Buongiorno a voi tutti.
È un piacere condividere passioni e suggerimenti verso delle "creaturine" che hanno bisogno di tutte le nostre attenzioni, cure e soprattutto affetto! Quando allora pertanto si imbocca questa strada è pertinente conoscere, vagliare al meglio i fattori chiave che possono portare ad una cura ed ad un sano allevamento al fine di scongiurare spiacevoli eventi!
Come poc'anzi detto vagliare. ....per cui è obbligatorio far corrispondere a queste parole degli esempi:

Da ottobre una mia cara amica si è dovuta assentare da casa propria per motivi familiari chiedendomi gentilmente di prendermi cura di tartaruga di terra hermanni ed essendo non lontana da casa sua circa 16 km ho accettato.
Date le particolari condizioni meteorologiche e l'altitudine del luogo 1550 m preferi', la suddetta amica, ad un letargo controllato nonostante abbia a disposizione un giardino.
Dopo mesi e mesi al risveglio avvenuto giorni fa la mia amica mi ha chiesto che tipo di letargo fosse stato fatto dal momento che non aveva perso un solo grammo. .......nessun calo di peso in 3 mesi di letargo. ..servendosi della sua bilancia perché molto apprensiva in questo (meglio così )...ed ancor di più perplessa perché al terzo giorno mangiasse con grinta e voracità. ...

Faccio una sospensione di quanto scritto per inserire riferimenti e parametri che mi rendono perplessa e stupefatta in quanto letti su internet ma non perché non veritieri ma spesso non riferibili a tutte le tarte e suscettibili di differenze sostanziali in base alla specie cui si alleva.
Personalmente non ho nessuna tartaruga anche se vorrei averla ma questo sarà realizzabile entro fine anno perché ho incaricato un'azienda perla realizzazione di una villetta con ampio giardino. .
Il mio studio è solo e soltanto teorico perché ciò mi appassiona .
Ciò ha un fine chiaro come la motivazione altrettanto molto valida e lecita : prima si conoscono tutte le specie delle tartarughe presenti dagli allevatori che consiglio vivamente di recarsi per avere un'idea , scegliere quella più pertinente alle proprie esigenze e specialmente rispettando in primis le necessità e/o i bisogni della tarta e poi effettuare un Acquisto oculato .
Dico ciò perché con i soldi non sono però giustificabili solo perché si è " legalmente tranquilli" comportamenti pregiudizievoli, errori grossolani e danni evitabili! Il "cites" che sia chiaro non giustifica tutto ciò!!!!!
È un modo per giustificare il possesso e basta!
Fatta questa parentesi doverosa...dissi alla mia amica "sto arrivando a casa tua".....questo per farle capire il motivo della mancata perdita di peso della sua tarta da me curata nei suoi mesi di assenza .
Non volle crederci ma poi capii l'essenza vera di ciò che era stato fatto. Era stata alloggiata in una stanza che avevo dopo alcuni giorni sondato ( luogo asciutto ma fresco) all interno di una casa in legno strapiena di foglie alla base con poca terra sul fondo e del fieno acquistabile nei centri commerciali o nei negozi specializzati....il tutto in uno scatolo in cartone alloggiato all interno di un altro poco più grande con fori lateralmente.
Prassi questa delicata o meglio da evitare per chi non studia a differenza mia manuali ed enciclopedie sulla genesi delle tartarughe....perchè se avessi fatto vedere alla mia amica uno scatolo sarebbe morta di paura LEI e non la tarta in quanto magari a suo avviso "non isolante "....specie perché non avendo avuto modo in tempi non propriamente lunghi nel valutare l' attento comportamento della sua tarta perché acquistata a maggio da un allevatore professionale che le avevo indicato personalmente in quanto allevate con cuore e quindi responsabili , attenti e quindi premurosi!
Tartaruga hermanni che come da cites riporta 6 anni. Allora tutto ciò come è possibile ne giustificabile?

- Per chi non lo sapesse la vera precauzione che poi costituisce la ragione di sopravvivenza è la temperatura di 4.5 4.9 gradi centigradi.
- Il tasso d umidità al 70 %.
- Foglie e paglia ( di cui sopra centro commerciale o negozi specializzati sono diverse all 'inverosimili non sono sporche e non sono presenti chissà quanti batteri a differenza di tantissime altre che vengono poggiate per mesi sulle strade e raccolte inzuppate chissà di cosa... e quindi pertanto non sono causa di malattie in quanto fuori dal letargo avendo difese immunitarie basse la tarta si ammala di colpo .....) un segreto questo assai particolare da prendere come parametro .Questo è il mio punto di vista. Ognuno segui il suo qualora non condividesse il mio ....

- errore commesso spesso è mandare in letargo tarte debilitate e/o malnutrite o con sintomi di malattie come ad esempio raffreddore. ...fattore questo di cui alzare entrambe le antenne!

- osservare gli occhi prima e dopo il letargo perché sono indice di malessere o benessere.

- Il peso considerando il fatto che dovrà poi superare il letargo è vitale. Va monitorato con discrezione. Procurarsi bilancia che, ha un costo contenuto 7 euro ,digitale di precisione. ...

-notare prima ripeto prima il comportamento .....se risulta sospettoso o nella norma.

-idratare la tarta prima del letargo è vitale perché grazie alla vescica piena sarà possibile superare il letargo senza problemi.

- fate regolare la tarta circa l alimentazione. ...non va costretta. Sa quel che fa'!

- sonda e termoigrometro nel punto di interramento di elevata precisione. ....la sonda da incubatrice è nota per l'elevata precisione in tal senso.

Aspetti questi che se venissero rispettati non solo farebbero superare alla grande il letargo alla Vs tarta ma addirittura salutare da farle mettere peso ed avere un "indice perfetto" ( temutissimo elemento).
Qualora una persona avesse tempo e passione potrebbe leggere e far tesoro di alcuni preziosi suggerimenti su libri acquistabili nelle nostre librerie. Ciò da grandi soddisfazioni! Ve lo garantisco! Ci sono anche libri o meglio volumi in lingua francese o tedesca o inglese che sono proprio una vera e propria Bibbia sulle tartarughe. Non c'è cosa che non sia scritta ....anni di esperienza riunita , scritta e commentata da molteplici intenditori. La passione richiede un piccolo costo ma un tempo che non ha misure ! La passione è vita e come tale non ha termine! Finché essa dura la passione non può essere accantonata di colpo perché altrimenti non costituiva sentimento!
Ci sono Dvd che arricchiscono il proprio bagaglio culturale, documentari sullo stile di vita, abitudini, l'allevamento, malattie ed esami per scongiurarne danni gravi!

Ripeto nuovamente il sistema del cartone non è da seguire. È stato fatto dopo un'attentissima ricerca umidità, temperatura, evitando formazione muffa ecc.....)ma può essere sostituito con altrettanti congegni diffusi!


Avrei tanto di cui parlare ma magari non vorrei essere eccessivamente noiosa e particolarmente stressante ma l affetto verso tali creaturine deve essere alla base della nostra scelta. Non si può acquistarla come un oggetto e riporlo in un cassetto abbandonandola. ......!!!!!
Ciò è disumano quanto emotivamente risultato di profonde delusioni e demenze!

Tracy!