Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Dubbi sul letargo

QR CODE
http://www.tartaportal.it/showthread.php?t=93504
  1. #1
    L'avatar di cronos
    Nuovo Iscritto

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Sep 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    1
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 0 volte in 0 post
    Downloads
    0
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 0/0
    Given: 0/0

    Dubbi sul letargo

    Buongiorno, circa 3 mesi fa, abbiamo trovato nel nostro cortile una testudo hermanni (qualcuno più esperto mi ha detto che potrebbe essere un maschio di 4-5 anni, il carapace è leggermente più grande di un palmo di mano di un uomo adulto) e non avendo trovato i proprietari, abbiamo deciso di prendercene cura noi. Ho raccolto un po' di informazioni per quanto riguarda il letargo ma essendo una situazione particolare ho molti dubbi. In questi mesi è stata in giardino, in un recinto costruito apposta. Attualmente le temperature sono di circa 13° C la mattina e 23° C il pomeriggio. Ultimamente la trovo rinchiusa e ferma per gran parte del giorno, meno attiva e con molto meno appetito, probabilmente parte della preparazione al letargo. Purtroppo il giardino è poco esposto al sole durante il giorno ma ogni tanto la sposto verso sera sul balcone dove è più caldo e sembra riattivarsi parecchio. La notte la portiamo in casa (questo solo ultimamente)
    Avendo letto che l'alimentazione va sospesa una settimana prima del letargo, uno dei dubbi è: come faccio a sapere quando effettivamente avverrà? E se dovesse avvenire mentre è in casa o fuori è poi possibile spostarla in un ambiente più organizzato? L'idea era di tenerla in una cassa con della terra e foglie secche in garage ( in cantina no perché credo ci siano più di 10° C durante l'inverno) l'unico problema è se la temperatura dovesse scendere sotto ai 2°C...
    Diciamo che, non avendo esperienza, il problema più grande al momento è il quando si addormenterà e il dove. Dite che è meglio lasciarla fuori giorno e notte e lasciargli fare tutto da se lì? (Poi è sicuro sottoterra con la pioggia? Poi altro piccolo dettaglio, in alcuni punti la terra del giardino è mista a cemento perché anni fa hanno fatto un casino facendo dei lavori...posso provare a smuoverla un po' e renderla più morbida) Perché la cassa è un po' problematica non sapendo quando avverrà il tutto, cioè dovrei lasciarla lì dentro fino a quando non scava e va sotto?
    Vi ringrazio e scusate per l'ignoranza ma è la prima volta che ho a che fare con un tartaruga

  2. #2
    L'avatar di CARLINO
    Frequentatore

    Status
    Offline
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    lombardia
    Messaggi
    273
    Recensioni
    Scritte 0 Recensioni
    Grazie
    0
    Ringraziato 18 volte in 18 post
    Downloads
    7
    Uploads
    0
    Thumbs Up/Down
    Received: 15/0
    Given: 0/0

    Re: Dubbi sul letargo

    1) Portare la sera dentro casa la tartaruga è un errore gravissimo, bisogna evitare gli sbalzi di temperatura , ma non il 13 /23 °C che avviene nell'arco della giornata ma il repentino cambiamento da fuori a dentro casa.
    2) La tartaruga deve stare sempre all'aperto , va fornito il cibo regolarmente e DEVE essere lei a stabilire quando smettere di mangiare.
    3) La tartaruga deve fare il letargo all'aperto , deve farlo dove decide lei anche seppellita nel terreno esposto alla pioggia , e non ha bisogno di nessun intervento umano : dobbiamo solo fornire quello di cui ha bisogno , un pezzo di terra , un rifugio primitivo dove se vuole si può interrare , possiamo magari ammorbidire il terreno zappandolo e dal momento che sei a Milano per proteggerla dalle gelate dopo che si è interrata metti sopra un bel mucchio di foglie secche.
    4) Spero che tu sappia che avendo un animale protetto senza documenti ti esponi a grossi rischi perchè in caso di controllo da parte della Forestale, che dall'iniziodi quest'anno è diventata un corpo dei Carabinieri, possono darti una multa che parte da 7.500 € e cosa ancora più grave rischi una denuncia penale per bracconaggio .
    Il mio consiglio è di verificare prima di tutto se la tartaruga ha un microchip inserito ( dalla lettura si potrebbe risalire al proprietario ) ma non trovando questo dispositivo (lo fa qualsiasi veterinario con apposito lettore) la cosa più saggia da fare è portare la tartaruga al più vicino ufficio della Forestale (a Milano è nei pressi della stazione centrale ) e dichiarare di averla trovata : se ti dichiari disposto a prendertene cura potrebbero anche affidartela e rientreresti nella legalità.

Discussioni Simili

  1. Dubbi sul letargo
    Di grace.gill nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-11-14, 14:02
  2. Dubbi sul Letargo
    Di monara nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 05-01-12, 12:28
  3. Dubbi letargo
    Di pieroudine nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-10-10, 23:37
  4. dubbi sul letargo TSS
    Di lolka_ola nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-10-09, 08:46
  5. dubbi letargo help
    Di babyfarfalla nel forum Letargo, bruma, estivazione
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-04-07, 18:15

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


A proposito di TartaPortal

    Portale dedicato alle tartarughe terrestri ed acquatiche.
    Punto di incontro per gli appassionati e in collaborazione con gli utenti.

Follow us on

Twitter Facebook youtube Flickr DavianArt Dribbble RSS Feed