anni di attività presso le vasche ospedale a suo tempo allestite presso il Delphinarium Riccione e presso la Delphinursery Cattolica e dispone di una attiva rete di collaboratori e volontari. Durante questi 18 anni sono stati rilasciati, previa marcatura e dopo un periodo di degenza, oltre 180 esemplari di Caretta caretta.

    Nel segno della continuità, in Oltremare è stato allestito un Rescue Center moderno, capiente, funzionale. Le vasche, situate in appositi locali, sono doate di riscaldamento, filtraggio e à di isolamento per quarantene e interventi particolari. Si tratta dunque di una struttura all'avanguardia e con pochi eguali in Italia.

    Monitoraggio degli Spiaggiamenti di Tartarughe Marine Sulle Coste Italiane - Anni 2002-2003 Scarica Report 2002_2003.pdf (56KB)

    Monitoraggio degli Spiaggiamenti di Tartarughe Marine Sulle Coste Italiane - Anno 2004 Scarica Report 2004.pdf (281KB)

    Monitoraggio degli Spiaggiamenti di Tartarughe Marine Sulle Coste Italiane - Anno 2005 Scarica Report 2005.pdf (725KB)

    Ricerca

    Questi sviluppi strutturali sono stati accompagnati da un sempre maggiore sforzo nell’ambito della ricerca.

    Alcune ricerche effettuate

    - accumulo di inquinanti -metalli pesanti, PCB (con l'Università di Siena, l'Università di Ancona e con il Centro Studi Ambientali di Rimini)
    - presenza di parassiti nell'apparato gastro-intestinale di Tartarughe comuni Caretta caretta (con le Università di Perugia, Ancona, Milano, Varese, Zagabria, Valencia)
    - marcatura di tartarughe con radio-trasmettitori satellitari (con CTS ambiente e CNR Firenze)
    - determinazione dell'età su sezioni ossee di tartarughe (con l'Università di Ancona)
    - analisi sistematica degli epibionti di Caretta caretta

    Ricerche in corso

    - analisi sulla posizione delle Tartarughe nella catena alimentare utilizzando isotopi radioattivi del Carbonio e dell'Azoto (con CNR Firenze, Università di Camerino e Università di Bologna)
    - comportamento alimentare di Tartaruga comune in cattività e in natura
    - sperimentazione di TED su reti a strascico del nord Adriatico

    Riconoscimento delle specie presenti nel Mediterraneo

    Nel Mediterraneo sono presenti 3 delle 8 specie note. La più comune nei nostri mari è senz’altro la Tartaruga comune (Caretta caretta), mentre la Tartaruga verde (Chelonia mydas) è meno frequente e per ragioni climatiche preferisce le coste del Mediterraneo orientale; la Tartaruga liuto (Dermochelys coriacea) è di comparsa eccezionale nei nostri mari e, a differenza delle altre due, non nidifica sulle coste Mediterranee.

    1) Dermochelys coriacea (Tartaruga liuto)



    Tartaruga di grandi dimensioni che può raggiungere i 2 metri di lunghezza e un peso di 600 chilogrammi. Di colorazione nera, con piccole macchie rosa e bianche, presenta una testa ricoperta di pelle ma priva di squame. La parte inferiore della corazza (piastrone) è concava nel maschio mentre nella femmina è convessa. Di abitudini prettamente pelagiche conduce la maggior parte della vita in mare aperto. La dieta è costituita prevalentemente da meduse.

    2) Chelonia mydas (Tartaruga verde)



    Lunga fino a 125 centimetri con un peso di 230 chilogrammi questa specie presenta una colorazione del carapace variabile tra il verde e il nero e un piastrone giallastro. Come nella tartaruga comune la testa, larga anche 15 centimetri, è ricoperta da squame cornee. Soprattutto negli Stati Uniti la tartaruga verde è stata a lungo cacciata per scopi commerciali e in alcune zone la sua popolazione si è fortemente ridotta.

    3) Caretta caretta (Tartaruga comune)



    E' la più piccola tra le tartarughe del Mediterraneo e può raggiungere 110 centimetri di lunghezza e un peso di 180 chilogrammi. Il carapace è di colore marrone-rossiccio mentre il piastrone è giallastro. Presenta una testa ricoperta di squame. Rispetto alla femmina il maschio presenta una coda leggermente più lunga.


    sul sito potete scaricare anke i pdf relativi al Monitoraggio degli Spiaggiamenti di Tartarughe Marine Sulle Coste Italiane
    Ultima modifica di mamoz; 01-11-07 alle 13:04


















    AMO GLI ANIMALI E NON LI MANGIO!

Discussioni Simili

  1. Lecce: Sono Nate 41 Baby Tartarughe Marine
    Di mamoz nel forum News e Curiosità dal Mondo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 02-08-09, 19:34
  2. abbastanza urgente: trovate 2 tartarughe
    Di luca85 nel forum Allevamento
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 27-05-09, 00:43
  3. GUERRA TRA USA & CHINATOWN per le tartarughe
    Di Gaia nel forum News e Curiosità dal Mondo
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 19-10-07, 22:52
  4. progetto casa tartarughe
    Di Yanez nel forum Allevamento
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-03-07, 14:40

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed