Ciao forum, credo che questa sia la sezione adatta per quello che sto per raccontarvi. Poche ore fa con il mio fidanzato decidiamo di andare a fare un giro in un vivaio Viridea, non voglio specificare quale ma uno dei due della zona Milano, per iniziare a pensare agli allestimenti natalizi. Finito il giro decidiamo di passare dal reparto "Animali" per dare un'occhiata e lì ha avuto inizio la mia tristezza: in una vasca di circa 60x30, tra l'altro con i vetri anteriori più bassi, in circa 10cm di acqua e due zone emerse che occupavano quasi tutta la vasca, stavano assiepate una sull'altra tante piccole trachemys scripta scripta e troosti della grandezza di 1€...spazio x nuotare pochissimo, lampada spot e uvb puntata soltanto su una zona emersa e queste piccole creaturine che stavano a guardarci immobili, magari impaurite, ma non potevano muoversi di un mm. Molte di esse erano malate, da quello che ho imparato grazie a voi, credo si trattasse di ipovitaminosi, ma la cosa ancora più sconcertante è stata accorgermi di un esserino inerte, morto, in stato di decomposizione...nonostante il cartello "Si prega di non toccare gli animali" l'ho presa in mano, l'ho portata dalla ragazza che allegramente spiegava a dei probabili acquirenti come va tenuta una tartaruga (anche su questo lasciamo stare) e le ho detto "Ma non vi rendete conto che questa tartarughina è morta da tempo e che le altre probabilmente sono malate? Come fate a tenerle poi in uno spazio così ristretto?", la ragazza in questione non mi ha nemmeno dato retta mi ha tolto la tartarughina di mano e si è voltata mentre anche il mio fidanzato le andava contro...tempo 2min arriva un altro signore che ne aveva in mano un'altra morta dicendole "La ragazza ha ragione...non vedi in che condizioni stanno?", la già citata commessa ha preso anche l'altra senza darci minimamente retta nonostante noi continuavamo a dirle che così non andava bene ma poi il mio fidanzato vedendo che stavo per innervosirmi ancora di più mi ha portata via dicendomi "Pensa alle nostre che stanno bene" e invece non riesco...so che tra sagre di paese e certi negozi di animali è normale che accadano queste cose (dove le ho prese io invece erano una decina in una vasca di 1mq con tutto il necessario), però non riesco a togliermi dalla mente gli esserini che ho visto solo per 10 minuti e soprattutto la piccola morta che ho tenuto in mano e mi chiedo: noi facciamo tanti sacrifici, anche economici, per cercare di crescere al meglio le nostre tartarughe mentre un negozio di animali che ha già tutto il necessario le lascia così...scusate le sfogo ragazzi, so di aver scritto di cose già viste o sentite, però non posso farci nulla...mi ha toccato profondamente questa vicenda!!! So che già sto facendo tanto per le mie tarte , ma dopo questa esperienza farò ancora di più...lo devo anche a quella piccola patata morta, alle sue compagne di "sventura" e a tutte quelle tartarughe che vivono in condizioni pietose!!!